BOLOGNA. 1 nuova sezione progettuale, 13 progetti speciali per la città, 55 luoghi, 100 appuntamenti – tra mostre, progetti espositivi, azioni performative, incontri, proiezioni cinematografiche e iniziative per bambini – a disposizione di appassionati d’arte, cittadini e turisti nel weekend dal 27 al 29 gennaio 2017.

Si presenta all’insegna di questi numeri la quinta edizione di Art City Bologna, il programma istituzionale di eventi speciali promosso dal Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere, coordinato dall’Istituzione Bologna Musei in occasione di Arte Fiera.

 

Bologna- 27/01/2016 - il fotografo artista israelia Adika presenta la sua mostra di fotografie al Museo Casa Morandi inserita nel circuito Art City di Arte Fiera 2016 (Photo by Roberto Serra / Iguana Press)
Bologna- 27/01/2016 – il fotografo artista israelia Adika presenta la sua mostra di fotografie al Museo Casa Morandi inserita nel circuito Art City di Arte Fiera 2016 (Photo by Roberto Serra / Iguana Press)

 

 

Tante le proposte in città. Queste quelle legate alla fotografia che proseguiranno anche dopo il week end culturale.

 

Oranghi Prestinari Grigio, Lieve, CasaMorandi. Foto: Matteo Monti
Oranghi Prestinari Grigio, Lieve, CasaMorandi. Foto: Matteo Monti

Ornaghi & Prestinari. Grigio Lieve

Casa Morandi | via Fondazza 36

21 gennaio – 12 marzo 2017

La mostra Grigio Lieve di Ornaghi & Prestinari con la curatela di Roberto Pinto offre una nuova prospettiva di confronto con la pratica artistica di Giorgio Morandi.

Ricostruendo lo studio del maestro bolognese attraverso un modello virtuale 3D, Valentina Ornaghi e Claudio Prestinari hanno riletto le opere e la poetica di Morandi, ricreando i set dei dipinti e le rispettive composizioni, per dedurne le viste nascoste attraverso cui hanno modellato coni d’ombra in assenza degli oggetti.

Gli artisti hanno lavorato sulla possibilità di dare una forma concreta e tridimensionale alle ombre di quegli oggetti tanto amati e ricorrenti nelle celebri nature morte morandiane. Ne è derivata la produzione di una serie di sculture in plastilina in seguito diventate soggetto degli scatti fotografici che si vedono esposti, insieme ad altri lavori e a un video, negli spazi di Casa Morandi.

La ricerca dei due giovani artisti milanesi propone anche una riflessione sul ruolo della fotografia nella traduzione bidimensionale della scultura, che rende palpabile la relatività del tempo e del punto di vista, l’attitudine a frammentare la visione globale.

Info: www.mambo-bologna.org

 

Mariateresa Sartori. Per caso e per necessità.
Mariateresa Sartori. Per caso e per necessità.

 

Mariateresa Sartori. Per caso e per necessità. In dialogo con le collezioni Marsili e Monti di Palazzo Poggi

Museo di Palazzo Poggi | via Zamboni 33

28 gennaio – 26 febbraio 2017

 

Il lavoro di Mariateresa Sartori si inserisce all’interno dello spirito della collezione di Luigi Ferdinando Marsili (1658-1730) che intendeva sottolineare le regolarità di natura portatrici di verità e non le anomalie fonte di stupore e meraviglia.

Attraverso tecniche diverse che vanno dai frottages ai calchi, dalla fotografia stenopeica alla fotografia con il microscopio ottico, l’artista registra e riporta le variazioni generate dalla struttura sia essa animata o inanimata: sassi, sabbie, pianticelle, rocce. Cuore della ricerca è il concetto di variazione: le variazioni possibili sono infinite ma non tutte le variazioni sono possibili.

 

Info: www.museopalazzopoggi.unibo.it

 

images spazio labo

 

Prove di fotografia #2. Image par Images

Spazio Labo’- Centro di Fotografia | Strada Maggiore 29

21 gennaio – 24 febbraio 2017

Prove di fotografia #2 è la seconda di una serie di mostre che si pone l’intento di individuare tematiche ricorrenti nel libro d’artista classico e contemporaneo. “Image par images” è il titolo del nuovo appuntamento proposto per il 2017 da Jan van der Donk e Spazio Labo’.

Facendo seguito al successo di Prove di Fotografia #1 | “Il libro d’artista come mappa”, che ha registrato oltre 3.000 presenze nel solo fine settimana di Arte Fiera 2016, Prove di Fotografia #2 | IMAGE PAR IMAGES è una mostra dedicata alla sequenza fotografica e al modo in cui si manifesta nel libro d’artista, nel film sperimentale, nell’opera d’arte concettuale. In questa mostra di libri, immagini e proiezioni, si cercherà di scoprire e rivelare le diverse modalità con cui la sequenza fotografica può essere ritrovata all’interno del lavoro di autori come John Baldessari, Larry Bell, Marcel Broodthaers, Hollis Frampton, Ad Gerritsen, Jochen Gerz, Gilbert & George, Standish Lawder, Sol Lewitt, Pii, Michael Snow, tra gli altri.

Info: www.spaziolabo.it

 

Oltreprima. La fotografia dipinta nell’arte contemporanea

Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna | via delle Donzelle 2

22 gennaio – 15 aprile 2017

Oltreprima. La fotografia dipinta nell'arte contemporanea
Oltreprima. La fotografia dipinta nell’arte contemporanea

 

 

Fino al 15 aprile 2017 rimarrà aperta la mostra Oltreprima. La fotografia dipinta nell’arte contemporanea, inaugurata negli spazi espositivi di via delle Donzelle 2 sabato 21 gennaio.

La mostra verte su di una ricerca molto accurata e specifica volta a recuperare e mostrare al pubblico non solo una scelta ben precisa di autori ma anche e soprattutto opere a volte poco viste nel corso degli anni, oppure del tutto inedite.

L’esposizione, che fa parte delle iniziative di Arte Fiera e di ART CITY Bologna, è accompagnata da un catalogo, edito da Photology, in italiano e in inglese, strumento indispensabile per approfondimenti teorici grazie ai testi delle curatrici della mostra e agli interventi di otto artisti che hanno scritto apposta per l’occasione.

Gli artisti protagonisti di Oltreprima sono Helena Almeida, John Baldessari, Luca Bertolo, Giuseppe De Mattia, Flavio Favelli, Franco Guerzoni, Marcello Jori, Ketty La Rocca, Piero Manai, Shirin Neshat, Luigi Ontani, Federico Pietrella, Arnulf Rainer, Gerhard Richter, Marco Samorè, Mario Schifano, Alessandra Spranzi e Ida Tursic&Wilfried Mille.

Infofondazionedelmonte.it

 

bowie europeo

 

Bowie l’Europeo: Fotografie di Philippe Auliac

Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale | Genus Bononiae | via Nazario Sauro 20/2 

Fino al 30 gennaio 2017

La mostra fotografica, realizzata in collaborazione con Ono Arte Contemporanea, presenta le immagini scattate da Philippe Aulica e ripercorrono quel periodo degli anni settanta in cui David Bowie divenne da rock star mondiale in continuo movimento, un comune cittadino d’Europa senza più maschere o personaggi da interpretare.

Esposti 20 scatti tra Danimarca, Francia, Inghilterra e Germania nel periodo d’oro a metà degli anni 70 quando Bowie, smettendo i panni della star del glamour, prende residenza nel luogo in cui nasce la storia più cupa del XX secolo. Ad accompagnare le foto di Auliac saranno anche presenti in mostra alcune immagini di Jan Persson, Ian Dickson e rari materiali di archivio dell’etichetta RCA e Arista, nonchè i poster originali dei due film girati da Bowie negli anni ’70, L’uomo che cadde sulla terra e l’inedito Ziggy Stardust.

Info: www.genusbononiae.it

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY