ROMA. Debutterà a Roma, nella sede delle Officine Fotografiche, la mostra “Butterflies/Chapter4” di Scott Typaldos, vincitore de Il Reportage Photojournalism Award 2016.

 

Scott Typaldos, Butterflies Chapter4
Scott Typaldos, Butterflies Chapter4

 

Butterflies è stato realizzato in un centro per malati mentali in Indonesia. Questo lavoro porta alla luce – con un linguaggio fotografico di forte evocazione – , la tortura fisica e psichica, la segregazione, la mancanza di cure e il totale abbandono ai quali i malati sono sottoposti. L’immagine della farfalla, scelta dall’autore quale simbolo di questo progetto a lungo termine, sta a indicare l’anelito di libertà e la fragilità dell’anima assediata dalla paura di questi uomini e di queste donne ridotti in catene dalle nostre società.

 

.

L’esposizione, a cura di Valentina Piccinni, si snoderà tra venticinque fotografie in bianco e nero tratte del progetto di Typaldos che, dopo l’Africa Occidentale, il Kosovo e la Bosnia, ha dedicato la sua indagine all’Indonesia. Un lavoro intimo e di forte impatto emotivo, che porta alla luce le condizioni del quotidiano vivere dei pazienti di un istituto psichiatrico decadente, spesso costretti in catene, attraverso uno sguardo prossimo ai soggetti. Immagini che sembrano un invito a chi osserva ad immedesimarsi con le donne e gli uomini ritratti, un lavoro che non vuole dare delle risposte ma porre degli interrogativi.

 

 

Scott Typaldos, Butterflies Chapter4
Scott Typaldos, Butterflies Chapter4

 

 

Scott Typaldos è nato in Svizzera nel 1977. Membro dell’agenzia fotografica Prospekt ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui il primo posto al Sony Award nella categoria Conteporary Issues, grazie al suo progetto a lungo termine Butterflies, che lo impegna dal 2011.

 

Butterflies/Chapter4 – Scott Typaldos

Dove: Officine Fotografiche, via Giuseppe Libetta 1, Roma

Quando: dal 28 settembre al 3 ottobre 2016

Orari: lunedì – venerdì: 10.00-13.30 / 14.30-19.00. Sabato e domenica chiuso

Ingresso: gratuito

 

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here