MILANO. E’ in partenza, al The Mall di Porta Nuova, l’ottava edizione di Mia Photo Fair, la fiera internazionale dedicata alla fotografia d’arte ideata e diretta da Fabio e Lorenza Castelli. Qui, dal 9 al 12 marzo, si potranno scoprire 130 espositori tra cui 90 gallerie.  

 

Siwa Mgoboza. Les Etres D'Africadia (Masquer) III. 59.2 x 42 cm. Ed of 5 + 3AP
Siwa Mgoboza. Les Etres D’Africadia (Masquer) III. 59.2 x 42 cm. Ed of 5 + 3AP

 

Quest anno numerosi saranno i progetti dedicati all’approfondimento della storia della fotografia, come quello presentato dalla galleria Jörg Maaß Kunsthandel di Berlino (con fotografi storici americani quali Berenice Abbott, Robert Adams, Robert Frank, William Eggleston e Man Ray ed europei come Andreas Feininger ed Helmut Newton fino a Gilles Lorin); da Spazio Damiani di Bologna con Hiroshi Sugimoto, Joel Meyerovitz, Larry Fink; da Contrasto Galleria di Milano con grandi maestri come Mario Giacomelli, William Klein, Sebastião Salgado, Ferdinando Scianna; da Photo&Co di Torino con Luigi Ghirri, Mimmo Jodice, Gabriele Basilico, Giovanni Gastel, da Suite59 di Amsterdam con André Villers e Edward Quinn, dalla Galerie Frederic Got di Parigi con Annie Leibovitz, Harry Benson e Steve McCurry e dalla galleria Bildhalle di Zurigo con René Burri, Renè Groebli e Werner Bishof.

 

 

In tema di progetti originali si potranno ammirare il lavoro inedito Joie de vivre di Letizia Cariello, ospitato dallo stand della Galleria Massimo Minini di Brescia, il progetto di Jorge Miño, a cura di Massimo Scaringella e presentato da Ungallery di Buenos Aires, quelli delle berlinesi Semjon Contemporary con Gerda Schütte e Galerie Wichtendahl con Nicole Ahland e quello della galleria belga Atelier Relief, che porta allo sconfinamento della fotografia dai confini bidimensionali con opere fotografiche che diventano sculture nelle interpretazioni degli artisti George Byrne, Matthieu Veunot, Gustav Willeit, Serge Leblon, David Uzochukwu, Karel Fonteyne.

Tra gli altri anche Kahmann Gallery di Amsterdam con il duo olandese Schilte & Portielje e il sudafricano Koto Bolofo,come pure il progetto tra fotografia e video di Vincenzo Marsiglia della galleria Boesso di Bolzano.

 

Paolo Simonazzi, Gattatico (Reggio Emilia) dalla serie “Mondo Piccolo”, 2010, Fine Art, 40 x 50 cm, Edition: 3/11, Courtesy Paolo Simonazzi
Paolo Simonazzi, Gattatico (Reggio Emilia) dalla serie “Mondo Piccolo”, 2010, Fine Art, 40 x 50 cm, Edition: 3/11, Courtesy Paolo Simonazzi

 

FOCUS GEOGRAFICI 

Saranno portati all’attenzione del pubblico i lavori di artisti legati a specifiche aree geografiche. Tra questi il Focus Ungheria a cura di Artmarket Budapest, con 4 gallerie di Budapest: Várfok Gáleria – con l’artista Peter KornissTOBE, Inda Gáleria e MyMuseum , oltre a Mizerak Foundation di Ozd.

Il Focus Isole Baleari, a cura di Mónica Álvarez Careaga e supportato dall’Institut d’Estudis Baleàrics e il Focus Africa, rappresentato da Siwa Mgoboza con la galleria Semaphore di Neuchâtel, dall’artista sudafricano Andrew Tshabangu e dagli artisti congolesi Gosette Lubondo con L’Agence à Paris, Maurice Mbikayi, oltre al namibiano Kyle Weeks e al marocchino Mounir Fatmi, presentati da Officine dell’Immagine di Milano.

Infine, il Focus Cuba, progetto pluriennale che verrà sviluppato anche nelle prossime edizioni dalla galleria Isolo17, con protagonisti Gabriel Guerra Bianchini, Yuri Limonte e Jorge Otero.

 

Graziella Vigo, Macbeth, Teatro Alla Scala, Milano, 2001
Graziella Vigo, Macbeth, Teatro Alla Scala, Milano, 2001

 

Per quanto riguarda Proposta MIA, la sezione dedicata a fotografi indipendenti selezionati dal comitato scientifico, si segnala il ritorno di Graziella Vigo che a MIA Photo Fair espone due progetti: ‘Portrait‘ sui ritratti di grandi personaggi famosi e ‘Verdi On Stage‘ momenti catturati durante rappresentazioni di opere di Verdi nei più grandi teatri del mondo.

 

 

 

INCONTRI 

Quest’anno particolarmente ricco sarà il programma culturale. Spiccano tra le varie proposte, gli incontri su psicanalisi e collezionismo, che fanno parte del nuovo format basato sul rapporto tra Arte e Scienza, curato da Chiara Agagiù, con la partecipazione di docenti, ricercatori e critici come Massimo Recalcati, Stefano Ferrari, Mimmo Pesare e Giovanni Fiorentino.

Per la serie di incontri Collezione per due la giornalista Sabrina Donadel intervisterà coppie di collezionisti unite, oltre che dall’amore, anche dalla passione per la fotografia mentre Edward Rozzo e Mario Cresci discuteranno sul valore estetico dell’immagine nel progetto fotografico anche ad uso commerciale. Pino Musi e Antonello Scotti proporranno, invece, l’analisi di alcuni libri fotografici d’artista, dove testo e immagini interagiscono creando relazioni inattese.

Rimanendo in tema di libri, completamente rinnovata sarà l’area dedicata all’editoria, con espositori selezionati dalla curatrice Magali Avezou di Archipelago Londra, che proporrà case editrici internazionali, editori indipendenti e librerie specializzate.

 

 

Pierre Pellegrini, Le bianche case dell’inverno, 2017, Stampa ai pigmenti di carbone su carta cotone, cm 50 x 50, Edition: 1/5, Courtesy: Galleria Valeria Bella
Pierre Pellegrini, Le bianche case dell’inverno, 2017, Stampa ai pigmenti di carbone su carta cotone, cm 50 x 50, Edition: 1/5, Courtesy: Galleria Valeria Bella

MIA Photo Fair 2018

The Mall – Milano Porta Nuova

P.zza Lina Bo Bardi 1

9 – 12 marzo 2018

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here