MILANO. Dopo lo straordinario successo di pubblico della passata edizione, torna dal 13 al 16 novembre Bookcity Milano, un progetto dedicato al libro e alla lettura, che prevede oltre 900 eventi per una promozione capillare della lettura e della scrittura attraverso diverse e originali modalità di avvicinamento e coinvolgimento di lettori di ogni età. La manifestazione è dislocata in diversi spazi della città metropolitana tra cui biblioteche, librerie, luoghi deputati alla lettura e al libro, spazi insoliti, con la novità di nuove e prestigiose sedi tra cui il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci, il Circolo Filologico, la Borsa Italiana/Palazzo Mezzanotte, Palazzo Cusani, il Palazzo del Ghiaccio, la Cavallerizza, QC Terme di Milano, le biblioteche della Grande Milano; luoghi che ospiteranno anche eventi tematici.

Per quanto riguarda la fotografia, il luogo da tener marcato sarà Palazzo del Ghiaccio ma anche altri punti dislocati per Milano.

In particolare, legati alla fotografia, vi segnaliamo gli eventi delle tre giornate.

 

Print

 

14 NOVEMBRE. Ore 18. Spazio Theca di Piazza Castello 5.

Nebbia, apologia dell’intuizione. Con Enrico De Tavonatti, Stefano Soliano, Giangilberto Monti.

Presentazione del libro di “Nebbia” di Enrico De Tavonatti e delle fotografie “Unconventional Places” di Stefano Soliano con l’amichevole partecipazione di Giangilberto Monti.

Segue aperitivo con salame, formaggio. L’evento si ripete anche il 15 novembre (ore 18) e il 16 novembre (ore 11).

14 NOVEMBRE. Ore 18. Palazzo del Ghiaccio.

Le immagini della lettura. Con Philippe Daverio, Gian Arturo Ferrari.

L’associazione italiana editori in collaborazione con l’Istituto Italiano di Fotografia promuove una mostra fotografica su come, tra carta e digitale, sta cambiando la pratica della lettura. Un’«indagine antropologica» da cui partiranno le riflessioni di Philippe Daverio e Gian Arturo Ferrari che accompagneranno il pubblico in un vero e proprio viaggio nella storia dell’arte e della lettura.

14 NOVEMBRE. Ore 18.30, Feltrinelli di Piazza Piemonte 2.

Com’è grande la città: Milano degli anni ’50 e ’60 in parole note e immagini

Letture da Carlo Emilio Gadda, Giovanni Testori, Pier Paolo Pasolini, Luciano Bianciardi, Giorgio Scerbanenco a cura del Teatro dei Filodrammatici.Musiche (e ricordi live) di Enrico Intra. Immagini: diapositive delle foto “offerte” dal pubblico per la mostra La nebbiosa. La storia siete voi” (Museo del Risorgimento).

15 NOVEMBRE. Ore 12 Palazzo del Ghiaccio.

Ebook d’arte e di fotografia: l’editoria digitale per la divulgazione delle arti figurative.

Con Grazia Dell’Oro, Sara Munari, Michele Tavola

Emuse con le collane Portfolio e Impronte fa conoscere anche in Italia gli ebook dedicati alla fotografia e alla storia dell’arte. L’incontro è l’occasione per discutere degli ebook quale forma editoriale adatta alla pubblicazione di libri fotografici e, più in generale, di pubblicazioni sulle arti figurative. Durante l’incontro si terrà in anteprima la presentazione de ‘Il portfolio fotografico: istruzioni imperfette per l’uso’ di Sara Munari. Al termine del dibattito avrà luogo la premiazione della prima edizione del concorso’PhotoEbook: fatti guardare!’ Per tutta la durata di Bookcity ci sarà anche un’esposizione di opere scelte di Sara Munari.

15 NOVEMBRE. Ore 15 Palazzo del Ghiaccio.

Elegance and dignity. Stories from India. Con Marco Palladino

Incontro con l’autore, dibattito sulle tematiche toccate dal reportage e proiezione di una selezione di foto. Elegance and Dignity raccoglie dieci reportage, che attraversano l’India dello sviluppo industriale recente, del lavoro e della classe povera, dei villaggi agricoli e arcaici, l’India sacra e storica. Il libro è il risultato di un progetto che ha seguito un unico percorso diversificato, volto a raccontare fotograficamente uno dei paesi più importanti nella scena mondiale, la cui economia è ormai al pari di quella cinese. L’autore si è soffermato sulle relazioni tra lo sviluppo industriale ed economico recente e la tradizione agricola.

15 NOVEMBRE. Ore 15 Castello Sforzesco.

L’album fotografico: un itinerario alla scoperta dell’antenato del libro fotografico tra le collezioni del Civico Archivio Fotografico di Milano. Con Silvia Paoli.

L’incontro, a cura del Conservatore del Civico Archivio Fotografico del Comune di Milano, mira a far conoscere al vasto pubblico rari e preziosi album fotografici conservati dall’Istituto, esposti per la prima volta. L’album fotografico rappresenta una delle prime costruzioni narrative a partire da fotografie, documento – monumento ma anche racconto, teso a testimoniare e celebrare storie familiari, vicende private o pubbliche (imprese costruttive, viaggi, esplorazioni), con diverse modalità di fruizione e di rappresentazione (o auto – rappresentazione), all’incrocio di spazi sociali, culturali, politici ma anche di una molteplicità di sguardi, giocati nelle relazioni tra chi fotografa (professionista o amatore che sia), chi o cosa è fotografato, chi ordina e compone le sequenze preposte alla costruzione dell’album, chi, infine, ne fruisce. L’incontro, a cura del Conservatore del Civico Archivio Fotografico del Comune di Milano, mira a far conoscere al vasto pubblico rari e preziosi album fotografici conservati dall’Istituto, esposti per la prima volta.

15 NOVEMBRE. Ore 15 Museo Civico di Storia Naturale.

Scott in Antartide: l’ultimo viaggio. Con Maria Pia Casarini, Andrea Gentile, Filippo Tuena

È dalla storica edizione Treves del 1913 che non si offre al lettore italiano la versione integrale (qui presentata col ripristino dei tagli censori) del diario che il capitano Robert Scott tenne durante la sua ultima e tragica spedizione antartica del 1910-1913, la Terra Nova. Il diario dà conto del viaggio di avvicinamento, dell’anno di preparativi, della marcia verso il polo Sud e del tragico ritorno dell’equipaggio. Una grande storia per un evento unico, arricchito dalla proiezione dei filmati originali dell’epoca.

15 NOVEMBRE. Ore 16.30 Galleria Bolzani – Casa Marchetti Bergamasco.

Un libro, una foto, un film, un quadro. Con Fabrizio Rocchi, Andrea Pescio

Dopo una ricerca attorno al libro Il silenzio del mare, il più famoso racconto di Vercors (Jean Bruller), si è recuperato materiale documentario storico quale la prima edizione, stampata a Parigi durante l’occupazione e una tela firmata J.B.. Una nuova articolata lettura fa emergere la forte valenza storica e un sorprendente aspetto di contemporaneità europea. L’evento vuole mostrare inoltre il legame poco noto tra il libro e la fotografia (Doisneau), la pittura (Picasso) e il cinema (Melville). Saranno presentati estratti dall’edizione originale del film Il silenzio del mare. Avremo dal vivo la lettura integrale del racconto, il che sarebbe un “prima” italiana o quanto meno milanese e vedremo dal vero una inedita interpretazione grafica del lavoro di Vercors.  (Alberto Bolzani). Con Fabrizio Rocchi, attore; Andrea Pescio, disegnatore grafico.

15 NOVEMBRE. Ore 17 Palazzo del Ghiaccio.

L’Adriatico è un tipo. La Riviera, l’evasione, la vacanza e l’inverno. Con Giorgio Falco, Sabrina Ragucci, Andrea Cortellessa, Giovanni La Varra.

In occasione dell’uscita di Condominio Oltremare (L’orma editore, 2014) Giorgio Falco e Sabrina Ragucci raccontano uno dei non luoghi per eccellenza dell’immaginario contemporaneo italiano: la Riviera Romagnola. Iniziando dall’inverno, ricordando l’estate attraverso frames per fotografie e scrittura, studiando la naturale, enigmatica estetica di edifici e paesaggi pensati appositamente per l’evasione, così presenti tra noi eppure così legati a un Novecento così finito e coi conti ancora così aperti. Saranno con loro Andrea Cortellessa, critico letterario e curatore della collana “fuoriformato” de L’orma editore, e Giovanni La Varra, architetto e docente di composizione urbana e urbanistica al Politecnico e all’Università Statale di Milano. Condominio Oltremare è un palazzo di otto piani, disabitato, nel cuore di uno dei non luoghi per eccellenza: la Romagna d’inverno. Dall’ultimo piano, occultato dal silenzio di gennaio, il protagonista ripercorre a ritroso l’esistenza della sua famiglia e dei condomini dell’estate. Così, di assenza in assenza e di vacanza in vacanza il protagonista ricostruisce la sua vita a ritroso in un ritratto corale: dall’epopea degli “uomini delle berline nere”, ai costruttori del petrolchimico di Ravenna e di alcune località balneari fino a Michele Sindona e alla famiglia Mader, tra le vittime della Strage di Bologna.  Così il silenzio delle assenze si mescola col chiasso canicolare dei ricordi estivi. Una narrazione per immagini con la scrittura di Giorgio Falco e le fotografie di Sabrina Ragucci (già esposte alla Biennale di Venezia nel 2011) – un connubio espressivo nato nel corso degli anni proprio in quei luoghi, e che trova nella forma libro la sua forza narrativa: le immagini sono un innesco del testo e viceversa.

15 NOVEMBRE. Ore 18 Libreria Galleria Carla Sozzani

Tra prigioni e Rolls Royce. Con Koto Bolofo, Claudia Van Ryssen

Saranno presenti gli autori che presentano le monografie e rispondono alle domande del pubblico, non è richiesta la prenotazione.  In occasione di Bookcity Milano, la libreria Galleria Carla Sozzani presenta due monografie edite da Steidl: The Prison di Koto Bolofo e Claudia Van Ryssen e Rolls Royce di Koto Bolofo.

15 NOVEMBRE. Ore 19 Palazzo del Ghiaccio.

Con gli occhi di Chris McCandless. Con Maura Dettoni, Rachele Maggiolini, Christian Tognela

La raccolta di foto e scritti di Chris McCandless (protagonista di Into the wild) è presentata dall’associazione culturale NoBordersMagazine alternando scatti inediti del viaggio di Chris e interviste alla famiglia e agli amici per ripercorrere uno dei viaggi più affascinanti degli ultimi anni attraverso gli occhi e le parole del suo protagonista. Back To The Wild – gli scritti e le fotografie di Chris McCandless, NoBordersMagazine

16 NOVEMBRE. ORE 14, Circolo Filologico Sala Liberty via Clerici 10.

Selfie, autoscatto e autoritratto. Con Stefano Chiodi, Ferdinando Scianna, Marco Belpoliti

La pratica del Selfie è diventata una delle più diffuse tra i possessori di cellulari. Ma di che cosa si tratta esattamente? Quali sono gli aspetti che distinguono un autoscatto di questo genere? Quanto diverge dall’autoritratto tradizionale. Ne parlano Ferdinando Scianna, fotografo di fama internazionale, autore di libri, tra cui l’ultimo dedicato all’autoritratto presso Laterza, e Tiziano Bonini, studioso dei media, docente allo Iulm di Milano, autore di vari volumi tra cui Hipster.

 

Info:  Bookcity Milano

Comments

comments

LEAVE A REPLY