Palazzo da Mosto

REGGIO EMILIA. Dopo le prime tre giornate inaugurali, prosegue la corsa di Fotografia Europea con l’apertura dal venerdì alla domenica delle sedi espositive delle mostre istituzionali, alcuni eventi e un ricco programma del circuito Off.

 

Palazzo da Mosto
Palazzo da Mosto

R_Ricardo Cases_Untitled (muleteer)_© Ricardo Cases

 

In particolare un appuntamento da non perdere è la visita guidata a cura dell’associazione Guide turistiche di Reggio Emilia in programma sabato 23 maggio alle 16 a Palazzo da Mosto che ospita la grande mostra No man nature a cura di Ezio Grazioli e Walter Guadagnini.

Per la prima volta, dopo la riapertura avvenuta nel 2014, al termine dei lavori di restauro svolti dalla Fondazione Manodori, l’edificio quattrocentesco di via Mari 7 diventa sede di un grande evento ospitando la collettiva di 14 artisti di fama internazionale: Darren Almond, Enrico Bedolo, Ricardo Cases, Pierluigi Fresia, Stephen Gill, Mishka Henner, il duo composto da Ange Leccia e Dominique Gonzalez-Foerster, Amedeo Martegani, Richard Mosse, Thomas Ruff, Batia Suter, Carlo Valsecchi e Helmut Völter. La collettiva verte attorno a una questione che viene reiterata dai diversi autori: se è possibile un mondo senza uomo e se l’uomo è capace di reinventarsi un mondo nel quale l’uomo rinuncia alla natura. Queste possibilità, a loro volta, possono essere percepite come pericoli: quello ecologico della distruzione della natura e dell’autodistruzione della specie umana o quello dell’euforia della “tecnica” che ha come contraltare la solitudine dell’essere umano di fronte al mondo.

 

 

Costo della visita tre euro. Per partecipare è necessario presentarsi muniti del biglietto d’ingresso. Per info e prenotazioni  347 5999639 info@guidereggiane.it

Comments

comments

LEAVE A REPLY