REGGIO EMILIA. Sarà un week end dedicato a scoprire i segreti e i retroscena delle mostre del festival di Fotografia Europea e domenica 28 giugno le visite guidate saranno anche gratuite (comprese nel biglietto d’ingresso alle mostre).

 

 

 

 

La prima visita guidata sarà ai Chiostri di San Pietro alle 16 alle mostre  “Le cose che si vedono in cielo” e “Blank” di Luca Gilli condotte da Amelia Storace. Alle 18 seguirà una visita a “A noor journal on the changing planet, 2009 – 2015” dei fotografi dell’agenzia Noor sui cambiamenti climatici condotta da Francesca Vezzosi.

La seconda sede da visitare saarà Palazzo da Mosto che ospita “No Man Nature”, la collettiva che spinge il pubblico a interrogarsi su temi e questioni legate al filo conduttore della manifestazione (Effetto Terra) e alle 16 grazie a Luca Gabbi si potranno approfondire i lavori di Stephen Gill, Pierluigiu Fresia, Darren Almond, Ange Leccia e Dominique Gonzalez-Foerster.

Terza sede da visitare i Chiostri di San Domenico dove alle16.30 Laura Nasi illustrerà “Asynchronous” di Spinatsch e “A drop in the ocean-Sergio Romagnoli” di Alessandro Calabrese e Milo Montelli  e  alle 18  “Found photos in Detroit” di Arianna Arcara e Luca Santese  e  nuovamente “A drop in the ocean – Sergio Romagnoli” di Alessandro Calabrese e Milo Montelli.

Contemporaneamente alle 16.30 Veronica Campanini illustrerà, in Sinagoga, “Unfinished Father”, progetto fotografico del creativo olandese Erik Kessels dedicato al padre, appassionato restauratore della mitica auto della Fiat Topolino.

Per informazioni: www.fotografiaeuropea.it  o 0522 430557 (biglietteria).

Comments

comments

LEAVE A REPLY