Ecco i nomi dei finalisti di tutte le categorie dell’edizione 2017 dei Sony World Photography Awards. La rosa dei favoriti rappresenta 49 Paesi, confermando l’appeal internazionale del concorso e la sua esclusiva capacità di riunire le migliori immagini scattate da fotografi provenienti da ogni angolo del pianeta, per una dimensione davvero globale.

Quest anno il premio ha registrato un forte aumento, rispetto al 2016, di candidati provenienti da Paesi dell’Asia e del Sud-est asiatico e candidati del concorso Giovani (in aumento del 56% rispetto al 2016). Dei 49 Paesi rappresentati nell’elenco dei finalisti, la maggior parte dei quali provenienti da Italia (22), Regno Unito (18), Germania (17), Cina (14) e Russia (11) si aggiungono Armenia, Cuba, Islanda e Arabia Saudita: per la prima volta tra i finalisti. I giudici hanno esaminato in totale 227.596 immagini di cui 110.270 per i professionisti; 105.692 per il concorso Open; 11.634 per i Giovani. 

 

© Felicity McCabe, United Kingdom, Shortlist, Professional, Natural World, 2017 Sony World Photography Awards
© Felicity McCabe, United Kingdom, Shortlist, Professional, Natural World, 2017 Sony World Photography Awards

 

I finalisti dei concorsi Professionisti, Open, Giovani e Student Focus hanno impressionato i giudici per la solida narrativa e il linguaggio visivo di forte impatto che accompagnano i soggetti delle loro opere. Tra le immagini selezionate per la finale compaiono eccezionali scatti architettonici e delicati paesaggi, oltre a straordinarie serie che ritraggono gli eventi che hanno dominato le scene mondiali lo scorso anno. Tra i soggetti spiccano un commovente sguardo sulla vita domestica delle donne in Arabia Saudita, le toccanti confessioni dei bambini di una scuola cinese, body-builder russi intenti a sfoggiare i propri muscoli e una serie intima sulla lotta personale contro una rara condizione medica.

 

© Esther Whyatt , United Kingdom, Shortlist, Professional, Natural World, 2017 Sony World Photography Awards
© Esther Whyatt , United Kingdom, Shortlist, Professional, Natural World, 2017 Sony World Photography Awards

 

 

Commentando l’elenco dei finalisti di quest’anno, Scott Gray, CEO, World Photography Organisation, ha dichiarato: “Quest’anno, più che in passato, i candidati ai Sony World Photography Awards hanno dato prova di una grande integrità e di un approccio equilibrato. Sono stati presentati alla giuria meravigliosi capolavori di arte fotografica, non semplici scatti, e sono estasiato nel constatare che i nostri giudici hanno scelto di premiare l’abilità pura, l’interpretazione fotografica e l’audacia del fotografo, anziché il semplice soggetto fotografico”.

Ha poi continuato: “In dieci anni di storia, i Sony World Photography Awards hanno celebrato i fotografi e la fotografia; ora ci auguriamo di garantire che la fotografia abbia una piattaforma globale e venga riconosciuta come il mezzo dinamico, eccitante e accessibile che è”.

 

© Frederik Buyckx, Belgium, Shortlist, Professional, Landscape, 2017 Sony World Photography Awards
© Frederik Buyckx, Belgium, Shortlist, Professional, Landscape, 2017 Sony World Photography Awards

 

Il concorso Professionisti 2017 è stato giudicato da Zelda Cheatle (Presidente di giuria), curatrice (Regno Unito); Aida Muluneh, fondatrice/direttrice, Addis Foto Fest (Etiopia); Allegra Cordero di Montezemolo, curatrice e responsabile mostre, Centro de la Imagen (Messico); Denis Curti, curatore e giornalista (Italia); Russ O’Connell, Picture Editor The Sunday Times Magazine (Regno Unito) e Françoise Callier, Program Director di Angkor Photo Festival & Workshops (Francia). Le giurie dei concorsi Open e Giovani erano presiedute da Damien Demolder, fotografo e giornalista (Regno Unito), mentre il concorso Student Focus è stato giudicato da Andrea Kurland, caporedattore di Huck (Regno Unito), Dan Rubin, fotografo e direttore artistico (Regno Unito), e Jennifer Shaw, fondatrice e direttrice creativa, PhotoNOLA (Stati Uniti).

 

© Ruby Gaunt, United Kingdom, Shortlist, Student Focus, 2017 Sony World Photography Awards
© Ruby Gaunt, United Kingdom, Shortlist, Student Focus, 2017 Sony World Photography Awards

 

I finalisti concorreranno ora per aggiudicarsi le più avanzate attrezzature fotografiche digitali firmate Sony, per essere inclusi nel catalogo dell’evento 2017, oltre che per premi in denaro del valore di 25.000 dollari USA per il titolo di Fotografo dell’Anno, 5.000 dollari USA per il vincitore assoluto della categoria Open e 30.000 euro in attrezzatura per l’università del vincitore della categoria Student Focus. I nomi dei vincitori verranno proclamati durante la cerimonia di premiazione, che si terrà a Londra il 20 Aprile 2017.

Tutte le opere vincitrici, finaliste e meritevoli di menzione saranno esposte in occasione della mostra “Sony World Photography Awards & Martin Parr – Edizione 2017”, che aprirà i battenti alla Somerset House di Londra il 21 aprile e ospiterà alcuni pezzi rari di Martin Parr, vincitore del premio Outstanding Contribution to Photography. A Londra, la mostra resterà aperta fino al 7 maggio prima della partenza del tour internazionale. I biglietti della mostra sono disponibili all’indirizzo www.worldphoto.org/2017exhibition

 

© Zsolt Hlinka, Hungary, Shortlist, Professional, Architecture (professional), 2017 Sony World Photography Awards
© Zsolt Hlinka, Hungary, Shortlist, Professional, Architecture (professional), 2017 Sony World Photography Awards

 

 

CATEGORIE PROFESSIONISTI

Vengono premiati i migliori lavori delle 10 categorie in concorso. Fino a 10 finalisti selezionati per ciascuna categoria. I vincitori delle varie categorie saranno annunciati il 20 aprile, insieme al vincitore del titolo Fotografo dell’Anno, selezionato tra i vincitori di categoria.

Architettura

Adi Bulboacă, Romania
Alessandro Piredda, Italia
Alissa Everett, Stati Uniti (residente in Kenya)
Diego Mayon, Italia
Dongni, Cina
Julien Chatelin, Francia
Marvin Systermans, Germania
Zsolt Hlinka, Ungheria

Concettuale

Alexander Anufriev, Russia
Carla Sutera Sardo, Italia
Jeroen De Wandel, Belgio
João San, Brasile
Sabine Cattaneo, Svizzera
Gao Peng, Cina
Storia contemporanea

Amber Bracken, Canada
Andrea Foligni, Italia
Danial Khodaie, Iran
Javier Arcenillas, Spagna
Li Song, Cina
Lorenzo Maccotta, Italia
Tasneem Alsultan, Arabia Saudita
Attualità

Alessio Romenzi, Italia
Asger Ladefoged, Danimarca
Ivor Prickett, Irlanda
Javier Arcenillas, Spagna
Joe Raedle, Stati Uniti
Karl Mancini, Italia
Paşa İmrek, Turchia
Sebastian Castañeda, Perù

Vita quotidiana

Alice Cannara Malan, Italia
Asger Ladefoged, Danimarca
Christina Simons, Islanda (residente in Australia)
Ioana Moldovan, Romania
Majlend Bramo, Italia
Michael Tummings, Regno Unito
Nader Saadallah, Egitto
Sandra Hoyn, Germania
Toby Binder, Germania
Yulia Grigoryants, Armenia

Paesaggio

Dino Kuznik, Slovenia
Frederik Buyckx, Belgio
Jayanta Roy, India
Kurt Tong, Regno Unito
Peter Franck, Germania
Tom Jacobi, Germania
Natura

Ami Vitale, Stati Uniti
Christian Vizl, Messico
Esther Whyatt, Regno Unito
Felicity McCabe, Regno Unito
Mariusz Prusaczyk, Polonia
Tommaso Rada, Italia (residente in Brasile)
Will Burrard-Lucas, Regno Unito

Ritratto

Craig Easton, Regno Unito
Dario Mitidieri, Italia
George Mayer, Russia
Giulia Piermartiri e Edoardo Delille, Italia
Mahesh Shantaram, India
Romina Ressia, Argentina
Ren shi Chen, Cina
Snezhana von Buedingen, Russia (residente in Germania)

Sport

Andrea Rossato, Italia
Eduard Korniyenko, Russia
Jason O’Brien, Australia
Mark Gong, Stati Uniti
Yuan Peng, Cina
Luo Pin Xi, Cina

Natura morta

Ansgar Sollmann, Germania
Julien Caïdos, Francia
Christoffer Askman, Danimarca
Grant Hegedus, Regno Unito
Henry Agudelo, Colombia
Paul Sanders, Regno Unito
Shinya Masuda, Giappone

 

 

 

 

CATEGORIE OPEN

Vengono premiati i migliori scatti delle 10 categorie. Fino a 10 finalisti selezionati per ciascuna categoria. I vincitori delle varie categorie saranno annunciati il 28 marzo, mentre il 20 aprile sarà proclamato il Fotografo dell’Anno per il concorso Open.

 

Architettura

Barry Tweedy-Rycroft, Regno Unito
Claudio Cantonetti, Italia
Frank Machalowski, Germania
Franklin Neto, Brasile (residente in Portogallo)
Lester Koh Meng Hua, Singapore
Nick Frank, Germania
Oscar Lopez, Germania
Robert Walker, Regno Unito
Tim Cornbill, Regno Unito
Ute Scherhag, Germania
Cultura

Beniamino Pisati, Italia
Emrah Karakoç, Turchia
Jianguo Gong, Cina
Mark Languido Vicente, Filippine (residente in Kuwait)
Michal Plachta, Polonia
Paweł Jędrusik, Polonia
Foley Hits, Malesia
Radu Dumitrescu-Elian, Romania
Salvatore Mazzeo, Italia
Vito Leone, Italia

Fotoritocco

Alex Andriesi, Romania (residente in Francia)
Andrea Torres Balaguer, Spagna
Tong Chun Kin, TOMY, Hong Kong
Gil Josquin, Brasile
Harry Botley, Regno Unito
John Chen, Cina
Julian Schievelkamp, Germania
Lise Johansson, Danimarca
Sergey Dibtsev, Russia
Yong Lin Tan, Malesia

Scatti in movimento

Jimmy Reid, Regno Unito
Olga Sinenko, Russia (residente in Ucraina)
K. W. Hon (OqWing), Hong Kong
Argus Paul Estabrook, Stati Uniti (residente in Corea del Sud)
Gül Yıldız, Turchia
Stacy Anguiano Cain, Messico (residente negli Stati Uniti)
Mariusz Stanosz, Polonia
Oktay Subaşi, Turchia
Camilo Diaz, Colombia
Luigi Panico, Italia

Natura

Francesco Russo, Italia
Miyono Okamoto, Giappone
Hiroshi Tanita, Giappone
Christina Roemmelt, Germania (residente in Austria)
Ann Ric, Malesia
Sorin Rechitan, Romania
Josselin Cornou, Francia (residente in Australia)
Sakuma Masayasu, Giappone
Elzbieta Kurowska, Canada
Maximilian Conrad, Germania

Ritratto

Dalibor Tomic, Serbia
Carl Jeffers, Regno Unito
Saeid Moridi, Iran
Alexey Munich, Russia
Carloman Macidiano Céspedes Riojas, Perù (residente in Argentina)
Anisleidy Martínez Fonseca, Cuba (residente nei Paesi Bassi)
Alexander Vinogradov, Russia
Tim Topple, Regno Unito
Fajar Kristianto, Indonesia
Tadas Kazakevicius, Lituania

Natura morta

Nick Pershai, Bielorussia
Gijs van den Berg, Paesi Bassi
Zani Arkadina, Ucraina (residente in Germania)
Sergey Dibtsev, Russia
Iwona Czubek, Polonia
Maxim Korotchenko, Russia
Wilson Lee, Hong Kong
Esthaem, Austria
Andrés Gallardo Albajar, Spagna (residente in Estonia)
Massimiliano Balo’, Italia (residente nel Regno Unito)

Street Photography

Caio Vita, Brasile (residente nei Paesi Bassi)
Jelena Janković, Serbia
Jian Seng Soh, Malesia (residente in Irlanda)
Gimmi Corvaro, Italia
Constantinos Sofikitis, Grecia
Ge Wang, Cina
Dina Alfasi, Israele
Hendra Permana, Indonesia
Ash, Giappone
Tavepong Pratoomwong, Thailandia

Viaggio

Jose Maria Perez Nuñez, Argentina
Stéphane Couture, Canada (residente negli Stati Uniti)
Rob Wilson, Canada
Placido Faranda, Italia (residente in Svizzera)
Zhu Jianxing, Cina
Vladimir Zhoga, Russia
Ralph Gräf, Germania
Swapnil Deshpande, India
Achim Thomae, Germania
Fanjing Lu, Cina

Animali

Andreas Hemb, Svezia
Alessandra Meniconzi, Svizzera
Jan Ryser, Svizzera
Eugene Kitsios, Paesi Bassi (due volte finalista)
Fan Chen, Cina
Bar Kaufman, Israele
Natsumi Handa, Giappone
Nigel Hodson, Regno Unito

 

 

 

CONCORSO GIOVANI

Ai fotografi di età compresa tra 12-19 anni è stato chiesto di presentare un singolo scatto sul tema della “bellezza”. Il fotografo dell’anno per il concorso Giovani sarà annunciato il 20 aprile.

Helen Kiparissa, Grecia
Bella Wong, Cina (residente nel Regno Unito)
Andrej Kiripolský, Slovacchia
Taciu Rares, Romania
Katelyn Wang, Stati Uniti
Iryna Sylinnyk, Ucraina
Yujia Dou, Cina
Tanya Chinareva, Russia
Frederik Marks, Germania
Johnathan D. Chen, Stati Uniti

 

 

 

 

CONCORSO STUDENT FOCUS

Aperto agli studenti di fotografia di tutto il mondo. Il fotografo dell’anno per il concorso Student Focus sarà annunciato il 20 aprile.

Shravya Kag, School of Visual Arts, Stati Uniti (di nazionalità indiana)
Tatsuki Katayama, Kyoto University of Art and Design, Giappone
Stewart Main, Edinburgh Napier University, Regno Unito
Ruby Gaunt, Nottingham Trent University, Regno Unito
Cole Ndelu, Stellenbosch Academy of Design & Photography, Sudafrica
Nursyafiqah Azlan, Multimedia University, Malesia
Nadine Hackemer, Nuremberg Institute of Technology Georg-Simon-Ohm Faculty of Design, Germania
Sarah Schrimpf, Academy of Fine Arts Munich, Germania
Michelle Daiana Gentile, Motivarte, Argentina
Tayla Martin, Charles Sturt University, Australia

Comments

comments

LEAVE A REPLY