Fotografia Europea. L’Off all’Ostello della Ghiara

0
784
ph La Fabbrica dell'immagine

REGGIO EMILIA. Inaugurano il 2 maggio, all’Ostello della Ghiara, luogo recuperato alla città e realtà ormai consolidata nell’offerta di eventi culturali, alcune mostre del circuito “Off” di Fotografia Europea. Una proposta che sarà arricchita da qualificate presenze, tra cui quella di “Instagramers Italia”, che presenterà il progetto #italia365 – Una foto al giorno, per 365 giorni, racconto collettivo nato per costruire una “mappa” visiva dell’Italia e dei suoi innumerevoli tesori e per valorizzarne l’immenso patrimonio paesaggistico e culturale. Fino al 31 gennaio 2015, data di conclusione del progetto, una foto al giorno sarà selezionata e pubblicata su instagram, con il tag #igersitalia. Inoltre, nel corso di Fotografia Europea, all’Ostello di via Guasco sarà esposta una selezione di ottanta fotografie tra quelle pubblicate su www.instagramersitalia.it.

Martedì 27 maggio, alle 20.30, poi, “Instagramers Emilia Romagna” e “Instagramers Reggio Emilia” organizzeranno Instagramers Academy, un workshop nel corso del quale verranno presentati i numerosi progetti dedicati al racconto del territorio e alcune tecniche di “fotografia mobile”.

 

ViolinoGhiara - Coop. Ballarò
ViolinoGhiara – Coop. Ballarò

 

Ancora, l’associazione “Fondali di Carta” presenta la mostra di Michael Rivera Estevez Proteggi gli occhi 2, un viaggio dentro alle Officine Reggiane, luogo storico della città, protagonista di cambiamenti epocali, che viene riproposto come riscoperta delle tracce del tempo. Questo percorso contemporaneo si incrocia con testimonianze, memorie e approfondimenti con lo storico Antonio Canovi in un incontro che si terrà domenica 4 maggio, alle 18.30, con accompagnamento musicale di Tiziano Bellelli alla chitarra acustica. In collaborazione con l’Ostello, Fondali di carta organizza inoltre alcuni concerti, il primo dei quali venerdì 2 maggio con Johnny La Rosa; sabato 3 maggio con All Stars Jam Session e venerdì 9 maggio con Sara Loreni. L’inizio è sempre alle ore 21.

Un’altra interessante mostra nell’Ostello sarà quella curata e realizzata da Cesare Augusto Deiana, in collaborazione con la cooperativa Ballarò, che ha come oggetto la stessa cooperativa. E’ il racconto di una identità, di un nuovo concetto di cooperazione che, partendo da Palermo, abbraccia l’Italia fino a Reggio Emilia, passando per Ferrara, Campiglia Marittima e Pisa. Seguendo una linea immaginaria che parte dalla terra d’origine di Ballarò, la mostra racconta i luoghi, i volti, i personaggi e le esperienze di valore culturale che hanno fatto la storia di questa realtà cooperativa. Nella mostra, un piccolo spazio sarà dedicato ad alcuni scatti sulla pop art.

 

ph La Fabbrica dell'immagine
ph La Fabbrica dell’immagine

 

Anche “La Fabbrica dell’Immagine”, presente da anni nel Chiostro della Ghiara, partecipa con l’installazione 2.0: Oltre l’Immagine. Nell’esporre i propri progetti, gli autori stimoleranno il visitatore a non fermarsi davanti alla semplice immagine, proponendo inconsueti punti di vista.

Con la mostra Sentirsi re dello spazio infinito, la cooperativa sociale Piccolo Principe presenta ‘Extra Time’, progetto di Comune e Ausl di Reggio Emilia gestito dalla stessa cooperativa, che si concretizza in laboratori artistici per persone disabili e volontari che mettono a disposizione del progetto il loro tempo libero.

 

MareSiculiana - Coop. Ballarò
MareSiculiana – Coop. Ballarò

 

Infine, anche l’associazione culturale Nessuno[press] che dal 2013 promuove attività culturali legate al mondo dell’immagine, della fotografia e dell’arte, sarà presente nell’Ostello della Ghiara per illustrare le propria attività e progetti. Nello stand allestito nel Chiostro saranno disponibili alcune pubblicazioni, in particolare la rivista “6 mois” di cui l’associazione ha l’esclusiva per l’Italia.

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here