Foto di Darwin Bell. Fonte Flickr: https://www.flickr.com/photos/darwinbell/

L’arrivo dell’estate e delle contestuali vacanze (per quelli che se le possono permettere) sono sempre un’occasione per mettere in ordine la propria attrezzatura ed uscire a fare qualche scatto in posti che non fanno parte del quotidiano.

Se da un lato chi sceglie la montagna non ha molte preoccupazioni per quanto riguarda il trasporto e l’utilizzo dei propri strumenti fotografici, qualche pensiero in più tormenta i vacanzieri amanti delle spiagge. Può sorgere il dubbio se portare o meno la propria reflex sul bagnasciuga, se l’utilizzo della nostra amata macchina fotografica sotto l’ombrellone possa sporcarla o eventualmente danneggiarla.

Sgombrando il campo da ogni dubbio iniziale, diciamo che a meno che non vogliate impanarvi come una cotoletta rotolandovi sulla sabbia con la vostra preziosa macchina fotografica, basta qualche accorgimento.

 

 

Foto di Kenny Louie Fonte Flickr: https://www.flickr.com/photos/kwl/
Foto di Kenny Louie
Fonte Flickr: https://www.flickr.com/photos/kwl/

 

Innanzitutto consiglierei di portare con voi un’attrezzatura essenziale, in modo da evitare che rovistando nella borsa possano cadere oggetti (o peggio, di farci entrare sabbia) e, mi raccomando, se rimanete sotto l’ombrellone o seduti sul vostro telo da mare, tenete la vostra attrezzatura (oltre che nella sacca abituale) chiusa in un sacchetto di plastica robusto, mantenetela all’ombra e, per quanto possibile, in un posto non troppo caldo. Se dovete cambiare le ottiche fatelo in un luogo riparato, approfifttene per andare al bar a farvi una birra e, con calma, sostituite il vostro obiettivo (tenendo il sensore del corpo sempre rivolto verso il basso) al sicuro dal vento e dai temutissimi granelli di sabbia. Temutissimi perché oltre a potersi andare a posizionare sullo specchio o sul sensore, gli infidi granelli si potrebbero accumulare sulla lente. Nel caso, evitate di sfregare con tessuto secco (non usate la maglietta!) ma soffiateli prima via poi utilizzate un panno leggermente umido, altrimenti finirete per graffiare la lente. Se con voi avete portato la pompetta con pennellino, ancora meglio, ma non la lens pen.

 

 

Foto di Sophie Ha. Fonte Flickr: https://www.flickr.com/photos/sophiehanke/
Foto di Sophie Ha.
Fonte Flickr: https://www.flickr.com/photos/sophiehanke/

 

 

 

Potete infine rimanere assolutamente tranquilli utilizzando un filtro neutro UV, tagliando così il problema. Al termine della sessione ricordate poi di pulire non solo l’obiettivo ma l’intero corpo macchina per togliere la salsedine che si è sicuramente depositata. Se rimarrete in vacanza per un periodo superiore ai 7/10 giorni (ve lo auguro) e utilizzerete diverse volte la vostra macchina, una volta tornati ricordatevi di pulire adeguatamente lo specchio ed il sensore che saranno sicuramente sporchi.
Naturalmente se soffia un vento piuttosto forte, a meno che non dobbiate scattare per lavoro o rischiare di creare contenziosi con moglie e figli, evitate di usare la vostra reflex.  Sembrano tanti accorgimenti ma, in realtà, sono di poco superiori a quelli di un normale utilizzo.

Comments

comments

LEAVE A REPLY