Da Merano a Bologna. Ecco tutte le mostre da vedere questa estate nel Nord Italia.

 

Sebastião Salgado,Isole South Sandwich, 2009
Sebastião Salgado,Isole South Sandwich, 2009
VALLE D’AOSTA

FORTE DI BARD. Fino al 30 settembre al Forte di Bard sarà possibile vedere Genesi, la mostra con ben 245 fotografie di Sebastião SalgadoGenesi è frutto del viaggio fotografico che il fotografo ha compiuto nei cinque continenti per documentare, con immagini in un bianco e nero di grande incanto, la rara bellezza del nostro principale patrimonio, unico e prezioso: il nostro pianeta.

 

 

Francesca Woodman, senza titolo, Providence, Rhode Island 1976, stampa alla gelatina d'argento
Francesca Woodman, senza titolo, Providence, Rhode Island 1976, stampa alla gelatina d’argento

 

TRENTINO ALTO ADIGE

MERANO. Fino al 20 settembre a Merano Arte una doppia personale dedicata a Francesca Woodman (1958–1981) e Birgit Jürgenssen (1949-2003), due tra le più importanti esponenti dell’arte contemporanea. I loro lavori rappresentano due degli esempi più alti del “femminismo poetico-performativo” degli anni Settanta. E, nonostante Francesca Woodman e Birgit Jürgenssen non si siano mai incontrate, numerosi sono i parallelismi possibili tra le loro opere.

 

 

Federico Patellani, Stresa, 1949, Miss Italia, Concorrenti © Federico Patellani - Regione Lombardia / Museo di Fotografia Contemporanea
Federico Patellani, Stresa, 1949, Miss Italia, Concorrenti
© Federico Patellani – Regione Lombardia / Museo di Fotografia Contemporanea

 

 

PIEMONTE

TORINO.  fino al 13 settembre Palazzo Madama celebra l’opera del fotografo Federico Patellani con la mostra “Federico Patellani. Professione fotoreporter” a cura di Kitti Bolognesi e Giovanna Calvenzi. Patellani è stato il primo fotogiornalista italiano e uno dei più importanti fotografi italiani del XX secolo. Esposte circa 90 fotografie in bianco e nero che meglio rappresentano le tappe fondamentali della carriera di Patellani dalla fine della Seconda guerra mondiale alla metà degli anni Sessanta, quando il fotografo si dedicò soprattutto alla fotografia di viaggio.

 

 

Soldato, 1940 circa ©Die Photographische Sammlung/SK Stiftung Kultur – August Sander Archiv, Cologne; SIAE, Rome, 2015
Soldato, 1940 circa
©Die Photographische Sammlung/SK Stiftung Kultur – August Sander Archiv, Cologne; SIAE, Rome, 2015

 

LIGURIA

GENOVA. Fino al 23 agosto Palazzo Ducale ospita una mostra unica dedicata ad August Sander,  uno dei massimi fotografi tedeschi del XX secolo. In mostra ci sono più di 100 immagini che offrono una panoramica sulla sua intera e variegata produzione tra cui gli scatti della sua serie più famosa “Uomini del XX secolo”, uno spaccato della società del suo tempo con uomini di tutte le età, di tutte le classi sociali impegnati nelle più disparate occupazioni.

 

 

Usa, New York, 1956 Credit: Elliott Erwitt
Usa, New York, 1956 Credit: Elliott Erwitt

 

 

CASTELNUOVO MAGRA (SP). Fino all’11 ottobre gli spazi della Torre del Castello dei Vescovi di Luni saranno cornice esclusiva di Icons. La mostra, allestita dall’architetto Peter Bottazzi, ripercorre la carriera e i temi principali della poetica del grande fotografo e artista americano Elliott Erwitt, attraverso 42 scatti da lui stesso selezionati come i più rappresentativi, quale sintesi della sua arte.

 

 

La stagione della fioritura del caffè nella fattoria Dutra. Comune di São João do Manhuaçú, regione di Mata, Stato di Minas Gerais, Brasile 2014. © Sebastião Salgado/Amazonas Images
La stagione della fioritura del caffè nella fattoria Dutra. Comune di São João do Manhuaçú, regione di Mata, Stato di Minas Gerais, Brasile 2014. © Sebastião Salgado/Amazonas Images

 

VENETO

VENEZIA. Fino al 27 settembre in anteprima assoluta sarà esposta alla Fondazione Bevilacqua La Masa, la mostra “Profumo di Sogno. Viaggio nel mondo del caffè” di Sebastião Salgado. In mostra una selezione di 80 scatti che raccontano gli uomini e le donne del caffè. Una storia di persone, di paesaggi, di rapporto armonioso con la terra raccontata attraverso immagini in bianco e nero dal forte impatto espressivo, evocativo ed emozionale.

 

 

Guido Guidi
Guido Guidi

 

 

FRIULI

SAN VITO AL TAGLIAMENTO. Fino all’11 ottobre all’ex Essiccatoio bozzoli sarà esposta “Guardando ad Est” con scatti di Guido Guidi. La mostra verte sui non luoghi, prodotto della società contemporanea, divenuta incapace di integrare in sé i luoghi storici, invece confinati e circoscritti alla stregua di curiosità o di oggetti interessanti.

 

Presa di Coscienza sulla natura, anni '80-90, Gelatin Silver Print, Vintage, Copyright Rita Giacomelli, Courtesy Archivio Mario Giacomelli - Sassoferrato
Presa di Coscienza sulla natura, anni ’80-90, Gelatin Silver Print, Vintage, Copyright Rita Giacomelli, Courtesy Archivio Mario Giacomelli – Sassoferrato

 

UDINE.  Fino al 13 settembre alla galleria fotografica ‘Tina Modotti’ sarà possibile visitare la mostra fotografica “Mario Giacomelli. Paesaggi”. Giacomelli è stato uno dei grandi maestri della fotografia del Novecento e i paesaggi rappresentano il suo modo di raccontare il dramma dell’esistenza.

 

Mosca Quartiere Piatinsky 1966  © Piergiorgio Branzi - Courtesy Contrasto Galleria Milano
Mosca Quartiere Piatinsky 1966 © Piergiorgio Branzi – Courtesy Contrasto Galleria Milano

 

 

 

LOMBARDIA

MILANO. Fino al 12 settembre al Leica Galerie store in mostra 30 fotografie Piergiorgio Branzi. Il Flâneur – come lo definiva Charles Baudelaire – è il gentiluomo che vaga per le vie cittadine, immergendosi nei luoghi e provando emozioni nell’osservare il paesaggio. Piergiorgio Branzi è sempre stato fedele a questo approccio alla fotografia e rappresenta il maestro del “ritratto ambientato”.  Monsignori, bambini, borghesi, paesani, colti di sorpresa, con sottile sarcasmo, restano in equilibrio tra un lirismo sommesso e una vivida caratterizzazione psicologica.

 

 

Giulia Ticozzi_exposed_palazzo marino corridoio
Giulia Ticozzi_exposed_palazzo marino corridoio

 

 

MILANO.  Fino al 20 settembre Forma Meravigli ospita ‘Exposed Project‘  una mostra-laboratorio sulle trasformazioni della città di Milano a cui tutti possono partecipare.  Un modo per riflettere sui cambiamenti di una città, affrontarli sotto tutti i punti di vista attraverso l’immagine, e confrontarsi, partecipare, essere parte attiva del progetto.

 

 

Gambella, Ethiopia, 2012. Local workers in the rice filelds of Saudi Star in Gambella. Saudi Star, which belong to the Sheik Al-Almoudi, plans to spend up to $2bn acquiring and developing 500,000 hectares of land in Ethiopia in the next few years.
Gambella, Ethiopia, 2012. Local workers in the rice filelds of Saudi Star in Gambella. Saudi Star, which belong to the Sheik Al-Almoudi, plans to spend up to $2bn acquiring and developing 500,000 hectares of land in Ethiopia in the next few years.

 

 

 

MILANO. Fino al 1° settembre ad Area35 Land Inc. del collettivo TerraProject. La mostra, già esposta al festival di Cortona On The Move, è un viaggio attraverso il Brasile, Dubai, Etiopia, Indonesia, Madagascar Filippine e Ucraina per documentare ciò che alcuni definiscono una forma di neocolonialismo, e altri ritengono invece una possibilità di sviluppo: il land grabbing e i crescenti investimenti nell’agricoltura di stampo industriale.

 

 

Vincenzo Castella, Milano, 2013
Vincenzo Castella, Milano, 2013

 

 

MILANO. Fino al 30 agosto allo spazio Oberdan la mostra “Ieri Oggi Milano 2015” con fotografie tratte dalle collezioni del Museo di Fotografia Contemporanea. Si tratta di un insieme di 170 fotografie e opere video, dal secondo Dopoguerra ai giorni nostri, di più di 40 autori italiani e stranieri, che raccontano i grandi mutamenti che hanno cambiato il volto della città di Milano sia dal punto di vista urbanistico che socio-economico e culturale.

 

 

Mario Cresci, dalla serie Ritratti Reali, Oliveto Lucano, 1973
Mario Cresci, dalla serie Ritratti Reali, Oliveto Lucano, 1973

 

 

MILANO. Fino al 6 settembre un viaggio fotografico, fatto di racconti privati all’interno delle case e degli affetti. E’ questo “Racconti privati. Interni 1967 – 1978”, un’esposizione a cura a di Roberta Valtorta con scatti di Mario Cresci al Museo di Fotografia Contemporanea.

 

 

Art Kane,The Who, "Life", New York, 1968
Art Kane,The Who, “Life”, New York, 1968

 

EMILIA ROMAGNA 

MODENA. Fino al 20 settembre alla Galleria civica una mostra dedicata ad Art Kane a vent’anni dalla sua scomparsa e nel novantesimo anniversario della sua nascita. Per la prima volta in Italia saranno esposte un centinaio di fotografie classiche e inedite tra cui ritratti alle icone della musica degli anni Sessanta, una sezione dedicata all’impegno civile, a visionarie riflessioni esistenziali ricavate dal “sandwich” di più diapositive, a illustrazioni fotografiche dei testi di Dylan e dei Beatles e alla moda, senza dimenticare le evoluzioni della società americana. Il tutto fissato con sguardo tanto originale e visionario di Art Kane.

 

 

Pieter Hugo, Jatto with Mainasara, Ogere-Remo, Nigeria, 2007 dalla serie “Gadawan Kura – The Hyena Men Series II”. Courtesy l’artista - Collezione Fondazione Cassa di risparmio di Modena
Pieter Hugo, Jatto with Mainasara, Ogere-Remo, Nigeria, 2007 dalla serie “Gadawan Kura – The Hyena Men Series II”. Courtesy l’artista – Collezione Fondazione Cassa di risparmio di Modena

 

 

MODENA. Fino al 6 settembre ventisei artisti provenienti da tutto il mondo e settanta opere tratte dalle collezioni permanenti della Fondazione Cassa di risparmio di Modena saranno in mostra al Foro Boario  per “Strange Worlds”. Un racconto di altri mondi, vicini e lontani, dove le dinamiche sociali, culturali, religiose in atto si intrecciano dando vita a storie inedite per un susseguirsi emozionante di volti e costumi, un mosaico interattivo in grado di comporre una fotografia reale e tangibile della nostra contemporaneità.

 

 

Vera Lutter Battersea Power Station, II, July 3, 2004
Centrale elettrica di Battersea, II, 3 luglio, 2004                               Unique silver gelatin print 192 x 427 cm  © Vera Lutter, Courtesy of the artist , New York
Vera Lutter
Battersea Power Station, II, July 3, 2004
Centrale elettrica di Battersea, II, 3 luglio, 2004                             
Unique silver gelatin print
192 x 427 cm
© Vera Lutter, Courtesy of the artist , New York

 

 

BOLOGNA. Fino al 6 settembre Mast PhotoGallery dedica una mostra al mondo dell’industria contemporanea. Con “Industria, oggi” sono esposte opere di ventiquattro artisti e fotografi moderni (tra cui Olivo Barbieri,  Vera Lutter, Trevor Paglen, Sebastião Salgado, Thomas Struth, Hiroshi Sugimoto, Carlo Valsecchi, Massimo Vitali) per proporre una riflessione sulla rappresentazione del paesaggio industriale.

 

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here