BOLOGNA. Un master in fotografia di ricerca. E’ questo uno dei percorsi formativi proposti da Spazio Labò rivolto a fotografi, artisti e curatori intenzionati a intraprendere un percorso di ricerca che possa portare a una rappresentazione consapevole del proprio immaginario.

Il corso sarà tenuto da Domingo Milella – i cui lavori hanno fatto il giro del mondo – e attraverso l’analisi del percorso autorale e degli interessi di ciascun partecipante, si individueranno strumenti ad hoc che permetteranno la trasposizione delle idee in fotografia e opera artistica.

 

Castellaneta, Italy 2010 Milella
Castellaneta, Italy 2010 Milella

 

Nel percorso formativo verrà superato il concetto di immagine come illustrazione e si raggiungerà, attraverso l’ascolto del proprio “io”, all’identificazione e realizzazione di un progetto fotografico personale in chiave artistica/concettuale.

Unitamente a questo processo di ricerca emergeranno tutti gli aspetti che contraddistinguono la carriera di un professionista del calibro di Domingo Milella. Il percorso formativo include due sessioni di incontro nel luogo più significativo per il docente, la “fucina” in cui le idee si strutturano e prendono forma: lo studio Milella di Bari.

 

“Per me la Fotografia è imprescindibile dal Tempo.” Domingo Milella

 

E’ questa l’affermazione di Domingo Milella da cui partire per imparare ad abbassare il volume, e capire che la fotografia non è solo illustrazione. Fotografare non vuol dire solo produrre immagini, vuol dire evocare (nel senso letterale) un senso. Per sviluppare questo complesso percorso ciascun partecipante sarà chiamato a portare con sé il proprio background, i propri riferimenti artistici e culturali, le proprie idee, ossessioni, curiosità, paure e fantasie al fine di poter sviluppare con esse un percorso metodologico per esprimere la propria voce artistica.

 

Tomb of King Midas, Turkey 2011 Milella
Tomb of King Midas, Turkey 2011 Milella

 

Da qui, guidati da Domingo, gli allievi apprenderanno un linguaggio narrativo preciso, che li porterà ad elaborare uno sguardo molto personale, un cammino di ricerca composto da elementi reali e immaginari.

Il Master si propone come un viaggio interiore nella vita, nell’immaginario e nei sogni dei partecipanti. Si lavorerà a stretto contatto e il docente costruirà un ponte tra il visibile e l’invisibile, tra ciò che è semplicemente un luogo e ciò che diventa memoria, ricordo, impronta di tutti i sensi. All’interno del gruppo ristretto che si andrà a creare con i partecipanti del Master, Domingo Milella condividerà la grammatica che ha dovuto apprendere per sé stesso, per la sua ricerca, per l’elaborazione artistica del suo mondo interiore.

 

Cheops and Chephren, Egypt 2009 Milella
Cheops and Chephren, Egypt 2009 Milella

 

Il master vuole porre attenzione sul percorso personale che porta il proprio immaginario a diventare reale espressione attraverso la fotografia, dando molta rilevanza alla fase di costruzione concettuale. Allo stesso tempo, chi si occupa di curatela potrà elaborare un linguaggio personale da applicare all’analisi dell’immagine, e alla costruzione di narrazioni espositive. Il Master prevede anche lezioni nei luoghi più cari a Milella stesso, per mostrare la complessa via della ricerca intrapresa dal docente, evitando scoperte sconvolgenti e immagini rivoluzionarie ma ascoltando il respiro del tempo, modulando la luce e l’oscurità, ricercando il miracolo della fotografia.

 

 

OBIETTIVI 

Il master è strutturato per far sì che ogni partecipante possa acquisire le capacità e la consapevolezza necessarie per sviluppare o affinare il proprio percorso di ricerca personale, sia dal punto di vista della produzione artistica, sia dal punto di vista curatoriale, a seconda delle esigenze dei partecipanti.

A CHI SI RIVOLGE IL MASTER

Il Master in Fotografia di Ricerca condotto da Domingo Milella è rivolto a chiunque abbia un forte interesse per l’immagine e la ricerca basata su di essa; pertanto il master è aperto non solo a fotografi ed artisti che lavorano con l’immagine ma anche a curatori e a chiunque abbia intenzione di intraprendere un percorso di analisi dell’immaginario personale e collettivo. Ai partecipanti chiediamo di portare un portfolio con una selezione delle proprie immagini (se fotografi/artisti) unitamente ad altri elementi che compongono il proprio immaginario: libri, album musicali, immagini realizzate da altri, film etc…

 

Cuautepec, nocturne, Mexico City 2004 Milella
Cuautepec, nocturne, Mexico City 2004 Milella

 

Domingo Milella è nato nel 1981 a Bari, dove ha vissuto fino all’età di 18 anni. Dopo essersi trasferito a New York, ha studiato fotografia presso la School of Visual Arts sotto la guida di Stephen Shore. Ha lavorato con Massimo Vitali e successivamente con Thomas Struth, che è stato il suo mentore, colui che ha maggiormente influenzato il suo lavoro. Le sue fotografie hanno fatto il giro del mondo, sono state esposte alla galleria Brancolini Grimaldi di Londra, alla Tracy Williams di New York, al Foam Museum di Amsterdam, al MACRO di Roma, alla 54° Biennale di Venezia e a Les Rencontres de la Photographie di Arles. Le sue opere sono state inserite in importanti collezioni nazionali e internazionali tra cui la Margulies Collection di Miami e la Borusan Contemporary di Istanbul. Tra le mostre personali si ricordano quelle presso Doppelgaenger (Bari, 2016), Grimaldi Gavin (Londra, 2015), Tracy Williams Ltd (New York, 2014), Brancolini Grimaldi (Londra, 2012), e la mostra Orli Estremi di Qualche Età Sepolta curata da 3/3 presso Palazzo Coiro (Castelmezzano, 2011). Tra le collettive cui l’artista ha preso parte Italy Inside Out presso Palazzo della Regione (Milano, 2015), Esprit Mediterranéen presso la Pinacoteca di Bari (2011), Giovane fotografia di ricerca in Puglia presso la Fondazione Museo Pino Pascali (Bari, 2011), Egosistemi – Nature Becomes Art presso Palazzo Panichi (Pietrasanta, 2011). Nel 2014 pubblica con Steidl la sua prima monografia, Domingo Millella, e nel 2015 è tra i curatori della mostra Tempo al Tempo presso Roman Road (Londra).

Nel 2017 è stato vincitore del Lucca Photolux Award. Nel corso degli ultimi dieci anni i soggetti del fotografo barese sono state le città ed i loro confini: cimiteri e villaggi, grotte e case, tombe e geroglifici. I segni della presenza dell’uomo sulla terra.

Attualmente vive fra Bari e Londra. Le sue opere sono rappresentate da Brancolini Grimaldi (Londra) e da Tracy Williams (New York).

 

MASTER IN FOTOGRAFIA DI RICERCA

 

QUANDO: dal 5 aprile al 14 ottobre 2018, frequenza nel weekend.

DOVE: Spazio Labo’ | Centro di fotografia, Strada Maggiore 29, Bologna.

PROMO: il Master è in promozione fino al 2 marzo 2018. Student promo per universitari e studenti di fotografia.

MAGGIORI INFORMAZIONI:

http://www.spaziolabo.it/master-di-alta-formazione-in-fotografia/master-in-fotografia-di-ricerca/

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI:

www.spaziolabo.it

info@spaziolabo.it 

339 4534132

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here