Dal 1° al 3 febbraio torna a Bologna Fruit Exhibition 2019, il market internazionale dell’editoria d’arte indipendente.

A Palazzo Isolani, in via Santo Stefano 16, si potranno dunque sfogliare le più interessanti pubblicazioni cartacee e digitali inclusi libri d’artista, cataloghi, progetti grafici, riviste, cartotecnica e zine.


La settima edizione della manifestazione – che per la prima volta si affaccia sulla suggestiva piazza Santo Stefano nota per le sue Sette Chiese – porterà al pubblico una selezione di oltre 100 tra i migliori editori indipendenti italiani e stranieri. 

Senza contare le conferenze, workshop, mostre e installazioni.

Omaggio allo humor

Fruit Exhibition, che lo scorso anno ha attratto 6.000 visitatori, si svolge anche quest’anno in concomitanza con Arte Fiera e Art City.
 
Come omaggio alla capacità di sorridere degli imprevisti e dei piccoli e grandi paradossi della vita quotidiana, Fruit Exhibition dedica il focus di questa edizione allo humor – per cui è stato dedicato anche un premio che proseguirà fino a marzo.

Perché in Italia per occuparsi di cultura (e di editoria) è sempre necessario un po’ di buon-umore.

Perché c’è bisogno di leggerezza, di colori shock, di stupore, di ironia, di satira e anche di humor nella sua accezione viscerale di fluido corporale, forza vitale che trascina al di là della forma e degli stili.

fruit exhibition bologna
Skinnerboox, No more no less

La mostra di Cosimo Veneziano

Cronòtopo la narrazione della biblioteca attraverso l’arte è il progetto che l’artista Cosimo Veneziano ha concepito per l’anniversario di Salaborsa.

Questo a partire da una sua residenza nella città di Bologna che l’ha portato a creare manifesti e segnalibri per la storica biblioteca bolognese e realizzare infine, una mostra che si terrà nei giorni di Fruit Exhibition.

Le opere che verranno esposte in biblioteca sono l’esito del lavoro che l’artista ha fatto sul luogo, conservando un forte legame con esso e con la sua memoria collettiva.

FRUIT exhibition bologna
FOX Craft_MODULAR _ Bauhaus

Workshop e talk

Tra le attività a cui si potrà aderire nei giorni del festival non mancano i workshop.

Come Indie Paper con Edizioni del Frisco e Francesco Ciaponi incentrato sul fenomeno della rinascita dei magazine indipendenti per concludere con la progettazione e realizzazione di una zine o un magazine a tema libero e rigorosamente analogico.

Oppure Art Tattoo Shop con Erik Kessels e Chantal Rens dove i due artisti danesi inviteranno i partecipanti a creare e giocare con immagini e collage.

Tra le attività a cui si potrà aderire nei giorni del festival non mancano i talk, tra cui Big data e design: come l’infografica ha cambiato i giornali con Marco Enrico Giacomelli (vice direttore di Artribune) e Stefano Cipolla (Art director L’Espresso) e Italian paper, il magazine indipendente oggi in Italia con i maggiori protagonisti della rinascita dei magazine cartacei italiani.

Seguirà poi la presentazione di Art Book Stories un documentario sull’editoria indipendente artistica che l’Associazione Crudo sta girando con la collaborazione di vari partners, tra cui la fondazione FITSTIC.

Non mancheranno poi le presentazioni di libri, che vede protagonisti, tra gli altri, Alterazioni Video e Fosbury Architecture che parleranno di Incompiuto: La nascita di uno stile edita da Humboldt Books.

Fruit Exhibition1 | 2 | 3 febbraio 2019. Palazzo Isolani, via Santo Stefano 16, Bologna

Orari: venerdì 1 gennaio 19 – 00; sabato 2 gennaio 11 – 00; domenica 3 gennaio 11 – 21
Ingresso: biglietto al costo di 6 euro, valido per le tre giornate

Info su espositori: www.fruitexhibition.com

Fruit Exhibition è un progetto di Crudo con il sostegno del Comune di Bologna e di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, e segnalato da ART CITY Bologna 2019.
 

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here