MILANO. Glenda Cinquegrana Art Consulting parteciperà a Mia Photo Fair 2017, la fiera internazionale dedicata alla fotografia e all’immagine in movimento, che si terrà negli spazi di The Mall Porta Nuova a Milano dal 10 al 13 marzo 2017.

Lo stand della fiera è ispirato ad un progetto espositivo dedicato alla fotografia in bianco e nero: gli artisti in esposizione saranno Gabriele Croppi, Mario Cucchi e Ivano Zanchetta hanno fatto del bianco e nero una cifra stilistica del loro lavoro fotografico.

 

Gabriele Croppi_London
Gabriele Croppi
London #01, from Methaphysics of the Urban Landscape
Anno 2011
84 x 60 cm
Stampa Fine Art Gliclée su carta cotone
9 + 2 AP
Courtesy l’artista e Glenda Cinquegrana Art Consulting

 

Gabriele Croppi ha, nell’arco di tutta la sua carriera, fatto del bianco e nero applicato ai sui paesaggi metafisici di città metropolitane, la cifra stilistica del suo lavoro fotografico, dove questa gli ha valso diversi premi e riconoscimenti internazionali. Di Croppi in mostra una serie dei suoi lavori tratti dalla serie delle Metaphysics of the Urban Landscape, in cui il bianco e nero è lo strumento per creare una dimensione metafisica del paesaggio urbano, al tempo stesso ambigua e convincente.

 

mario cucchi come
Mario Cucchi
Comb #05, dalla serie Six thoughts on the same thing
Anno 2015/16
Stampa fine art su carta cotone
cm 30 x 40 cm
ed. 1/6
Courtesy l’artista e Glenda Cinquegrana Art Consulting

 

Il secondo fotografo è Mario Cucchi, che invece ha usato il bianco e nero come cifra stilistica per definire i limiti di un lavoro seriale analitico sugli oggetti, intitolato Six Thoughts of the Same Thing. Il bianco e nero fotografico come scelta stilistica, che unita ad un uso sapiente della luce, è tale da dare agli oggetti di uso quotidiano significati semantici nuovi ed inediti, in una visione che prende a piene mani dal surrealismo storico e contemporaneo. Il bianco e nero è funzionale a creare parallelismi visivi con un’epoca pionieristica della fotografia, oltre che elemento di unità formale in di un progetto che si caratterizza per una notevole varietà strumenti fotografati, esplorati nella dimensione dei sei scatti.

 

Ivano Zanchetta_Lignano
Ivano Zanchetta
Lignano, Mare Adriatico, dalla serie Mareggiando
Anno 2008-2013
Stampa alla gelatina dei sali d’argento da negativo
Cm 22 x 22
Ed. 1/6
Courtesy l’artista Glenda Cinquegrana Art Consulting

 

Ivano Zanchetta ha fatto del bianco e nero applicato al tema classico del paesaggio una cifra caratteristica di un lavoro fotografico che punta alla suggestione poetica e all’evocazione, in un costante dialogo con i maestri classici della fotografia del genere in bianco e nero, come Mimmo Jodice e Michael Kenna. Zanchetta ha fatto dell’artigianalità della stampa una caratteristica del tutto tipica del suo lavoro di fotografo, fatto di pose lunghe e di attese. Nelle sue immagini, l’essenzialità minimale degli elementi architettonici e naturali è tutta funzionale a riprodurre la visione poetica e suggestiva della natura. I toni saturi dei neri, che costituiscono la portata naturale di una pratica fotografica molto tradizionale, sono elementi funzionali alla costruzione di una poetica della visione, più che di una visione poetica.

 

 

Gabriele Croppi, Mario Cucchi e Ivano Banchetta a Mia Photo Fair 2017 

Dove: Corridoio B, Stand n. 15. The Mall, Porta Nuova Varesine, Piazza Lina Bo Bardi 1, Milano

 

Quando: dal 10 al 13 marzo 2017, dalle 12.00 alle 20.00.

Venerdì 10 marzo, dalle 12.00 alle 21.00.

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here