Proseguirà fino al 22 settembre Friuli Venezia Giulia Fotografia 2019, la manifestazione fotografica che valorizza gli autori più significativi sulla scena nazionale e internazionale.

L’evento è promosso dal Craf (Centro Ricerca e Archiviazione della Fotografia), in collaborazione con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, e il sostegno della Fondazione Friuli.

E, in occasione della 33esima edizione, presenterà 3 mostre di 3 fotografi che hanno saputo raccontare luoghi e persone con lo spirito pionieristico della scoperta e della testimonianza.

Friuli Venezia Giulia Fotografia 2019
Cariño. Affection. Maclovio Rojas, Mexico

Si tratta degli Sguardi differenti di Giulia Iacolutti (Premio Friuli Venezia Giulia come autrice regionale), dello storico fotoreporter di “Epoca” Giorgio Lotti (cui va il premio nazionale alla carriera) e dell’argentino Martín Weber (vincitore dell’International Award of Photography).

Friuli Venezia Giulia Fotografia 2019
Mayo 14, 2016. San Cristobal de las casas, Chiapas, Mexico. Siamese embalmed calf in a butcher shop.

Giulia Iacolutti

La fotografa esporrà per la prima volta in Italia, alle Antiche Carceri di San Vito al Tagliamento, il suo progetto Jannah. Il giardino islamico del Chiapas.

Questa è la testimonianza del tempo trascorso a stretto contatto con una piccola comunità isolata del Messico, dove la dottrina musulmana e le tradizioni indigene hanno trovato una forma di armonica convivenza.

 Friuli Venezia Giulia Fotografia 2019
Ayudar a mis hijos que están en los Estados Unidos a pagar su deuda al coyote. To help my children who are in the United States to pay their debt to the coyote. Quetzaltenango. Guatemala

Martin Weber

A Palazzo Tadea a Spilimbergo, dal 29 giugno al 18 agosto, invece, il fotografo argentino Martín Weber presenterà la sua Mapa de Sueños Latinoamericanos.

Si tratta di un originalissimo, toccante, poetico viaggio attraverso desideri e speranze di centinaia di persone incontrate in America Latina che su una piccola lavagna nera hanno scritto il proprio desiderio o sogno irrealizzato.

Ne è nato un percorso fotografico che esplora le condizioni di vita dei soggetti ritratti nei loro contesti personali, politici, sociali e storici e spesso rivela l’impatto che le politiche governative hanno avuto, e ancora hanno, sugli individui.

 Friuli Venezia Giulia Fotografia 2019

Giorgio Lotti

Cina Cina Cina è infine il progetto di Giorgio Lotti, ospitata dal 24 agosto al 22 settembre 2019 a Palazzo Tadea a Spilimbergo.

In mostra settanta fotografie (a colori e in bianco e nero) realizzate fra il 1974 e il 2002 che documentano una terra lontanissima non solo geograficamente dall’Italia del Dopoguerra, le enormi trasformazioni economiche, politiche e sociali che hanno coinvolto il Paese e i suoi abitanti.

Una Cina che oggi forse non esiste più o che, forse, si nasconde dietro la modernità.

Friuli Venezia Giulia Fotografia 2019
esercito cinese durante l’addestramento militare Giorgio Lotti

Info pratiche

Giulia Iacolutti. Jannah. Il giardino islamico del Chiapas
Dal 22 giugno al 1 settembre 2019 alle Antiche Carceri San Vito al Tagliamento

Sabato, domenica: 10.30—12.30 e 15.30—19

Martín Weber. Mapa de sueños latinoamericanos 1992—2019 e Giorgio Lotti
Cina Cina Cina

Dal 29 giugno al 18 agosto 2019 la mostra di Weber e dal 24 agosto al 22 settembre 2019 la mostra di Lotti a Palazzo Tadea, Spilimbergo

Mercoledì, giovedì, venerdì 16 —20. Sabato e domenica 10.30—12.30 e 16—20

Ingresso gratuito