Home Italia A Milano una mostra che racconta il fenomeno del land grabbing

A Milano una mostra che racconta il fenomeno del land grabbing

A Milano una mostra che racconta il fenomeno del land grabbing
Gambella, Ethiopia, 2012. Local workers in the rice filelds of Saudi Star in Gambella. Saudi Star, which belong to the Sheik Al-Almoudi, plans to spend up to $2bn acquiring and developing 500,000 hectares of land in Ethiopia in the next few years.

MILANO. Prosegue la rassegna “Hungry Eyes” promossa dal festival internazionale di fotografia Cortona On The Move e da StudioMetria, in occasione degli eventi collaterali di Expo, per nutrire la mente – in pieno tema Expo Milan- con la cultura e la fotografia.

Dopo Allard, quindi, ad Area35 (via Vigevano, 35) dal 3 luglio sarà ufficialmente open free la seconda mostra in programma, Land Inc. del collettivo TerraProject, già esposta al festival di Cortona On The Move.

 

 

Land Inc. Terra Project

 

 

[quote_box_center]Land Inc. è un viaggio attraverso il Brasile, Dubai, Etiopia, Indonesia, Madagascar Filippine e Ucraina per documentare ciò che alcuni definiscono una forma di neocolonialismo, e altri ritengono invece una possibilità di sviluppo: il land grabbing e i crescenti investimenti nell’agricoltura di stampo industriale. Nel 2009 siamo venuti a conoscenza dell’impatto che la crisi alimentare dell’anno precedente ha avuto sui cambiamenti nelle strategie di investimento di governi e investitori privati. Paesi che facevano affidamento sulle importazioni per soddisfare la domanda alimentare interna hanno iniziato ad acquisire o affittare terreni fertili in altre nazioni per produrre alimenti da esportare nei propri mercati interni, mentre gli investitori privati hanno visto il cibo e la produzione di biocarburanti come una nuova e fiorente fonte di profitto. Questa corsa per le terre fertili ha avuto una serie di ripercussioni nei paesi colpiti. Indigeni e contadini sono stati allontanati con la forza dalle proprie terre, perdendo l’accesso alla loro unica fonte di sostentamento. Latifondi monocolturali hanno iniziato a sostituire le piccole produzioni agricole, riducendo la biodiversità delle piante coltivate localmente. E con l’espansione del mercato dei biocarburanti, terra e acqua vengono sfruttati per coltivazioni non alimentari. In molti casi, questo fenomeno ha un notevole impatto ambientale, causando deforestazione, inquinamento e il controllo delle risorse idriche. Land Inc. è una documentazione degli agenti e delle forze coinvolte in questo fenomeno.[/quote_box_center]

 

 

AGRAme, Middle East largest event on agricolture business, held in the World Trade Center of Dubai.
AGRAme, il più grande evento d’affari per l’agricoltura del Medio Oriente, svoltosi nel World Trade Center di Dubai.

 

 

L’ingresso, come dicevamo, è libero. Tutti i giorni dalle 10 alle 22.

 

Exit mobile version