Home Italia Luoghi come narrazioni negli scatti di Eliana Bozzi

Luoghi come narrazioni negli scatti di Eliana Bozzi

Incontri discreti - Per mano, Matera. Immagine © Eliana Bozzi

PORDENONE. L’osservazione come narrazione, in un itinerario fatto di case, palazzi, costruzioni. E’ questo il filo rosso che collega le immagini della mostra “Sottotitoli a seguire” di Eliana Bozzi che saranno ospitati, dal 5 marzo, al Castello di San Vito al Tagliamento.

 

Linee in Trasformazione – Opere donate – Lions Club – Matera. Immagine © Eliana Bozzi

 

L’autrice propone un itinerario nel quale si propone di comunicare una personale indagine attraverso l’analisi di un iter osservativo: il fascino delle case, dei palazzi, di ogni costruzione che cela oltre il diaframma di porte, muri e finestre il vissuto, l’anima che nel quotidiano vi giace. L’osservazione si traduce in narrazione, nella ricomposizione di frammenti di vita riconducibili alle esistenze racchiuse entro quelle architetture, evidenziandosi in forme compositive e in luci.

 

 

Il titolo, “Sottotitoli a seguire”, nasce dal fatto che gli scatti sono stati raggruppati in sezioni emozionali indipendenti, coerenti ciascuna al suo interno, ma volutamente indipendenti nella loro totalità. L’idea è quella di far corrispondere ogni immagine ad una minima ma percettibile emozione e di creare, per ogni insieme, una comune sensazione.

 

 

Il dentro fuori – Voglia di esagerare “un pò”- Asti. Immagine © Eliana Bozzi

 

 

Sottotitoli a seguire

Dove: Castello, via Guglielmo Marconi 3, San Vito al Tagliamento (Pordenone)

Quando: dal 5 al 28 marzo 2016

Orari: il sabato e la domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19

Ingresso: libero

Info: tel. 0434.80251 | www.imagetif.net

 

Exit mobile version