Micalizzi sta meglio. Cesura: “Ti aspettiamo”

898
Gabriele Micalizzi
Gabriele Micalizzi, foto Fb CesuraLab

Migliorano le condizioni di Gabriele Micalizzi, il fotoreporter italiano rimasto ferito durante l’offensiva curdo-americana nel nord del Siria contro i miliziani dell’Isis.

Lo fa sapere, in un post pubblicato su Facebook, il collettivo CesuraLab di cui Micalizzi è tra i soci fondatori. 

In seguito agli eventi appena trascorsi riguardanti il ferimento del nostro fotografo, socio fondatore, amico e fratello Gabriele Micalizzi in Siria desideriamo aggiornarvi sulle sue condizioni“.

Un post pubblicato per smentire alcune voci, circolate in rete, sulla sua salute ma anche per informare amici e colleghi sulle condizioni di Micalizzi, ferito in un attacco in Siria.

Il post su Facebook


Gabriele – si legge nel post – si trova attualmente ricoverato nell’ospedale militare di Baghdad ed è seguito dai medici sul posto che stanno gestendo le lesioni riportate al volto e alle braccia. Ieri abbiamo parlato nuovamente al telefono con lui e ci ha confermato di stare bene, di essersi alzato e di vedere da entrambi gli occhi anche se in maniera ancora offuscata.
Siamo quindi felici di poter smentire le notizie circolate sulla perdita dell’occhio sinistro ma dispiaciuti che, come in precedenti occasioni, alcuni organi di stampa abbiano fatto circolare notizie senza operare un doveroso fact checking
“.