Workshop. Mapping e selftelling

1720

LECCE. Si svolgerà dal 24 al 28 luglio, a Lo.ft locali fotografici il workshop ‘Mapping e selftelling‘ con Luna Coppola e Silvia Campidelli.

Il workshop ha l’obiettivo di guidare i partecipanti attraverso la fotografia, l’autoritratto e il disegno di mappe ad esplorare i luoghi partendo dal Sé, in una relazione identitaria con il paesaggio esterno ed interno. I partecipanti lavoreranno con la fotografia e l’autoritratto sullo spazio come un campo in cui l’identitá dell’individuo si costruisce per diventare il soggetto narrante, mentre attraverso il disegno traducono in un aspetto concreto, stabile, e relativamente durevole memorie, manifestazioni e contenuti del se evanescenti, effimeri che si traducono in una geografia emozionale.

Il processo del workshop mira a rendere ogni partecipante soggetto narrante che ci guida all’interno, all’esplorazione del suo percorso nella sua personale geografia: la memoria e l’esperienza a cui ognuno fa ricorso per rappresentare la sua identitá e la sua cartografia, rivela le emozioni dietro al vissuto, che condivise in un processo comune, permettono di costruire osservazioni personali e collettive e facilita la visione di altri possibili percorsi.

 

selfscapefoto4

 

Con un focus sulle similitudini tra paesaggio interiore ed esteriore e sull’uso di differenti forme di narrazione visiva, il laboratorio si propone di fornire gli strumenti teorici e pratici per guidare i partecipanti nello sviluppo di una cartografia in formato cartaceo.

Attraverso elementi della narrazione visiva applicata alla fotografia i partecipanti utlizzeranno l’autoritratto come un campo in cui l’identitá dell’individuo si costruisce per diventare il soggetto narrante, e il disegno di percorsi e mappe traduce memorie, manifestazioni e contenuti del sé evanescenti, effimeri in aspetto concreto, stabile, e relativamente durevole.

La riflessione che si fará in questo laboratorio sará focalizzata su domande quali: Come mi rappresento? Ció che vedo di me corrisponde a quello che sento? In che modo una mappa puó essere identitaria?

I partecipanti saranno accompagnati in un viaggio rivolto verso la loro interioritá per renderli consapevoli della ricchezza della geografia emozionale che ognuno possiede, e della similitudine e differenza che puó celarsi tra paesaggio visibile ed invisibile.

L’obiettivo è l’individuazione e quindi la condivisione di una geografia emozionale, di una identitá che si é formata e che é legata ai percorsi scelti, e ai luoghi vissuti.

 

selfscapefoto5

 

l workshop avranno la forma di laboratorio artistico: ogni partecipante svilupperá, guidati dalle docenti, una propria ricerca artistica personale sul territorio. La ricerca prevede un viaggio di cinque giorni duranti i quali si percorreranno diversi chilometri, scoprendo un sistema territoriale diffuso, indefinito e metaforico nel perimetro urbano e non. Parallelamente si lavorerà sulla rappresentazione di se stessi nello spazio tracciando itinerari individuali e collettivi.

 

REQUISITI: Conoscenza tecnica fotografica. Possedere una macchina fotografica con 1 lente, PC/MAC portatile possibilmente con programma Adobe Photoshop e un pen-drive USB.

PRODOTTO FINALE: Creazione di un progetto personale che ha come prodotto finale una serie di cartografie e poster formato A3/a4

NUMERO PARTECIPANTI: Minimo 8 Massimo 20

LUOGO: LO.FT – Locali Fotografici, Via E.Simini 6/8, Lecce

COSTI: 200,00 Euro

La quota di partecipazione non comprende viaggi, vitto, alloggio e spostamenti interni ma ci sono convenzioni.

 

Per informazioni e iscrizioni contattare: localifotografici@gmail.com // info@duae.org