Home Appuntamenti A Foligno prende il via l’Umbria World Fest

A Foligno prende il via l’Umbria World Fest

alain_laboile_la famille
alain_laboile_la famille

FOLIGNO. Manca davvero poco alla partenza della 15esima edizione dell’Umbria World Fest. Dal 7 ottobre avranno inizio le giornate inaugurali del festival che anche questo 2016 unisce la buona musica (scopri tutti i live qui) alla bella fotografia da guardare. Tanti eventi, insomma, e tante mostre che quest anno, in occasione del tema “Flesh & Blood”, esploreranno l’ampia tematica legata alla famiglia.

 

Alain Laboile, Fotografare la famiglia

 

Sette le mostre principali che saranno esposte (e visibili gratuitamente) a Palazzo Trinci fino al 6 novembre 2016 tra cui l’atteso lavoro del fotografo francese autodidatta Alain Laboile che arriverà a Foligno con “La Famille”, un lavoro intimo, personale, dedicato alla sua famiglia.

 

Sara Lewkowicz domestic_violence

 

Di altro registo la mostra “Shane e Maggie” di Sara Lewkowikcz che mostra un lato oscuro della famiglia: la violenza domestica. Mentre con “Emily e Kate, Eddie e Reid”, la stessa fotografa ci racconta la storia di due donne e compagne nella vita che si sono ritrovate a vivere contemporaneamente l’avventura della gravidanza e della maternità.

 

Emily and Kate, Sara Lewkowicz

 

Famiglia allargata, tradizioni e società sono temi che si trovano nelle immagini di Paolo Pellegrin che con “Sevla” ci porterà a Roma alla scoperta dei legami familiari della comunità Rom.

 

Sevla, Paolo Pellegrin

 

Il newyorkese Andrea Stern ci porterà a conoscere uno spaccato dell’alta società americana e del suo ambiente esclusivo. Con “Inheritance” viaggeremo attraverso una serie di affreschi domestici e mondani in un potente stile documentaristico.

 

Inheritance, Andrea Stern

 

E quando si parla di famiglia si pensa anche al branco. In quest’ottica, il tema della famiglia allargata sarà affrontato con il lavoro fotografico di “Gombe Family Album” dedicato agli scimpanzé di Gombe, studiati per decenni dalla primatologa Jane Goodall. Una dolcissima storia ritratta da Anup Shah e Fiona Rogers.

 

 

Eanup_shah_e_fiona_rogers_gombe_family_album

 

 

A concludere il circuito di mostre la storia di adozione ed abbandono raccontata dalla fotografa Nicoletta Cotechini nel suo lavoro “Up-rooted” e un progetto legato al territorio di Foligno dedicato alle fotografie degli album di famiglia della comunità folignate.

 

Gianluca Abblasio – Io sono Dario

 

Ma non è finita qui. Altre tre mostre saranno esposte al Foyer Teatro Piermarini dal 7 ottobre al 6 novembre. Si tratta di “Io sono Dario” di Gianluca Abblasio premiato come Miglior Portfolio all’Umbria Photo Fest 2015 a cui si aggiungono e i due lavori insigniti delle menzioni d’onore: “Chickens” di Emanuela Colombo e “Somewhere in Somalia there is a little girl called Cardiff” di Simone Sapienza.

More infowww.umbriaworldfest.it

Exit mobile version