fbpx
AppuntamentiContestUn nuovo premio di fotografia nel nome di Arturo...

Un nuovo premio di fotografia nel nome di Arturo Ghergo

-

spot_img

MONTEFANO. Ad Arturo Ghergo, fotografo di dive e divi, di stile e seducente bellezza, Montefano dedica un premio di fotografia, il “Premio Arturo Ghergo”, che aspira a far rivivere l’interesse per l’Invenzione meravigliosa proprio in quei luoghi che il grande fotografo lasciò da giovane, spinto da un’ostinata e favolosa passione.

Il 14 gennaio verrà presentata a Roma la prima edizione, promossa nell’ambito del progetto Regionale del Distretto Culturale Evoluto delle Marche, A.M.A.M.I. di cui l’UNICAM – Università di Camerino è capofila. Il progetto A.M.A.M.I. si distingue per la sua Strategia di sviluppo territoriale, costituita dalla opportunità di sperimentare la contaminazione di esperienze innovative superando l’idea di una “progettazione locale” in favore di una “co-progettazione multilocalizzata”.

Promotore del progetto è il Comune di Montefano con la collaborazione di Civita Cultura per la parte organizzativa.

Il Premio vuole aprirsi al mondo della fashion photography che riesce ad interpretare e ad esprimere un punto di vista sul mondo. La linea tematica per questa prima edizione sarà “la strada”, a sua volta intesa come il set fotografico in cui muovere i fili di una rappresentazione tra realtà e finzione.

Il Premio di fotografia “Arturo Ghergo” si rivolge, da un lato, ai nuovi talenti dell’arte fotografica (sezione “fotografia emergente”) e, dall’altro, a noti e affermati artisti fotografi (sezione “riconoscimento alla carriera”).

Il settore di riferimento, dunque, sarà quello della fotografia di moda e più in particolare di quelle produzioni ambientate in esterno, per strada, nelle città, nei vicoli e nelle piazze, dove lo shooting di moda si fonde con l’ambiente urbano. Ciò che si intende premiare è senza dubbio la capacità della fotografia e dei suoi migliori e più promettenti autori di fondere la società contemporanea insieme ai valori etici ed estetici, propri della moda.

 

©ARCHIVIO GHERGO_Mariella Lotti_1943_abito GabriellaSport
©ARCHIVIO GHERGO_Mariella Lotti_1943_abito GabriellaSport

 

In questo senso, il più grande riferimento di questo specifico genere fotografico lo ritroviamo nel lavoro di William Klein, il fotografo “di strada” che più di tutti colse la vita americana negli anni del boom economico, lavorando come fotogiornalista prima, e come fotografo di moda poi. I suoi scatti per la rivista Vogue, ironici e irriverenti contro le regole allora imposte dalle istituzioni del fashion, hanno composto l’immaginario moderno dello stile e dell’eleganza, aprendo le prospettive di una nuova fotografia di moda, fresca e dinamica. Uno stile visivo che abbandona gli studio per trovare nella “strada” lo scenario ideale e ricco di nuovo fascino.

Altri autori di riferimento, che unirono la seduzione della strada con il fascino della moda furono Lisette Model, Frank Horvat, Walde Hut, Willi Maywald, Dennis Stock e Martin Munkácsi all’estero, Federico Garolla e più recentemente Ferdinando Scianna in Italia. Di quest’ultimo, ad esempio, rimarranno sempre vive le fotografie scattate per la prima campagna di lancio del marchio Dolce e Gabbana, ambientate per le strade della Sicilia.

Il premio è curato da Denis Curti ed è strutturato attraverso la formula “ad invito”.

Si intende costituire una commissione di 4 membri, composta da:

Alessia Glaviano – photo editor di Vogue Italia

Cristina Ghergo – fotografa (presidente di giuria)

Renata Ferri – photo editor di Amica e Io Donna

Denis Curti – Critico e curatore della fotografia

I membri della commissione avranno il compito di proporre due nomi ciascuno all’interno delle sezione giovani autori e un nome nella sezione premio alla carriera.

I vincitori del premio saranno invitati ad esporre a Montefano dal 18 aprile al 27 settembre 2015.

 

Infowww.civita.it