fbpx
AppuntamentiIncontriLe origini dei circoli fotografici modenesi, un incontro al...

Le origini dei circoli fotografici modenesi, un incontro al Foro Boario

-

spot_img

MODENA. Ad accompagnare la personale di Axel Hütte e “Modena e i suoi fotografi”, le mostre di Fondazione Fotografia allestite al Foro Boario di Modena fino a giugno, ci sarà un programma di eventi collaterali che coinvolgono direttamente i protagonisti dell’allestimento e li metteranno a confronto con il pubblico.

 

Gastone Lancellotti, Pulizia, ante 1960
Gastone Lancellotti, Pulizia, ante 1960

 

Si comincia mercoledì 23 aprile, alle 17.30, con una conferenza del critico Silvano Bicocchi, docente di fotografia e direttore del dipartimento Cultura della FIAF, che presenterà le esperienze del Circolo Fotografico Modenese conversando con alcuni degli artisti che espongono nella mostra “Modena e i suoi fotografi”.

 

1888578_662527630479520_1131855109763908660_n

 

I circoli fotografici hanno avuto un ruolo fondamentale nel diffondere la cultura e la pratica fotografica a partire dagli anni Cinquanta. Anche a Modena le associazioni nate fra gli amanti della fotografia hanno creato eventi espositivi importanti, come la “Biennale Internazionale di Arte Fotografica” organizzata dal Circolo Fotografico Modenese, nato nel 1947. Ad esso erano legati quattro autori che aprono la mostra Modena e i suoi fotografi: Gualberto Davolio Marani, Giovanni Tosi, Gastone Lancellotti, Renzo Cambi.

 

L’incontro è ad ingresso libero.