fbpx
AppuntamentiAxel Hütte incontra il pubblico della mostra 'Fantasmi e...

Axel Hütte incontra il pubblico della mostra ‘Fantasmi e Realtà’ a Modena

-

spot_img

MODENA. In occasione della grande mostra allestita a Modena da Fondazione Fotografia fino al 29 giugno, il fotografo tedesco Axel Hütte sarà protagonista di un incontro pubblico in programma domenica 11 maggio, alle ore 17, presso la sede espositiva del Foro Boario, ad ingresso gratuito.

 

Axel Hütte Portrait#19, Germania dalla serie Water Reflections, 2004  135 x 165 cm Diasec © l’artista
Axel Hütte
Portrait#19, Germania
dalla serie Water Reflections, 2004
135 x 165 cm
Diasec
© l’artista

 

L’artista presenterà il suo percorso artistico che, a partire dalla frequentazione dell’Accademia di Düsseldorf, come allievo di Bernd Becher, l’ha reso uno dei fotografi contemporanei più apprezzati. In particolare, Hütte illustrerà le ricerche che lo hanno portato a scattare le fotografie presenti in mostra,in cui l’idea di una Natura pura e originaria si fonde con una visione tipicamente riconducibile al Romanticismo tedesco e allo Sturm und Drang.

Le opere dell’artista sono apparentemente contraddistinte da una neutralità di stile propria della fotografia documentaria; tuttavia, i lunghi tempi di esposizione donano ai paesaggi una connotazione quasi pittorica e un’atmosfera sospesa da ogni riferimento temporale, che allontana dalla realtà così come la conosciamo. Da qui il titolo della mostra, ‘Fantasmi e Realtà’, che insiste sull’ambiguità di fondo di queste immagini. A partire dagli anni novanta Hütte ha intrapreso una serie di viaggi verso mete lontane alla ricerca di paesaggi incontaminati – ghiacciai artici, foreste equatoriali, deserti e flussi d’acqua – caratterizzati dalla pressoché assenza di ogni evidenza umana e da un continuo slittamento del punto di vista.

Le opere di Axel Hütte sono state ampiamente esposte in numerose istituzioni e gallerie internazionali. Tra le sedi più importanti che di recente hanno presentato il suo lavoro: MAGASIN-Centre National d’art Contemporain de Grenoble, l’Institut Valencià d’Art Modern di Valencia (2009), Musée d’art moderne de la ville de Paris, Parigi (2008), lo ZKM di Karlsruhe (2006), il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía di Madrid (2004).