Le fotografie di Mimmo Jodice: una finestra aperta sul mondo antico

-

spot_img

MODENA. I temi della storia e dell’archeologia dei luoghi sono alla base della ricerca artistica di Mimmo Jodice, che tuttavia non si accosta mai al passato con atteggiamento nostalgico, ma piuttosto con un’esortazione a non dimenticare e a ristabilire un contatto con il mondo antico. Ed è una rilettura delle sue immagini in chiave storica e antropologica quella che fornirà sabato 8 novembre, alle 17 al Foro Boario di Modena, l’archeologo Livio Zerbini. L’incontro, intitolato “Le fotografie di Mimmo Jodice: una finestra aperta sul mondo antico“, fa parte del programma di eventi collaterali alla mostra del fotografo napoletano in corso a Modena fino all’11 gennaio.

 

Mimmo Jodice, Figura del Tempio di Artemide, Siracusa, 1987. Courtesy l'artista
Mimmo Jodice, Figura del Tempio di Artemide, Siracusa, 1987. Courtesy l’artista

 

L’intervento metterà in evidenza l’empatia con il mondo antico che caratterizza le fotografie di Mimmo Jodice. Secondo Zerbini, l’artista è riuscito in maniera mirabile a carpire alcuni fotogrammi di quello che era lo spirito del tempo: “Dell’antichità spesso si ha un’immagine stereotipata e non sempre veritiera, quando in realtà era un mondo dalle tinte forti ed estremamente variegato. L’antichità, come ben si evince nelle fotografie di Mimmo Jodice, rappresenta un oceano di luoghi, personaggi ed immagini sempre attuale, che ha concorso in maniera determinante a creare i presupposti della nostra civiltà, che ancora – seppur sempre meno consapevolmente – attinge le proprie radici da essa”.

Livio Zerbini insegna Storia romana al’Università di Ferrara, dove dirige il Laboratorio sulle Antiche province danubiane, centro di riferimento a livello internazionale sul mondo balcano-danubiano e del Mar Nero nel’Antichità. Dirige inoltre due Missioni archeologiche in Georgia e Romania, che fanno parte delle missioni archeologiche italiane del Ministero degli Affari Esteri Italiano. Ha insegnato come visiting professor in diverse università europee, tra cui la Sorbona di Parigi. Collabora come autore e consulente per alcune trasmissioni televisive e radiofoniche RAI.

Si accede all’incontro con il biglietto di mostra. Ingresso gratuito per gli ‘Amici di Fondazione Fotografia ‘.

Info: www.fondazionefotografia.org

The Mammoth's Reflex
The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

Fotografia Europea 2024

spot_img

Ultimi articoli

Mostre ed eventi: tutta la bellezza di Fotografia Europea 2024

È ormai tutto pronto per la nuova edizione di Fotografia Europea 2024 a Reggio Emilia. Il festival fotografico, ormai...

Cosa vedere alla Biennale della Fotografia Femminile di Mantova?

Giunta alla terza edizione, la Biennale della Fotografia Femminile di Mantova per il 2024 si trasformerà per un mese...

Eve Arnold, 170 fotografie da vedere a Forlì

Le sale del Museo Civico San Domenico di Forlì si aprono a una leggenda della fotografia del XX secolo:...

You might also like
- potrebbero interessarti -