fbpx
AppuntamentiIl cammino artistico di Marco Circhirillo sfocia in un...

Il cammino artistico di Marco Circhirillo sfocia in un catalogo. La presentazione a Torino

-

spot_img

TORINO. Domenica 9 novembre 2014 alle 16, nel corso di Photissima Art Fair, SATURA art gallery presenterà il catalogo “Doppelgänger. 2005-2013” di Marco Circhirillo, a cura di Giorgio Bonomi edito dalla casa editrice Rubbettino. Interverranno Giorgio Bonomi, Marco Circhirillo e Laura Valle.

 

ph Satura
ph Satura

 

“Sono nato nel 2006 a Madrid, all’età di ventisei anni. Vagavo per le strade della città quando incappai, per puro caso, nella mostra per me risolutiva: “Despreocupado pero no indiferente”, di Man Ray. Studiavo Storia dell’Arte ma non avevo le idee del tutto chiare sul perché lo facessi; in quell’occasione, ho avuto la possibilità di comprendere in modo autentico e definitivo ciò che, prima, intravedevo solo. Ciò che mi ha colpito maggiormente è stato ritrovare una spaventosa, genuina bellezza, vicina alla mia visione dell’arte ma, allo stesso tempo, irraggiungibile. Conoscevo bene Man, dai libri; ma quello fu il primo incontro con chi, da allora, ritengo il mio maestro. Ne fui rapito. Piansi, e non tornai più indietro. Quell’esperienza estetica fu capace di smuovere in modo irreparabile la mia emotività e di illuminare la mia ragione sulla strada da percorrere.” “Doppelgänger è la prima tappa di questo percorso espressivo. È un tentativo di intraprendere un cammino: quello che grandi artisti, spendendo la propria vita con uno scopo ben preciso, hanno reso eterno. È un piccolo omaggio a coloro che, secondo la mia personale visione, ritengo persone di cui il mondo necessita: primo fra tutti, Man Ray.”

Marco Circhirillo è nato nel 1980 a Parma, dove vive e lavora. La sua ricerca espressiva riguarda in particolar modo la fotografia, dove la passione per la storia dell’arte lo spinge a dialogare costantemente con i grandi maestri, spaziando tra diverse tecniche: dall’analogico al digitale, ma anche all’installazione. Le varie serie che ne derivano, ciascuna con le proprie peculiarità formali ed espressive, sono spesso accomunate dall’indagine sul tema del doppio alchemico.