fbpx
AppuntamentiIstruzioni per l'uso. Nuovo incontro a Rimini con Roberto...

Istruzioni per l’uso. Nuovo incontro a Rimini con Roberto Sardo

-

spot_img

RIMINI. Si terrà lunedì 11 maggio alle 21, al Velvet Club & Factory di via S.Aquilina, il quarto appuntamento con le “Istruzioni per l’uso. Non è un corso”, il ciclo di appuntmenti promosso dall’associazione fotografica Tclub.

Ospite del quarto incontro sarà Roberto Sardo che interverrà durante la serata per raccontare un punto di vista dei mestieri della fotografia, quello del docente.

 

[quote_box_center] “Ho raccolto l’invito del t.club non per parlare del mio lavoro di fotografo, ma di esperienze maturate come docente in ambiti sociali non facili, dove anche la Fotografia può svolgere un ruolo fondamentale. A livello educativo, di formazione personale, comunicazione di gruppo. Così ho attraversato (e vissuto) in 21 anni le realtà della scuola e dei centri aggregativi, situazioni con varie etnìe, problematiche fisiche e psichiche, il carcere. Ho scelto questi percorsi aldilà del guadagno economico o di una “visibilità” professionale (che spesso va protetta), affrontando studi specifici e rifiutando ogni improvvisazione di ruolo… Credo nell’importanza della Fotografia come strumento espressivo e comunicativo, se consapevole. Credo nei valori e nelle potenzialità umane, nel poter abbattere certe barriere culturali o di pensiero. E sento una grande responsabilità nell’impegno di questo lavoro, che proprio adesso compie trent’anni di studio e ricerca” [/quote_box_center]

Roberto Sardo nato a Ferrara, dal 1982 compie una ricerca professionale sui linguaggi di espressione artistica multimediali. Ha presentato 36 esposizioni fotografiche personali in Italia e all’estero, e pubblicato su riviste nazionali ed internazionali. Dal ’94 è docente di Fotografia con progetti per enti pubblici e privati. Nel 2002 viene riconosciuto maestro di Fotografia. Dal 2005 ha diretto workshop formativi a Berlino, Amsterdam, Parigi, e nel 2013 è ospite della Società Stereoscopica Svizzera. Il suo lavoro è stato recensito da Roberta Ridolfi, critico d’arte europeo, e da Gabriello Milantoni, storico dell’arte. Nel 2011 ha fondato il Circolo di Cultura Fotografica, che promuove l’immagine autoriale e la creatività artigianale. Opera prevalentemente in pellicola, con fotocamere meccaniche e valutazione personale della luce; nella tecnica digitale non effettua elaborazioni. Ha avuto oltre 1500 allievi. Si dedica all’insegnamento educativo dal ’99.

Attività per i soci. 

 

  • gradita la conferma
  • i non soci potranno tesserarsi la sera stessa

Info: ideogramma2@libero.it