fbpx

Zingari: ecco il nuovo libro di Josef Koudelka

-

Contrasto pubblica la versione aggiornata, in edizione tascabile, del libro Zingari di Josef Koudelka.

Si tratta del campione originale di Cikáni, preparato da Josef Koudelka e dal grafico Milan Kopřiva nel 1968. Un volume che sarebbe dovuto essere pubblicato a Praga nel 1970.

zingari libro koudelka

Del volume era stata già pubblicata, nel 2011, un’edizione in tiratura limitata da Contrasto editore. Una versione che si avvicinava all’idea originaria del libro, con le fotografie in verticale riprodotte a piena pagina e quelle in orizzontale su due.

La nuova versione del libro, invece, è totalmente aggiornata nel formato, nella copertina e nella veste grafica. E presenta, inoltre, due nuovi testi firmati da Stuart Alexander e Will Guy.

Cikáni costituisce il primo nucleo della carriera da fotografo di Koudelka, mai rinnegato. Anzi ripreso oggi dallo stesso autore, che lo ripensa e lo ridisegna personalmente per una versione inedita in brossura.

Il progetto editoriale, come dicevamo, nasceva già nel 1968, ma il libro arriverà solo molto tempo dopo. Il fotografo, infatti, lasciò la Cecoslovacchia nel 1970, dopo aver documentato l’invasione russa della città nell’agosto del 1968 e qui il libro non fu mai pubblicato.

Questa versione comprende 109 fotografie scattate in quella che era la Cecoslovacchia (Boemia, Moravia e Slovacchia), Romania, Ungheria, Francia e Spagna tra il 1962 e il 1971.

La versione tascabile di Zingari di Josef Koudelka

Nel tascabile Zingari, Josef Koudelka riesce a dare un nuovo impatto a un titolo che aveva già segnato la storia della fotografia. Cambiando la struttura del volume, infatti, il fotografo ha il potere di interagire con il lettore.

Zingari presenta tutte le immagini a destra, delle stesse dimensioni e con pagina bianca a fronte. In questo modo si impedisce così la giustapposizione delle fotografie e – quindi – si aprono ancora di più all’interpretazione.

Questo progetto cambia e prende vita nelle nostre mani costringendoci a ruotare il libro nell’osservazione di immagini verticali e orizzontali.

L’attrazione per gli zingari arrivò a Koudelka dalla musica gitana, quando ancora lavorava come ingegnere aeronautico e la fotografia era solo una passione. Cominciò a visitare gli insediamenti degli zingari e a fotografarli. Il tutto cercando di cogliere con l’obbiettivo il fascino della loro cultura, il significato delle loro vite, la loro umanità profonda.

Gli zingari cecoslovacchi, a un passo dalla fine, costretti politicamente all’assimilazione alla società moderna, appaiono in queste immagini con una potente carica drammatica.


Zingari è una riflessione su un popolo e sulla loro condizione, ancora molto contestata e che ha ancora molto da raccontare.

Il libro può essere acquistato qui, scontato a 22,86 euro anziché a 26,90 euro.

The Mammoth's Reflex
The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

Ultimi articoli

Le foto di Luigi Ghirri in mostra a Parma ci immergono nel labirinto della (sua) visione

S'intitola Labirinti della visione la nuova esposizione dedicata a Luigi Ghirri in mostra a Parma, a Palazzo del Governatore....

Italia In Attesa: 12 racconti fotografici di un Paese sospeso

Italia In Attesa, 12 racconti fotografici è il titolo della mostra che, fino all’8 gennaio, sarà ospitata a Palazzo...

Festival della Fotografia Etica 2022 a Lodi: oltre 20 mostre da vedere

Dal 24 settembre al 23 ottobre, il Festival della Fotografia Etica 2022 torna a Lodi per raccontare il nostro...

You might also like
- potrebbero interessarti -