fbpx
It happensPop up, la fotografia che aiuta Pavia

Pop up, la fotografia che aiuta Pavia

-

spot_img
spot_img

Lo storico Circolo Fotografico Oltrepò di Broni di Pavia e l’associazione Spazio53 di Voghera hanno dato vita al progetto benefico Pop Up (Photographers Oltrepò Pavese – United Projet). Si tratta di una raccolta fondi a favore del Policlinico San Matteo di Pavia attraverso la vendita di una o più fotografie.

Le foto sono state donate da oltre 75 autori (con numero di partecipanti in aumento) conosciuti a livello nazionale e internazionale, tra cui l’americano Harry De Zitter, che ha esposto all’ultima edizione di Voghera Fotografia.

Pop up, come funziona

Ogni autore ha messo a disposizione del progetto una o più fotografie a favore dei veri eroi dei nostri giorni, gli operatori sanitari, che si prodigano quotidianamente in un lavoro di enorme sacrificio.

Le foto scelte non hanno un filo diretto con il lavoro di medici e infermieri, ma ognuna di esse vuole semplicemente richiamare quello che gli occhi a volte non vedono, ma non per questo meno importante per le nostre esistenze.
L’aver aderito al progetto vuole essere anche una riconferma della fiducia che si deve avere nella cultura, nelle idee che circolano e nel valore della conoscenza.

Il ricavato della vendita delle fotografie, che potranno essere acquistate con un contributo minimo di 50 euro cadauna, sarà devoluto alla Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia.

Le fotografie si possono acquistare sul sito Pop Up. Saranno stampate con qualità Fine Art in dimensione 20×30cm o 25×25cm dal laboratorio MadioPrint di Reggio Emilia, montate su passpartout acid free 30×40cm o 35×35cm con retro a cartellina. Saranno spedite ai donatori entro 30 giorni dall’acquisto.

Pop Up fotografie raccolta beneficenza
© Gianni Maffi
The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

Fotografia Europea 2021

spot_img

IMP Festival 2021

spot_img