Letizia Battaglia, la fotografa che ha raccontato Palermo e la mafia ci lascia a 87 anni

-

spot_img

È scomparsa all’età di 87 anni Letizia Battaglia. La nota fotografa e fotoreporter italiana, nata a Palermo nel 1935, ha iniziato a fotografare a 34 anni per il giornale locale L’Ora di Palermo. Una redazione in cui era l’unica donna fotografa. Qui ha documentato le guerre di mafia siciliana prediligendo l’uso del bianco e nero, ricco di contrasti, creano immagini uniche.

La sua storia per l’epoca (ma ancora oggi) è eccezionale.

Con la sua macchina fotografica ha raccontato moltissime storie fotografando i corpi di giudici e vittime senza nome focalizzando allo stesso tempo la sua attenzione su bambine e giovani donne, ritratte come espressione di un futuro possibile. Famosissima la fotografia della Bambina con il pallone, che Letizia ritrovò dopo 38 anni.

E in questo video di Repubblica, che vi condividiamo, ha raccontato perché si è interessata così tanto alle giovani.

Numerosi i premi e i riconoscimenti che ha ricevuto negli anni. Ad esempio, è stata la prima donna europea a ricevere, a New York, nel 1985 il Premio Eugene Smith per la fotografia sociale e a San Francisco, The Mother Johnson Achievement for Life (1999). Mentre, nel 2007, in Germania la società tedesca di fotografia le assegna “The Erich Salomon Prize”.

Nel maggio 2009 a New York venne premiata con il “Cornell Capa Infinity Award” e viene nominata dal The New York Times come una tra le 11 donne più rappresentative del 2017. È stata segnalata nella lista delle 1000 donne per il Nobel per la pace.

La Battaglia non è stata solo una fotografa. Ma anche mamma di 3 figlie, regista, ambientalista, assessore dei Verdi con la giunta di Leoluca Orlando negli anni della Primavera Siciliana, deputata all’Assemblea Regionale Siciliana ed editore delle Edizioni della Battaglia. Inoltre, è stata cofondatrice del centro di documentazione “Giuseppe Impastato” e dal 2017 ha realizzato il suo sogno inaugurando il Centro Internazionale di Fotografia, nei Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo di cui ha diretto e curato mostre molto interessanti focalizzandosi anche su giovani promesse.

Proprio ai giovani ha dedicato la sua massima attenzione, ascoltandoli e consigliandoli. Una persona schietta, sincera, senza troppi peli sulla lingua che ha conquistato moltissimi proprio per la sua personalità e tenacia.

The Mammoth's Reflex
The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

Fotografia Europea 2024

spot_img

Ultimi articoli

Mostre ed eventi: tutta la bellezza di Fotografia Europea 2024

È ormai tutto pronto per la nuova edizione di Fotografia Europea 2024 a Reggio Emilia. Il festival fotografico, ormai...

Cosa vedere alla Biennale della Fotografia Femminile di Mantova?

Giunta alla terza edizione, la Biennale della Fotografia Femminile di Mantova per il 2024 si trasformerà per un mese...

Eve Arnold, 170 fotografie da vedere a Forlì

Le sale del Museo Civico San Domenico di Forlì si aprono a una leggenda della fotografia del XX secolo:...

You might also like
- potrebbero interessarti -