fbpx
grandi fotografiLife: le foto che hanno raccontato l'America

Life: le foto che hanno raccontato l’America

-

spot_img

ROMA. Fino al 4 agosto, nel nuovo spazio AuditoriumExpo dell’Auditorium Parco della Musica, c’è “Life. I grandi Fotografi”, una retrospettiva ragionata ed emozionante sugli autori e le immagini che hanno fatto della rivista statunitense un mito e un riferimento della fotografia internazionale.

 

The Photojournalist, 1951 by Andreas Feininger © Time Inc.
The Photojournalist, 1951 by Andreas Feininger © Time Inc.

 

Per buona parte del XX secolo, i fotografi di Life hanno raccontato con le loro immagini ogni aspetto della vita umana. Uscito per la prima volta nel 1936 e poi con cadenza settimanale fino agli anni Settanta, la rivista fu creata da Henry Luce per cercare proprio nel fotogiornalismo, negli occhi privilegiati dei fotografi, le immagini del nuovo secolo da mostrare ai lettori.

 

Steve McQueen e la moglie  Neile, Hollywood, CA, 1963 by John Dominis © Time Inc.
Steve McQueen e la moglie Neile, Hollywood, CA, 1963 by John Dominis © Time Inc.

“Vedere la vita, vedere il mondo” era il motto sul primo numero di Life e veramente, con il loro stile inconfondibile, i fotografi di questa rivista hanno impresso una svolta nella maniera di comprendere l’attualità, di vederla e di raccontarla attraverso le immagini. Gli anni Trenta della Depressione, gli anni Quaranta, la Seconda guerra mondiale, il difficile dopoguerra, il Vietnam: Life ha raccontato il Novecento e ha imposto una linea, indicato una maniera particolare di guardare e quindi di pensare l’attualità.

La mostra è una produzione inedita, messa a punto proprio per questa occasione: un insieme di circa 150 fotografie tra le più celebri racconteranno la nascita, l’evoluzione e lo stabilizzarsi di una visione che è diventata decisiva: il mondo alla maniera di Life. La testimonianza del talento, della creatività e del coraggio di questi autori è racchiusa in questa esposizione.

 

La cover del catologo edito da Contrasto
La cover del catologo edito da Contrasto

Il volume che accompagna la mostra, pubblicato da Contrasto, raccoglie i profili biografici e le immagini degli autori che, nel tempo, hanno fatto grande la rivista: 99 tra i più grandi fotografi della storia, da Eisenstaedt a Bourke-White, da Mydans a Parks, da W. Eugene Smith a Robert Capa fino a Morse e a McNally, il cui recente servizio sul Ground Zero si inserisce nella grande tradizione di Life.

 

“I fotografi che lavorano per Life riprendono il mondo che li circonda e prestano una particolare attenzione alle persone che lo abitano e alle loro attività. Ciascuno di noi è convinto di saperlo fare meglio di chiunque altro (ma forse non tutti abbiamo ragione). Molte delle nostre foto restano impresse nella memoria e diventano veri classici.

Per quale motivo? Credo perché conservano la capacità di sorprendere. La parola scritta diventa rapidamente obsoleta: una notizia vecchia è un ossimoro. Invece le fotografie vecchie continuano a richiamare la nostra attenzione, e credo sia proprio questo lo spartiacque tra le ambizioni dei fotografi e quelle dei giornalisti. L’ambizione di creare opere che non perdano mai d’interesse, è la base portante di questo lavoro”.

John Loengard

 

Life. I grandi Fotografi

AuditoriumExpo dell’Auditorium Parco della Musica di Roma

Orari: Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì: dalle 14:30 alle 20:30;
Venerdì, dalle 14:30 alle 23:00;
Sabato : dalle 11:00 alle 23:00;
Domenica : dalle 11:00 alle 20:30.

Info: AuditoriumExpo

 

La mostra è una produzione della Fondazione Musica per Roma e della Fondazione Forma per la Fotografia, in collaborazione con Life e Contrasto

The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com