fbpx

Gli occhi di Basilico sulla società

-

MODENA. Inaugura sabato 23 novembre alle 17.30 alla Galleria civica la mostra “Gabriele Basilico nella collezione della Galleria civica di Modena“. Fra piste da ballo e periferie urbane, scorci di architetture e aree industriali dismesse, si distende un racconto per immagini – circa una novantina – di luoghi indagati dal celebre fotografo milanese, uno dei più noti interpreti della fotografia di paesaggio del nostro Paese.

 

Gabriele Basilico Modena, Via Sgarzeria 1994 stampa alla gelatina d'argento © Gabriele Basilico Raccolta della fotografia della Galleria civica di Modena
Gabriele Basilico Modena, Via Sgarzeria 1994 stampa alla gelatina d’argento © Gabriele Basilico Raccolta della fotografia della Galleria civica di Modena

 

Incaricato dal mensile “Modo” nel 1978 di compiere un’indagine fotografica sul mondo delle discoteche in Emilia Romagna, e più compiutamente sul fenomeno delle balere emiliane, Basilico realizzò un reportage di quella che fu poi definita la “Nashville italiana” esplorando trecento chilometri di dancing, da Reggio Emilia alla Ca’ del Liscio di Ravenna, ricavandone un affresco sul divertimento di massa che ritrae “luoghi esuberanti e originali ma con un’atmosfera un po’ nostrana, tutta italiana”. Fra i locali visitati il Club 501 di Gualtieri, il Marabù di Sant’Ilario d’Enza, il Picchio Rosso di Formigine.

 

Gabriele Basilico Dancing in Emilia 1978 stampa alla gelatina d'argento © Gabriele Basilico Raccolta della fotografia della Galleria civica di Modena
Gabriele Basilico Dancing in Emilia 1978 stampa alla gelatina d’argento © Gabriele Basilico Raccolta della fotografia della Galleria civica di Modena

 

La mostra ripercorre inoltre la presenza a Modena di Gabriele Basilico, protagonista di tre storiche campagne di documentazione fotografica “Gli occhi sulla città“, che condusse insieme a Olivo Barbieri e Mimmo Jodice nel 1994 su incarico del Comune di Modena,”L.R. 19/98. La riqualificazione delle aree urbane in Emilia Romagna” del 2001, promossa dalla Regione Emilia-Romagna e dall’IBC, Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, che ha documentato le aree dismesse, quasi sempre ai margini della città storica, ex acciaierie, ex fonderie, ex mercato bestiame, ex vinacce – esemplare ricognizione delle trasformazioni urbane – e infine quella del 2011, scaturita dalla convenzione tra Comune di Modena e IBC, come parte (saggio per immagini) del volume “Città e architetture. Il Novecento a Modena” (Franco Cosimo Panini editore, Modena 2013), curato dall’Ufficio Ricerche e Documentazione sulla Storia Urbana del Comune di Modena in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, come strumento, rivolto ai cittadini, di lettura e comprensione della relazione fra architetture e spazio urbano nel secolo scorso. Di quest’ultima indagine sul territorio saranno presentate 25 fotografie, oggi esposte per la prima volta.

 

Gabriele Basilico Modena, Ex Mercato bestiame 2001 stampa alla gelatina d'argento © Gabriele Basilico Raccolta della fotografia della Galleria civica di Modena
Gabriele Basilico Modena, Ex Mercato bestiame 2001 stampa alla gelatina d’argento © Gabriele Basilico Raccolta della fotografia della Galleria civica di Modena

 

Il progetto poi si arricchisce grazie alla collaborazione della Fondazione Fotografia, che ha prestato cinque opere di grande formato, vedute urbane di città europee (Bilbao, Porto, Genova, Milano, Dieppe), realizzate tra gli anni ’80 e ’90, particolarmente significative della cifra stilistica del fotografo, e dell’IBC di Bologna che ha integrato il nucleo dedicato alle aree urbane dell’Emilia Romagna.

 

 

 Gabriele Basilico Dancing in Emilia 1978 stampa alla gelatina d'argento © Gabriele Basilico Raccolta della fotografia della Galleria civica di Modena

Gabriele Basilico Dancing in Emilia 1978 stampa alla gelatina d’argento © Gabriele Basilico Raccolta della fotografia della Galleria civica di Modena

 

Approfondisce la figura dell’autore la proiezione del film documentario “Gabriele Basilico“, parte della collana “Fotografia Italiana”, realizzato nel 2009 dalla casa di produzione video Giart in collaborazione con Contrasto con il patrocinio della Cineteca di Bologna. La serie “Dancing in Emilia” torna protagonista di un volume con testi di Silvia Ferrari, Gustavo Pietropolli Charmet e con una conversazione del 2007 tra Gabriele Basilico, Massimo Vitali e Giovanna Calvenzi. Il nuovo libro è pubblicato, ad oltre trent’anni dalla prima edizione, dalla Galleria civica di Modena e da Silvana Editoriale.

Curata da Silvia Ferrari, promossa e organizzata dalla Galleria civica di Modena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, la mostra è realizzata in collaborazione con Giovanna Calvenzi.

The Mammoth's Reflex
The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

Italia in attesa

spot_img

NUOVA FUJI X-H2s

spot_img

Ultimi articoli

Italia In-Attesa: 12 racconti fotografici di un Paese sospeso

Italia In-attesa, 12 racconti fotografici è il titolo della mostra che, fino all’8 gennaio, sarà ospitata a Palazzo da...

Festival della Fotografia Etica 2022 a Lodi: oltre 20 mostre da vedere

Dal 24 settembre al 23 ottobre, il Festival della Fotografia Etica 2022 torna a Lodi per raccontare il nostro...

Gianni Berengo Gardin: l’occhio come mestiere e la mostra a Roma

Con oltre 200 fotografie, la mostra fotografica "L’occhio come mestiere" al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo...

You might also like
- potrebbero interessarti -