Palau omaggia la fotografia di Sandro Becchetti

956
Claudio Becchetti
Alfred Hitchcock, Roma, 1972 © Claudio Becchetti

Sarà dedicata a Claudio Becchetti e alla fotografia di reportage la mostra ‘L’inganno del vero‘ esposta fino al 30 settembre 2018 negli spazi del Centro di Documentazione del Territorio di Palau (OT).

Claudio Becchetti
Claudia Cardinale, Roma, Anni Settanta © Claudio Becchetti

L’esposizione proporrà una selezione di fotografie – circa 60 stampe di diversi formati – del fotografoscomparso 5 anni fa) in cui emergono gli aspetti più potenti e contrastanti del suo linguaggio.

Claudio Becchetti
Pier Paolo Pasolini, 1971 © Claudio Becchetti

In mostra gli scatti noti

Saranno esposti alcuni scatti molto noti. Come i ritratti dei principali protagonisti della cultura del XX secolo, da Alfred Hitchcock a Andy Wahrol, Pier Paolo Pasolini, François Truffaut, Federico Fellini.

Insieme ai ritratti anche immagini delle periferie della Roma “pasoliniana” e dei paesaggi umbri.

Claudio Becchetti
Ugo Tognazzi, anni Settanta © Claudio Becchetti

Il percorso espositivo sarà, inoltre, arricchito dalla proiezione del documentario Sandro Becchetti. Il tempo ritrovato.

Il doc porta la regia di Luciano Desiati ed è nato da un’idea di Valentina Gregori e Romina Zitarosa.

Di certo rappresenta una testimonianza molto importante nella quale Becchetti ha consegnato la sua visione di fotografo e artista.

Claudio Becchetti
Demolire, Roma 1970 © Claudio Becchetti

Il ritratto di Becchetti

Domatore di cavalli, vignettista, scrittore, falegname, oratore, studioso di arte e di storia, viaggiatore instancabile nelle pieghe del tempo e dei suoi abitanti, fumatore accanito: fotografo per natura.

Alla domanda su cosa fosse, per lui, la fotografia, Sandro Becchetti avrebbe dato sempre la stessa risposta: “Per me la fotografia è scoprire se stessi negli occhi di un altro”.

Fotografia, quindi, come incontro di frammenti di vita che sentono di appartenersi per ragioni inspiegabili ma sufficienti, e come comprensione di una menzogna collettiva e, in silenzio, possibilità di smascherarsi l’un l’altro.

Claudio Becchetti
La parta Roma 1970 © Claudio Becchetti

La fotografia di Sandro Becchetti possiede una proprietà che si potrebbe definire “indomabile”: l’unico modo per contenere questa sua forza in una possibilità di racconto è lasciare che sia proprio il suo autore a condurre il gioco della parola.

Claudio Becchetti
Roma, 1974 © Claudio Becchetti

L’esposizione, a cura di Valentina Gregori e Irene Labella, è stata realizzata in collaborazione con Postcart Edizioni, Ogros fotografi associati e 4Caniperstrada associazione culturale.

Nasce nell’ambito del Festival internazionale Isole che Parlano.

Ingresso gratuito.