fbpx
grandi fotografi La gente che piace a Giovanni Gastel. Tra foto...

La gente che piace a Giovanni Gastel. Tra foto e ritratti al Maxxi di Roma

-

La gente che piace a Giovanni Gastel. C’è questo da vedere al Maxxi di Roma a “The People I like“, un’esposizione unica che presenta alcuni dei ritratti più belli realizzati dal grande fotografo milanese.

Giovanni Gastel mostra maxxi roma bianca balti
Bianca Balti. Foto Giovanni Gastel

Giovanni Gastel, la mostra al Maxxi

L’esposizione, a cura di Uberto Frigerio con allestimento di Lissoni Associati, presenta oltre 200 ritratti di Giovanni Gastel. Un ampio e variegato album fotografico di ritratti che l’autore definisce “anime”, selezionati fra i tanti immortalati nel suo percorso fotografico, ormai arrivato al traguardo dei quarant’anni.

Tutti ritratti di persone provenienti dal mondo della cultura, del design, dell’arte, della moda, della musica, dello spettacolo e della politica.

The People I like è il preambolo di ciò che la mostra anticipa. È innanzitutto la scelta autonoma di Gastel di rappresentare la sua identità come fotografo nella sua specialità da ritrattista, con la definizione della sua personale mappatura del volto, intima sede delle emozioni dell’essere umano. Poi è l’insieme delle personalità incontrate in un intenso percorso lavorativo e di vita che sono il risultato di uno stile. Ritratti autentici e spontanei tra modelle, artisti, operatori del settore, vip, cantanti, musicisti, giornalisti, designer, chef che non sono stati pensati in categorie o con ordine.

Giovanni Gastel mostra maxxi roma forattini
Forattini. Foto Giovanni Gastel

Foto che scolpiscono l’anima

L’immagine prodotta dal proprio immaginario si allinea esattamente con l’immagine rappresentata in fotografia ed è questa la capacità che va al di là della propria abilità di ritrattista. Gastel, infatti, rappresenta esattamente chi ha davanti, rendendolo coerente con la propria persona.

In un unico scatto scolpisce l’anima del soggetto e ne conferisce la sua interiorità. Poco centra il ruolo che nella società ricopre, la luce rivela la persona nella sua umanità, un indagine che vince qualsiasi criterio estetico.

Come lo stesso Gastel afferma: “The people I like racconta il mio mondo, le persone che mi hanno trasmesso qualcosa, insegnato, toccato l’anima… e per me questo non dipende dalla loro origine, estrazione sociale, gruppo di appartenenza o altro. L’anima è qualcosa di unico, indipendente e, come tale, non segue nessuno schema predefinito, come il cuore”.

Giovanni Gastel mostra maxxi roma obama
Obama. Foto Giovanni Gastel

Un gioco tra foto e scenografie

La mostra è caratterizzata da un allestimento che gioca, nella disposizione delle immagini esposte, con la scenografia. La parte centrale è, infatti, caratterizzata, in un labirinto di immagini su circa 125 metri di lunghezza, dai portrait di famosi artisti.

Disposte in diagonale, invece, vi sono 3 pareti mobili che si guardano e sembrano comunicare l’una con l’altra. In questo modo il visitatore può procedere in modo casuale secondo le proprie preferenze.

La casualità crea un percorso che porta davanti a personaggi di diversa estrazione sociale, documenta l’infinita varietà d’incontri avvenuti durante la lunga carriera del fotografo. Tra questi, Marco Pannella, Barack Obama, Forattini, Ettore Sottsass, Germano Celant. E poi Mimmo Jodice, Fiorello, Zucchero, Tiziano Ferro, Vasco Rossi, Roberto Bolle, Bebe Vio. E Bianca Balti, Luciana Littizzetto, Franca Sozzani, Miriam Leone, Monica Bellucci, Mara Venier, Carolina Crescentini e moltissimi altri.

L’esposizione è arricchita da testi letterari, poesie e brani prediletti dal fotografo, che descrivono la personalità emotiva dell’artista e che accompagnano i ritratti tutti in grande formato, 130×90, per lo più in bianco e nero. La parte conclusiva della mostra vede, in una sorta di quadreria, 80 immagini della serie dei colli alti neri.

Giovanni Gastel. The People I like
DoveMAXXI, via Guido Reni 4A, Roma
Quando15 settembre – 22 novembre 2020
OrariDa martedì a domenica dalle 11 alle 19. Lunedì chiuso
Ingresso10 euro mostra Gastel, 15 euro intero mostra + ingresso MAXXI
12 euro ridotto mostra + ingresso MAXXI
Ingresso gratuito per minori di 14 anni e altre categorie
Infowww.maxxi.art
Terry Peterle
Terry Peterle
Nell’ambito della fotografia il suo interesse e i suoi studi si sono rivolti prevalentemente nella cultura e linguaggio fotografico, e con particolare interesse segue lo sviluppo e le diramazioni dello stesso nella fotografia attuale.

FESTIVAL DELLA FOTOGRAFIA ETICA 2020, LODI-CODOGNO