Home grandi fotografi Sandy Skoglund porta a Senigallia i mondi immaginari della fotografia

Sandy Skoglund porta a Senigallia i mondi immaginari della fotografia

C’è una nuova mostra di Sandy Skoglund a Senigallia. L’artista statunitense, celebre per le sue opere colorate ed evocative – dove la fantasia dialoga con la realtà in un gioco di contrasti surreali e stranianti – arriva nella città marchigiana.

L’esposizione, Sandy Skoglund. I mondi immaginari della fotografia. 1974 – 2023, è ospitata nelle sale di Palazzo del Duca, organizzata dal Comune di Senigallia con il sostegno di Regione Marche, la collaborazione di Fondazione Cassa di Risparmio e Galleria Paci Contemporary.

Sandy Skoglund Radioactive cats 1980 Copyright Sandy Skoglund Courtesy Paci Contemporary Gallery Brescia Porto Cervo Italy
Sandy Skoglund Radioactive cats 1980 Copyright Sandy Skoglund Courtesy Paci Contemporary Gallery Brescia Porto Cervo Italy

Sandy Skoglund a Senigallia: una mostra per sognare

L’esposizione ripercorre la carriera dell’artista che ha scelto la fotografia come medium espressivo d’elezione, usata per immortalare le ricche installazioni ambientali che crea, composte da oggetti quotidiani, materiali da lei disegnati e fabbricati e sculture di piccolo e medio formato che realizza appositamente per i suoi paesaggi immaginifici.

Tutti i lavori hanno una gestazione piuttosto lunga, poiché la Skoglund passa mesi, a volte anni, a studiare e ricreare ogni minimo dettaglio dell’installazione che verrà poi fotografata, utilizzando la cifra stilistica dei forti contrasti cromatici che rendono la scena ancora più fantastica e surreale.

Sandy Skoglund Winter 2018 Copyright Sandy Skoglund Courtesy Paci Contemporary Gallery Brescia Porto Cervo Italy

Cosa si può vedere alla mostra?

La mostra riprende tutte le fasi dell’attività di Sandy Skoglund, da quando negli anni ’70 inizia a fotografare da autodidatta, passando per i primi grandi successi di pubblico e critica degli anni ’80, come “Radioactive cats” e “Revenge of the goldfish” con i loro ormai iconici animali fluorescenti, e per le celebri opere degli anni ’90, come “Atomic Love” e “The cocktail party”, dove le installazioni diventano sempre più ricche e complesse con figure umane e statue che convivono in dialoghi silenti.

Infine “Winter”, l’ultima opera realizzata dall’artista, un lavoro iniziato nel 2008 e terminato nel 2018 la cui elaborazione ha richiesto anni di prove e tentativi. Un periodo in cui ha sperimentato tecniche nuove e processi digitali focalizzati sull’immagine del fiocco di neve, “un ibrido di tecniche e concetti che sono stati immortalati insieme dalla macchina fotografica il 22 dicembre 2018. In opposizione alla rapida istantanea, Winter è uno studio sulla perseveranza e la persistenza, un paesaggio artificiale che celebra le belle e spaventose qualità della stagione più fredda” racconta Skoglund.

Proprio “Winter” è protagonista di un focus nell’esposizione senigalliese. Palazzo del Duca ospiterà infatti il setting di realizzazione, con gli sfondi e alcune delle sculture originali usate da Skoglund, per permettere ai visitatori di entrare letteralmente nell’opera e scoprire da vicino la minuzia di dettagli e l’incredibile lavoro che si cela dietro a uno scatto solo apparentemente istantaneo.

Sandy Skoglund. I mondi immaginari della fotografia. 1974 – 2023
DovePalazzo del Duca, Piazza del Duca 1, Senigallia
Quando23 novembre 2023 – 2 giugno 2024
OrariDa giovedì a domenica dalle 15 alle 20
Ingresso8 euro intero; 6 euro ridotto. Previste altre riduzioni
Infowww.feelsenigallia.it
Exit mobile version