Desiring the Real a Merano e Bolzano

-

spot_img

MERANO. Fino al 22 settembre il Merano Arte di Merano e il Museion (museo di arte e moderna e contemporanea) di Bolzano ospiteranno Desiring the Real, una doppia esposizione in cui verranno proposte le opere di undici artisti che si confrontano con diversi modelli di realtà e assurgono questo tema a questione centrale della loro poetica.

 

L’unica cosa che l’opera d’arte può, è suscitare il desiderio di uno stato differente del mondo.
E questo desiderio, ha un senso rivoluzionario.
Heiner Müller

 

Bele Marx, Clothes Hangers, 2010-2011, C-print, ifochrome, acrylic glass (3)

 

Le immagini di Caltrin Bolt, di Bele Marx & Gilles Mussard, di Margherita Spiluttini, l’installazione di Siggi Hofer, il paesaggio di Michael Goldgruber, disattendono le aspettative dell’osservatore minando la logica delle associazioni simboliche e linguistiche, facendo riflettere su come il nostro sguardo sia influenzato dal filtro mediatico e determinato dalla cultura e dalla politica.

Le fotografie di Maria Hahnenkamp, l’installazione di Ulrike Königshofer, il video di Adriana Czernin, di Josef Dabernig e quello di Hannes Zebedin, approfondiscono in più il tema dell’identità, l’apertura verso una moltitudine di interpretazioni e di variazioni formali, il fatto che la complessità esistenziale sia irriducibile ad alcuna e conclusa lettura ordinaria. L’installazione di Esther Stocker inventa invece uno spazio astratto, definendo un nuovo ordine tra significato e realtà.

 

Czernin Adriana, Verwicklung 2000, singel channel video

 

Nella Project Room di Museion verranno presentati anche due progetti inediti, esposti a rotazione. Si inizia con l’installazione “Spazio delle fasi” dell’artista Judith Fegerl (dal 22/06 al 28/07), a cui segue un progetto di Leopold Kessler (dal 9/08 al 22/09). Il focus sui protagonisti della giovane arte austriaca è completato dal video “Decomposition” realizzato da Rainer Gamsjäger per la facciata mediale di Museion (proiezioni: 20-21/06 e 23/07, ore 22). È in programma anche un momento dedicato alla danza, con una performance del coreografo-ballerino Sebastian Prantl – l’evento è organizzato nell’ambito di Bolzano Danza ed è in collaborazione con il Südtiroler Kulturinstitut di Bolzano (23/07 ore 18).

 

Margherita Spiluttini, Golling from the series After nature 1994, Colour print

 

Desiring The Realing

Merano Arte, Edificio Cassa di Risparmio, Portici 163, 39012, Merano

Museion, museo d’arte moderna e contemporanea, Via Dante 6, 39100 Bolzano

 

 

 

The Mammoth's Reflex
The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

Fotografia Europea 2024

spot_img

Ultimi articoli

Mostre ed eventi: tutta la bellezza di Fotografia Europea 2024

È ormai tutto pronto per la nuova edizione di Fotografia Europea 2024 a Reggio Emilia. Il festival fotografico, ormai...

Cosa vedere alla Biennale della Fotografia Femminile di Mantova?

Giunta alla terza edizione, la Biennale della Fotografia Femminile di Mantova per il 2024 si trasformerà per un mese...

Eve Arnold, 170 fotografie da vedere a Forlì

Le sale del Museo Civico San Domenico di Forlì si aprono a una leggenda della fotografia del XX secolo:...

You might also like
- potrebbero interessarti -