A Zurigo Martin Parr presenta i suoi “Souvenir”

2303

ZURIGO. Fino al 5 gennaio 2014 al Museum für Gestaltung sarà esposta “Souvenir”, una mostra dedicata a Martin Parr, fotografo britannico dell’agenzia Magnum, che coi suoi scatti racconta il mondo del consumismo e del turismo. E’ dalla metà degli anni 1970, infatti, che il fotografo mostra nella sua opera la realtà sociale: fenomeni come il consumo, il turismo e le identità nazionali che Parr ha esaminato da una prospettiva divertente capace di estremizzare gli eccessi e le banalità.

 

Martin Parr, Schweiz, Das Matterhorn, 2012, aus der Serie Autoportraits, © Martin Parr / Magnum Photos
Martin Parr, Schweiz, Das Matterhorn, 2012,
aus der Serie Autoportraits, © Martin Parr / Magnum Photos

 

In mostra dodici serie, tra cui “Last Resort“, “Bored Couples”, “Think of England“, “Small World” e “Luxury” che si focalizza su come le persone ostentano la loro ricchezza nel corso di eventi mondani come fiere d’arte o corse di cavalli. Oltre alle foto, poi, ci sono interviste, video e alcuni souvenir raccolti durante i suoi viaggi.

 

Martin Parr, England, Weymouth, 2000, aus der Serie Think of England, © Martin Parr / Magnum Photos
Martin Parr, England, Weymouth, 2000,
aus der Serie Think of England, © Martin Parr / Magnum Photos

 

Al Museum für Gestaltung sarà esposto anche l’ultimo lavoro di Parr, “Think of Switzerland”, un ritratto umoristico della Svizzera che mette bene in mostra le loro peculiarità, i loro luoghi comuni, mettendo in risalto il lato quotidiano, vissuto nella prosperità e nel turismo. Scatti che Parr ha effettuato tra il 1990 e il 2011.

 

Martin Parr, England, New Brighton, 1985, aus der Serie The Last Resort, © Martin Parr / Magnum Photos
Martin Parr, England, New Brighton, 1985,
aus der Serie The Last Resort, © Martin Parr / Magnum Photos

 

“Tra tutti i paesi del mondo, la Svizzera occupa una posizione di primo piano riguardo ai cliché – spiega l’artista – e ho fatto di questi stereotipi il punto di partenza per la mia esplorazione. In primo luogo, mi sono dedicato al bellissimo paesaggio e al turismo che è capace di generare, visitando il più famoso di tutti i villaggi, Zermatt. Poi ho rivolto la mia attenzione a Lucerna, un altro punto di raccolta per i turisti passando per Ginevra e Zurigo”.

 

Martin Parr, Griechenland, Athen, Die Akropolis, 1991, aus der Serie Small World, © Martin Parr / Magnum Photos
Martin Parr, Griechenland, Athen, Die Akropolis, 1991,
aus der Serie Small World, © Martin Parr / Magnum Photos

 

In “Souvenir”, la prima grande mostra di Martin Parr in Svizzera, si combinano vari aspetti del suo lavoro come fotografo, regista e collezionista. Parr, infatti, non raccoglie solo fotografie ma imprime anche su pellicola alcuni aspetti d’attualità e del contesto politico. “In queste collezioni”, afferma Martin Parr, “i temi del mio lavoro fotografico sono come una forma di collezionismo. Ho come il dovere di portare un certo ordine nel nostro mondo caotico, dividendo le cose in categorie”.

 

Martin Parr, Vereinigte Arabische Emirate, Dubai, DIFC Gulf Art Fair, 2007, aus der Serie Luxury, © Martin Parr / Magnum Photos
Martin Parr, Vereinigte Arabische Emirate, Dubai, DIFC Gulf Art Fair, 2007, aus der Serie Luxury, © Martin Parr / Magnum Photos

 

 

Martin Parr è nato nel 1952 a Epsom, Surrey (UK) e vive a Bristol. Dal 1970 al 1973 ha studiato fotografia al Manchester Polytechnic. Da allora, Martin Parr ha realizzato numerosi progetti fotografici. Nel 1994 diventa membro a pieno titolo della agenzia fotografica Magnum. Le sue opere sono state esposte in importanti collezioni in Europa, Nord America, Asia e Australia. Oltre al suo lavoro come fotografo, Parr ha insegnato, ha lavorato come curatore e ha iniziato a girare film lavorando su un documentario sulla “Black Country” di West Midlands. Parr ha pubblicato più di 70 libri e ha pubblicato con più di 30 editori. Attualmente sta lavorando al libro “History of the Photobook” (vol. 3).

 

Più info sulla mostra: www.museum-gestaltung.ch

 

 

 

Comments

comments