fbpx
MostreItaliaRiscoprire la fotografia naturalistica a Wildlife Photographer of the...

Riscoprire la fotografia naturalistica a Wildlife Photographer of the Year 2012

-

spot_img

TORINO. Fino al 6 ottobre al centro congressi “Torino Incontra” della Camera di commercio saranno esposte le opere fotografiche di “Wildlife Photographer of the Year 2012” con gli scatti più belli della fotografia naturalistica. L’apertura della mostra Wildlife Photographer of the Year negli ultimi anni è diventata un appuntamento fisso nel calendario del museo regionale di scienze naturali e da sempre considerato un evento di richiamo internazionale, Wildlife è molto atteso da tutti gli amanti della fotografia naturalistica, professionisti e visitatori comuni, che apprezzano soprattutto i soggetti e la qualità altissima delle immagini realizzate per questo prestigioso concorso indetto dal Natural History Museum di Londra in collaborazione con il BBC Wildlife Magazine.

 

©Wildlife Photographer of the year 2012
©Wildlife Photographer of the year 2012

 

La 48esima edizione è stata inaugurata il 5 luglio al museo regionale di scienze naturali ma l’incidente avvenuto il 3 agosto ha reso inagibili le sale espositive che sono tuttora chiuse al pubblico. In attesa di riaprire la propria sede, Wildlife ha riaperto a poche centinaia di metri dal museo grazie alla collaborazione della Camera di commercio. L’edizione della mostra Wildlife Photographer of the Year 2012 raccoglie oltre cento immagini, vincitrici nelle 18 categorie del concorso. Il premio, che si tiene ogni anno dal 1964, è senz’altro il più prestigioso al mondo nel suo genere, e in questa edizione ha visto la partecipazione di oltre 48.000 concorrenti provenienti da 98 paesi. In ognuna delle categorie, sono stati selezionati i vincitori da una giuria di stimati esperti e fotografi naturalisti.

 

©Wildlife Photographer of the year 2012
©Wildlife Photographer of the year 2012

 

Il premio più ambito, il Veolia Environnement Wildlife Photographer of the Year, è stato assegnato al fotografo canadese Paul Nicklen per la sua fotografia Bubble-jetting emperor, un’immagine spettacolare di pinguini imperatori, nel loro caotico mondo sottomarino, scattata nel Mar di Ross, in Antartide. Paul è rimasto immobile, con le gambe bloccate nel ghiaccio, aspettando i pinguini. Improvvisamente gli uccelli sono saltati fuori dalla profondità e, con le dita congelate, il fotografo ha catturato questa incredibile immagine. «Questa immagine – secondo il parere espresso dalla giuria – ti trascina per un attimo nel privato mondo dei pinguini imperatori: un caos infinito e perfettamente organizzato».

 

©Paul Nicklen
©Paul Nicklen

 

Il Veolia Environnement Young Wildlife Photographer è stato vinto dall’inglese Owen Hearn, con Flight paths nella categoria 11-14 anni. La foto ha come protagonista una splendente aquila e sullo sfondo, in lontananza, un aeroplano. La foto è stata scattata nel luogo originariamente scelto per il terzo aeroporto di Londra, nel 1960, quando le aquile rischiavano l’estinzione. L’opposizione alla costruzione dell’aeroporto e la reintroduzione delle aquile ha fatto sì che oggi questi uccelli possano volare ancora.

 

 

©Richard Peters
©Richard Peters

 

Tra i fotografi italiani che hanno partecipato al prestigioso concorso, ci sono state due menzioni speciali: Fortunato Gatto, con la foto Celebration of a grey day, ha ricevuto una menzione nella categoria “Wildscapes”. Si tratta di un paesaggio che ritrae la Laig Bay, in un’isola della Scozia nord-occidentale. L’altro italiano che ha ricevuto una menzione, questa volta nella categoria “Creative Visions” è Hugo Wassermann con la foto Positioning, che immortala un’upupa su un tronco, nella nebbia.

 

©Jordi Chias
©Jordi Chias
The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

MARIO DE BIASI - TRE OCI VENEZIA

spot_img

FOTOGRAFIA ETICA LODI 2021

spot_img