fbpx

#viaggicheamo, la prima mostra fotografica creata da chi viaggia

-

MILANO. Fino al 2 marzo all’Urban Center in Galleria (Vittorio Emanuele II), sarà esposta #viaggicheamo, la prima mostra fotografica creata da chi viaggia e organizzata da American Express. L’esibizione si configura come la tappa finale della campagna legata al lancio della nuova Carta Italo American Express nata in partnership con Ntv (Nuovo Trasporto Viaggiatori).

 

Cristina Cimato, bagno nel Mekong
Cristina Cimato, bagno nel Mekong

 

#viaggicheamo premia il talento degli appassionati di fotografia che hanno partecipato all’omonimo concorso fotografico lanciato lo scorso novembre da American Express e che ha visto come protagonista il viaggio nelle sue più varie declinazioni. L’esposizione è curata da Denis Curti, vicepresidente di Forma e direttore artistico della casa dei Tre Oci a Venezia – darà spazio alle oltre 2.300 foto che hanno partecipato al concorso, con un’enfasi particolare sulle 27 foto vincitrici, offrendo ai visitatori un collage di suggestioni di viaggio di chi ama la fotografia senza essere un professionista. L’allestimento sarà basato su leggerezza, innovazione e modernità, in perfetta coerenza con lo spirito del concorso: fotografare è un’azione quotidiana alla portata di tutti.

 

Valerio Mauro, Et
Valerio Mauro, Et

 

Tra le molte immagini selezionate sono tantissimi i paesaggi esotici e i panorami. Il viaggio diventa quindi contemplazione e occasione di riflessione, e forse addirittura, il desiderio di ritrovare se stessi in relazione con gli altri. Da questo punto di vista, moltissimi sono anche ritratti, alcuni posati, altri sono invece volti rubati: bambini che giocano, uomini al lavoro, famiglie nel tempo libero. Pochi gli autoritratti, quasi a smentire il trend del ‘selfie’. Si conferma invece il mare come tema preferito e ricorrente anche negli scatti vincitori del concorso: tra le 27 immagini premiate, infatti, i paesaggi marini sono presenti in numerose foto sia ‘come protagonisti’ sia in modo indiretto. Tra i vincitori anche scatti che richiamano il viaggio in treno, interpretato sia nella sua funzione di mezzo di trasporto verso le vacanze che per spostamenti legati al lavoro.

 

Andrea Muscatello, di passaggio
Andrea Muscatello, di passaggio

 

L’idea del viaggio è strettamente legata all’idea della fotografia, quasi come se senza di essa il viaggio stesso non possa avere luogo. Le immagini si fanno subito memoria, documento, sentimento e si trasformano ancora in passione e desiderio di condivisione” commenta Denis Curti che oltre a curare la mostra è stato anche parte della giuria del concorso. A colpire la giuria, è stata in particolare la ‘consapevolezza del punto di vista’. “Le inquadrature riescono a essere originali, con poche esasperazioni. Emerge quindi un approccio fotografico simile all’avvicinamento, inteso come desiderio di conoscenza del mondo. Curiosità, ma anche molto rispetto verso ciò che ancora non si conosce. Come dire: una buona fotografia non potrà certo cambiare il mondo, ma può aiutarci a conoscerlo meglio”.

 

Alessandro Cabras, quando alzai lo sguardo
Alessandro Cabras, quando alzai lo sguardo

 

Con l’iniziativa #viaggicheamo abbiamo parlato ad un pubblico giovane e altamente digitalizzato attraverso i canali di attivazione sociale” afferma Melissa Peretti, vice President, Head of Marketing, Partnership & Small Business. Giuseppe Bonollo, direttore Marketing e Promozione di Ntv aggiunge: “Abbiamo contribuito con entusiasmo alla buona riuscita della mostra, promuovendola soprattutto nelle Case Italo e facendo leva sulla forza dei numeri dei nostri profili social: 800mila fan su Facebook, prima community ferroviaria al mondo, e oltre 79mila follower Twitter”.

 

Vita Romaniello, libert stambuliota
Vita Romaniello, libert stambuliota

 

 #viaggicheamo, ospiterà, inoltre, interessanti appuntamenti dedicati agli appassionati di fotografia nei giorni di sabato 1 e domenica 2 marzo. #InvasioniDigitali e Instagramers a confronto: dibattito e testimonianze sulla ‘fotografia sociale’, come i social media stanno cambiando la fotografia e la fruizione dell’arte (sabato 1° marzo dalle 16 alle 18, ingresso libero); un incontro con Giacomo Giannini, noto fotografo, specializzato in fotografia aerea, che parlerà della propria esperienza (domenica 2 marzo dalle 11 alle 13, ingresso libero) e la lettura del portfolio con photoeditor di viaggio. Un’opportunità imperdibile per tutti gli appassionati e aspiranti fotografi che potranno far valutare da Serena Prinza, Photoeditor di Airone, e Susanna Scafuri, Photoeditor di Bell’Italia, i propri portfolio (domenica 2 marzo dalle 14 alle 18, ingresso soggetto a pre-iscrizione su www.viaggicheamo.it).

 

Info: www.viaggicheamo.it

 

 

The Mammoth's Reflex
The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

Italia in attesa

spot_img

NUOVA FUJI X-H2s

spot_img

Ultimi articoli

Italia In-Attesa: 12 racconti fotografici di un Paese sospeso

Italia In-attesa, 12 racconti fotografici è il titolo della mostra che, fino all’8 gennaio, sarà ospitata a Palazzo da...

Festival della Fotografia Etica 2022 a Lodi: oltre 20 mostre da vedere

Dal 24 settembre al 23 ottobre, il Festival della Fotografia Etica 2022 torna a Lodi per raccontare il nostro...

Gianni Berengo Gardin: l’occhio come mestiere e la mostra a Roma

Con oltre 200 fotografie, la mostra fotografica "L’occhio come mestiere" al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo...

You might also like
- potrebbero interessarti -