Mostre Europa Il paesaggio che cambia, Experience of Space – Landscape...

Il paesaggio che cambia, Experience of Space – Landscape in Photography

-

NOVI SAD, SERBIA. “Experience of Space – Landscape in Photography” aprirà il 2 settembre alla Gallery Meander, Museum of Contemporary Art Vojvodina. La mostra è concepita come una delle possibili facce di rappresentazione dell’esperienza personale dello spazio e del paesaggio in fotografia.

 

Juan Margolles Inhabit Fedora series Berlin, Germany 2011
Juan Margolles Inhabit Fedora series Berlin, Germany 2011

 

In mostra un’accurata selezione di progetti fotografici curato da Steve Bissom e Ljubica Milovic Mastilovic, che evidenzia la pluralità di percezioni e di mezzi attraverso le quali le esperienze sono documentate e trasferite.

 

Jordi Huisman_Blizu, ali ne zaista_Almer, Holandija, 2012
Jordi Huisman_Blizu, ali ne zaista_Almer, Holandija, 2012

 

In mostra fotografie di David Pollock, Dusan Rajic, Dustin Shum, Geoffroy Mathieu, Jordi Huisman, Juan Margolles, Mustafah Abdulaziz, Paolo Fusco, Ryan Debolski e Sergio Rolando.

 

Ryan Debolski Unfinished City series Dubai, United Arab Emirates 2011
Ryan Debolski
Unfinished City series Dubai, United Arab Emirates 2011

 

“Che sia lo spazio ricreativo funzionale per nuovi insediamenti abitativi a Berlino, i chioschi notte floreali a Roma, le utopie urbane sospese a Dubai, la pochezza di acqua in Sierra Leone, la crescita costiera selvaggia di Marsiglia, la spettacolarizzazione del Portogallo Valle del Douro , l’olandese bonifica artificiale, gli orti comunitari di Victoria in Canada, accovacciata di esuli a Subotica, o la crescente densità di Hong Kong, la natura rimane una chiave per comprendere l’urbanizzazione, la centralizzazione, l’ascesa e un lungo processo di concentrazione che, paradossalmente, può portare alla dispersione della società e dei suoi bisogni. Questo metodo ci ha aiutato a spingere la percezione sul senso di accettazione estetico, con l’obiettivo di codificare disorientamento. Sono convinto che la fotografia serva più coloro che la fanno rispetto a chi la guarda. Eppure, se ci chiediamo dove siamo rispetto a ciò che vediamo, allora si parla della nostra natura”. Steve Bisson

 

Sergio Rolando, Portogallo 2013
Sergio Rolando, Portogallo 2013

 

ENGLISH VERSION. “Experience of Space – Landscape in Photography” opening September 02, 2014, 19h Gallery Meander, Museum of Contemporary Art Vojvodina, Novi Sad, Serbia. The exhibition is conceived as one of the possible prisms for the representation of the personal experience of space, the personal landscape in photography. A careful selection of photographic projects (Steve Bisson), completed by the essays of Natalya Reznik and Gary Green, should clearly highlight the plurality of perceiving a landscape and the multiple understanding of means through which experiences are documented and transferred; the cycle in which the interpretations of what is seen follow each other and overlap, until a person’s actual everyday world becomes an image: the accumulation of meanings which represents a specific cultural capital. Exhibition features photographs by David Pollock, Dusan Rajic, Dustin Shum, Geoffroy Mathieu, Jordi Huisman, Juan Margolles, Mustafah Abdulaziz, Paolo Fusco, Ryan Debolski and Sergio Rolando.” Ljubica Milovic Mastilovic

 

Mustafa Abdulaziz_Voda_Fritaun, Sijera Leone, 2012
Mustafa Abdulaziz_Voda_Fritaun, Sijera Leone, 2012

 

“Whether it is the functional recreational space for new housing settlements in Berlin, the night floral kiosks in Rome, the urban utopias suspended in Dubai, the vulnerability of water in Sierra Leone, the wild coastal growth of Marseille, the spectacularization of Portugal’s Douro Valley, the Dutch artificial land reclamation, the community gardens of Victoria in Canada, the squatting of exiles in Subotica, or the increasing density of Hong Kong, nature remains a key to understanding urbanization, centralization, the vertical and a long process of concentration that, paradoxically, lead to the dispersion of society and its needs. This method has helped us push perception over the sense of aesthetic acceptance, with the goal to encode disorientation. I am convinced that photography serves more those who make it than those who watch it. Yet, if we ask ourselves where we are compared to what we see, then it speaks of our own nature.”

Steve Bisson

 

The Mammoth's Reflex
The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

NUOVE DATE RIAPERTURE FESTIVAL FERRARA 2020

Ultimi articoli

Letizia Battaglia, storie di strada in mostra ad Ancona

Letizia Battaglia arriva ad Ancona, con la mostra "Storie di strada" alla Mole Vanvitelliana. Si tratta di...

Mario Cattaneo, una mostra a cielo aperto

Cinisello Balsamo diventa scena di una grande mostra a cielo aperto dedicata a Mario Cattaneo.

Ren Hang, immagini che rompono i tabù

Il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato presenta per la prima volta in Italia un...

Appuntamenti da non perdere

World Photography Day, celebralo con Canon

Il 19 agosto si festeggia il World Photography Day, ovvero la giornata mondiale dedicata alla fotografia.

TOward2030. What are you doing?

Fino al 17 gennaio 2021 il pubblico dei Musei Reali di Torino potrà visitare l’esposizione dedicata al...

Premio Musa, un premio per donne fotografe

Torna il Premio Musa 2020 per donne fotografe. Il premio fotografico, già alla sua seconda edizione, è...

You might also likeRELATED
Recommended to you