Wildlife Photographer of the Year al museo Minguzzi di Milano

-

spot_img

MILANO. Dal 19 settembre al 26 ottobre, il Museo Minguzzi (via Palermo 11) ospiterà “Wildlife Photographer of the Year”. Organizzata da Roberto Di Leo, presidente dell’associazione culturale Radicediunopercento e patrocinata dal Comune di Milano, la mostra 2014 presenta le ultime 100 immagini premiate al prestigioso concorso di fotografia naturalistica, indetto dal Natural History Museum di Londra con il Bbc Wildlife Magazine e arrivate in Italia grazie all’esclusiva concessa dal Museo londinese alla Pas Events di Torino.

 

© Hannes Lochner (South Africa) Curiosity and the cat Wildlife Photographer of the Year 2013 Animal Portraits / Ritratti di animali Joint Runner up
© Hannes Lochner (South Africa) Curiosity and the cat Wildlife Photographer of the Year 2013
Animal Portraits / Ritratti di animali
Joint Runner up

 

Giunto alla 49esima edizione il concorso ha attirato 43.000 partecipanti, tra fotografi professionisti e amatoriali provenienti da 96 paesi, le cui fotografie sono state rigorosamente selezionate da una giuria internazionale di esperti, in base alla creatività, al valore artistico e alla complessità tecnica. L’esposizione coglie la bellezza del nostro pianeta, regalando un raro sguardo sugli aspetti più intriganti e spettacolari della natura. Immagini mozzafiato catturate grazie alla pazienza e all’abilità dei fotografi ma anche importante documentazione sui luoghi della terra che sono in costante evoluzione, al fine di preservarne la ricchezza e la diversità.

 

© Marsel Van Oosten (The Netherlands) Resurrection Wildlife Photographer of the Year 2013 Creative Visions / Visioni creative Commended
© Marsel Van Oosten (The Netherlands) Resurrection
Wildlife Photographer of the Year 2013 Creative Visions / Visioni creative Commended

 

Su questi temi sono inoltre in programma proposte di approfondimento e di incontri rivolti al pubblico, a cura dell’Associazione culturale Radicediunopercento: una imperdibile serata, venerdì 3 ottobre, con Sea Shepherd, organizzazione internazionale di salvaguardia dell’ambiente; e incontri con i fotografi che raccontano la loro attività sul campo, come Alessandro Bee, tra i premiati in mostra, Marco Colombo e il noto autore di reportage naturalistici Marco Urso, vincitore Primo Premio assoluto del concorso “la Bellezza della Natura” – medaglia d’oro FIAF 2014, che terrà anche due workshop di fotografia per chi desidera migliorare la propria tecnica.

 

© Alessandro Bee (Italy) Little bird, big water Wildlife Photographer of the Year 2013 Animals in their Environment / Animali nel loro ambiente Specially Commended
© Alessandro Bee (Italy) Little bird, big water Wildlife Photographer of the Year 2013
Animals in their Environment / Animali nel loro ambiente Specially Commended

 

LA MOSTRA. In mostra i vincitori e i premiati delle 18 categorie in gara, tra cui spicca il riconoscimento più ambito, The Wildlife Photographer of the Year, assegnato al fotografo sudafricano Greg du Toit, con il suo scatto Essence of Elephants, un ritratto di elefanti africani, misterioso e pieno di energia, scattato nella Nothern Tuli Game Riserve nel Botswana. Lo stesso premio per la categoria junior, 11-14 anni, The Young Wildlife Photographer of the Year è stato vinto dal quattordicenne Udayan Rao Pawar, con la foto Mother’s little headful, che mostra i coccodrilli gharial sulla riva del fiume Chambal.

 

© Lukasz Bozycki (Poland) Eye of a toad Wildlife Photographer of the Year 2013 Animal Portraits / Ritratti di animali Commended
© Lukasz Bozycki (Poland) Eye of a toad Wildlife Photographer of the Year 2013
Animal Portraits / Ritratti di animali Commended

 

Importanti riconoscimenti anche per i fotografi italiani: Stanislao Basileo, secondo classificato nella categoria Natura in città con lo scatto che raffigura uno stambecco A spasso sulla diga, in sorprendente arrampicata a strapiombo sul lago Serrù, nel Parco Nazionale del Gran Paradiso; Alessandro Bee che ha ricevuto una menzione speciale nella categoria Animali nel loro ambiente, con la foto Into the fall, un parrocchetto ripreso mentre vola radente alle impetuose cascate Iguaçu in Argentina; Valter Bernardeschi menzionato nella categoria Comportamento animale: Mammiferi, con la foto Fishing, realizzata guadando il gelido lago Curili nel Sud della Kamchatka, dove un orso bruno si avventa su una femmina di salmone gonfia di uova; e infine, Valter Binotto che ha ricevuto una menzione nella categoria Regni botanici, con lo scatto Dente di cane, un semplice fiore immortalato con effetto sfocato bokeh, di particolare magia e suggestione.

Info: www.wpymilano.it

 

 

The Mammoth's Reflex
The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

Fotografia Europea 2024

spot_img

Ultimi articoli

Cosa vedere alla Biennale della Fotografia Femminile di Mantova?

Giunta alla terza edizione, la Biennale della Fotografia Femminile di Mantova per il 2024 si trasformerà per un mese...

Eve Arnold, 170 fotografie da vedere a Forlì

Le sale del Museo Civico San Domenico di Forlì si aprono a una leggenda della fotografia del XX secolo:...

700 immagini per scoprire il mondo: a Lodi torna il Festival Fotografia Etica 2023

Tutto pronto a Lodi, per il Festival della Fotografia Etica edizione 2023. Come da tradizione, l'evento si svolgerà nella città lombarda...

You might also like
- potrebbero interessarti -