fbpx
MostreItaliaLe storie del Chelsea Hotel in una mostra fotografica...

Le storie del Chelsea Hotel in una mostra fotografica a Salerno

-

spot_img

Il mito, gli eccessi, gli amori, le sfide, il glamour, l’arte, la creatività, la follia. È una bellezza sfaccettata e complessa quella dei volti e delle storie di chi ha abitato il più iconico tra gli alberghi newyorchesi: il Chelsea Hotel.

Questa leggenda ha ispirato l’associazione culturale Tempi Moderni che, con Ono Arte Contemporanea, ha realizzato la mostra dal titolo “Stories from the Rooms” a Palazzo Fruscione a Salerno.

Photograph by FRED W. MCDARRAHMUUS Collection

Chelsea Hotel: la mostra a Salerno

Le sale del secondo e terzo piano di palazzo Fruscione saranno ricche grazie alle 109 opere fotografiche che rimandano alle suggestioni e alle atmosfere dell’albergo newyorchese. I testi della mostra fotografica sono realizzati in esclusiva dal giornalista, conduttore radiofonico e televisivo Carlo Massarini

La mostra racconta, con il contributo di quasi 30 fotografi e artisti grafici, di video art di fama internazionale, questa avventura straordinaria.

Al Chelsea Hotel, Harry Miller, che aveva appena lasciato Marilyn Monroe, si ritira a scrivere; Patti Smith e Robert Mapplethorpe vi si stabiliranno per diversi anni, così come Jackson Pollock, Dylan Thomas, Leonard Cohen e Janis Joplin; Sid Vicious dei Sex Pistols in una di quelle stanze uccise la fidanzata Nancy Spungen mentre Andy Warhol vi girò il suo film Chelsea Girls. E ancora Madonna, Tom Waits, Dennis Hopper, Bob Dylan, Jack Kerouac, e tanti altri. 

Queste e molte altre storie verranno raccontate in un’esposizione che non vuole però essere solamente un’antologia di personaggi e momenti fondamentali della storia della cultura popolare, ma anche un’occasione per riflettere sul particolare clima che ha contribuito a influenzare e dare forma all’arte e alla cultura del XX secolo. 

Patti Smith e Robert Mapplethorpe New York 1969
Patti Smith e Robert Mapplethorpe, New York 1969 © Norman Seeff 2021

Le opere in mostra

A Palazzo Fruscione saranno presenti le opere di Rita Barros, Peter Cunningham, Deborah Feingold, Barry Feinstein, Tony Frank, Guido Harari, John Jay.

A cui si aggiungono quelle di Matt Mahurin, Fred W. Mc Darrah, Inge Morath, Anton Perich, Michael Putland, Sam Shaw, Steve Schapiro.

E di Norman Seeff, Peter Angelo Simon, Ronn Spencer, Allan Tannenbaum, John Tiberi, Fabio Torre, Baron Wolman, Susan Wood

Leaonard Cohen london June 1974
Leaonard Cohen london June 1974 © Michael Putland Archive 2021

La mostra sarà aperta al pubblico dal 9 luglio al 5 settembre, dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21. Sabato e domenica orario continuato dalle 11 alle 20. Chiusura: lunedì. 

Per info: www.storiesfromtherooms.com