Manca davvero pochissimo al Si Fest 2019. Il festival fotografico si svolgerà, come sempre, a Savignano sul Rubicone per tre week end, dal 13 al 29 settembre.

E per questa nuova edizione, diretta da Denis Curti, con tema ‘Seduzioni, fascinazione e mistero‘, tanti gli appuntamenti, i talk e le mostre in programma tra cui quelle di Toni Thorimbert, Lady Tarin e Marco Craig.

In quest’ottica Curti ha invitato a esporre a Savignano autori in grado di declinare la seduzione come meccanismo che non riguarda solo e unicamente il rapporto uomo-donna, perché possiamo essere sedotti da un impegno sociale, da una musica, da una passione, dall’arte, da un luogo.

si fest 2019 Toni Thorimbert
© Toni Thorimbert

Le mostre

Tutti gli autori che esporranno al festival sono andati alla ricerca di ossessioni e fascinazioni che riguardano il tema nelle sue numerose sfumature.

Vi state chiedendo quali sono gli ospiti di questa edizione 2019? Allora partiamo con qualche nome.

Iniziamo con Marco Craig che al festival ci porterà alla scoperta della fascinazione attraverso le icone sportive. In mostra potremo vedere le foto del guanto rosso di Michael Schumacher, la tuta blu di Alberto Tomba, la maglia di Michael Jordan dei Chicago Bulls e molti altri oggetti, attrezzi o indumenti appartenuti e usati in un momento particolare dai campioni dello sport. Ogni foto è una storia. Ogni scatto un simulacro. Una reliquia. Una promessa. Un’emozione.

mostre si fest 2019
Lady Flo – 09.59 pm

Presente all’appello del Si Fest anche Toni Thorimbert che con Seduction of Photography va a scombinare le regole e a sottolineare la differenza fra il vedere e il guardare ponendo, al centro dell’atto seduttivo, proprio la fotografia.

Attesa anche Lady Tarin che al Si Fest mostrerà il suo raffinato punto di vista sulla seduzione legata all’ambito dell’erotismo e della sensualità.

si fest 2019 mostre lady tarin
Celine waka © lady tarin

Si cambia registro, andando ad affrontare il tema della seduzione e della musica, alla mostra del fotografo Guido Harari che a Savignano presenterà al pubblico il suo intimo reportage sul cantautore Fabrizio De André.

E Alizia Lottero? A lei il compito di farci vedere quanta seduzione esercitano i paesaggi su di noi e quanta emotività esercitiamo noi su di essi.

mostre si fest 2019
Toni Thorimbert

E se si parla di seduzione non poteva mancare una citazione al Burlesque, presente con una mostra fotografica di Cesare Cicardini mentre Pier Luigi Gibelli, grande appassionato e uomo sedotto dal fascino dell’immagine, porterà al Si fest una selezione dalla sua collezione fotografica.

Ancora, in mostra, anche il progetto Intorno alla fotografia. Ritratto in fabbrica, creato su iniziativa del festival e di uno dei suoi sponsor storici, Linea Sterile S.p.A, ed esito del workshop condotto nel 2018 da Francesco Neri.

mostre si fest 2019
Alizia Lottero, Gardens Memos

Come tutte le edizioni, presente al festival anche il vincitore del Premio “Lanfranco Colombo” 2018, che quest anno vedrà Melissa Ianniello farci conoscere il suo progetto Wish It Was A Coming Out che indaga il tabù tra omosessualità e vecchiaia a partire da un’esperienza biografica.

Ancora, il Fondo “CliCiak”, Centro Cinema Città di Cesena sarà presente con Sguardi in macchina. Sul set, tra gioco e seduzione a cura di Antonio Maraldi mentre le immagini di autori internazionali come Helmut Newton saranno in esposizione sotto forma di videoproiezioni, insieme a Claudio Composti, curatore e direttore della MC2 Gallery di Milano e fondatore della piattaforma Periscope Photoscouting, che svelerà i nomi dei nuovi autori da tenere d’occhio della fotografia contemporanea.

si fest off 2018
Si fest off 2018 © francesco gozzi

Dieci anni di Off

Questo sarà poi un anno speciale per la sezione indipendente di fotografia e arti visive Si Fest Off che compie 10 anni. Promosso dall’associazione Cultura e Immagine e curato da Tomas Maggioli con l’intento di promuovere i giovani talenti, ha già lanciato una open call per progetti inerenti al tema Ways of Worldmaking, partendo dalla riflessione del filosofo statunitense Nelson Goodman sulla coesistenza di una pluralità di mondi tutti indipendentemente interessanti.

mostre si fest 2019
michela filicudi, LadyTarin

Letture portfolio, talk e incontri

Non solo mostre ma anche tanti appuntamenti. Dalle immancabili letture portfolio ai talk: le piazze si Savignano saranno dedicate a incontri e condivisioni per sviluppare sempre più numerose occasioni d’indagine rispetto ad aspetti specifici legati al mondo della fotografia.

Presenti autori, giornalisti, critici della fotografia e dell’arte contemporanea come Michele Smargiassi, Nathalie Leleu, l’instagramer Elena Braghieri, Gianluca Catzeddu e Adobe Guru che svelerà tutti i trucchi per padroneggiare al meglio il programma di postproduzione Photoshop.

Presente anche Settimio Benedusi che, con il progetto Faccista, coinvolgerà direttamente il pubblico che avrà la possibilità di portare a casa un personale ritratto autoriale.

Novità dell’edizione 2019 è la sinergia con le materie olfattive dell’artista Filippo Sorcinelli che porta a Savignano il suo progetto Voce Umana. “Le fotografie assumono adesso più potenza; non più fermo immagini, ma vita modulata dai sensi coinvolti, perché ascoltando col naso, dall’interno tutto si muove e si materializza proprio quella voce che avremmo sempre voluto sentire, o quel grido senza fine che delimita i nostri sogni più autentici nel cammino dell’esistenza.”

mostre si fest 2019
© lady tarin

Al Si Fest IDE – RECONSTRUCTION OF IDENTITIES

Il Comune di Savignano sul Rubicone porta nel progetto Ide – Reconstruction Of Identities l’esperienza del Si Fest Savignano Immagini Festival. Il progetto coinvolge altri tre soggetti, differenziati per caratteristiche territoriali e tipologia: il CPF – COPENHAGEN PHOTO FESTIVAL, nato nel 2010 e cresciuto fino a diventare il più grande festival scandinavo, la fondazione olandese NOOR, che riunisce giornalisti, autori, fotografi, artisti e cineasti da tutto il mondo, e l’agenzia culturale internazionale spagnola AD HOC.

Il progetto IDE sarà presente al Si Fest di quest anno con un proprio spazio fisico dedicato, nel quale si svolgeranno le diverse attività di IDE, e alle quali parteciperanno i quattro fotografi in residenza, uno per ciascun partner: Katerina Buil (ES – AD HOC), Sanne De Wilde (BL – NOOR), Marine Gastineau (FR – CPF) e Filippo Venturi (IT – SI FEST).