La mattina del 20 gennaio aprono al pubblico le prime due esposizioni di Matera Capitale europea della cultura 2019.

Si tratta delle mostre Ars Excavandi di Pietro Laureano e MATER(i)A P(i)ETRA del fotografo Carlos Solito.

La mostra di Laureano indaga sull’arte e le pratiche di scavo che hanno dato luogo ad architetture, civiltà e paesaggi rupestri attraverso i secoli.

matera 2019 solito
Mater(ia) di Pietra, Carlos Solito

Mater(i)a P(i)etra è invece la mostra a firma del fotografo, regista e scrittore Carlos Solito.

Matera e Petra due città scolpite nella roccia, due città dalla straordinaria storia millenaria, due città uniche gemellate Unesco e, con le proprie peculiarità rupestri, a latitudini differenti, fiori all’occhiello di territori che le abbracciano disegnando una cornice di geografia, natura, paesaggi d’uomo che invitano a un viaggio, alla scoperta.

Diecimila anni di storia racchiusi nella pietra. Questa è Matera, tra le città abitate più antiche al mondo, con radici che affondano negli albori della civiltà in un passe partout di rocce testimoni di un presente che è passato e un ineguagliabile “futuro primevo”. È come osservare una struttura vivente che, nutritasi dei popoli che l’hanno abitata o attraversata nella storia, è riuscita a mantenere un’identità solida e ben definita, caratterizzata dal suo attaccamento alle tradizioni, alla storia, alla cultura.

matera 2019 carlos solito

In Giordania, a migliaia di chilometri di distanza, Petra è a suo modo lo specchio vivente della città lucana. Anch’essa scavata nella roccia, la capitale degli antichi Nabatei è un ventre materno che ha dato vita e ospitalità ad antiche civiltà.

Patrimoni dell’Umanità, i due siti sono il pretesto per “addentrarsi” in Basilicata e Giordania, i due rispettivi territori d’appartenenza, per scoprirne le bellezze e le peculiarità del must paesaggistico, artistico, storico e antropologico.

matera 2019 solito

Mater(i)a P(i)etra è un reportage sulla reciproca essenza che esalta i silenzi, l’umanità e l’arcaico sacro di queste uniche sorelle di pietra. Un viaggio in 80 fotografie – suddivise in 40 coppie – dal forte potenziale visivo, narrativo, concettuale, analogico e simbolico dove i luoghi, le atmosfere e soprattutto il racconto umano, propongono un itinerario e un dialogo ideale dall’altipiano della Murgia alla sponda orientale del fiume Giordano.

matera 2019
🇮🇹Backstage di MATER(i)A P(i)ETRA, il progetto fotografico che parte da Matera e arriva a Petra incrociando le due città antiche sorelle di pietra, la Basilicata e la Giordania, gli spazi geografici e le dimensioni umane. Un racconto dal forte potenziale visivo a cura del regista e scrittore Carlos Solito in collaborazione con Turismo Giordania, Sigma Foto Italia e Augusto Titoni 📷🎥 – fonte fb


Dal 20 gennaio al 17 marzo 2019 al Museo di Palazzo Lanfranchi, Piazzetta Pascoli 1, Matera.

Per accedere alle mostre è necessario essere in possesso del passaporto Matera 2019.

Info: www.matera-basilicata2019.it

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here