fbpx
MostreItaliaFiligrana, tre autori per tre arti

Filigrana, tre autori per tre arti

-

spot_img

Fotografia e arte. E’ questa Filigrana la mostra con opere di Stefano Arienti, Pierpaolo Campanini e Maurizio Mercuri racchiuse a Palazzo Vizzani, a Bologna, in occasione di Art City 2020.

L’esposizione, a cura di Fulvio Chimento, è promossa e organizzata dall’associazione Alchemilla in collaborazione con associazione Controcorrente.

art city bologna 2020 Stefano Arienti
Stefano Arienti, Rete arancio, 2019, stampa digitale su microciniglia, cm 135 x 182; courtesy l’artista

Fotografia, affreschi, suoni: arti diverse in un’unica mostra

L’idea di coinvolgere Arienti, Campanini e Mercuri nella mostra Filigrana ha lo scopo di offrire al pubblico un percorso espositivo ricercato dal punto di vista teorico ed estetico. La filigrana è un’antica tecnica di impressione visibile su carta solo in trasparenza o in controluce e rimanda alla preziosità e alla sapienza del processo di elaborazione artistica. Ma costituisce simbolicamente anche l’anima dell’opera d’arte che può manifestarsi o rimanere quieta, in attesa di un atto critico in grado di ridestarla.

Stefano Arienti e la rielaborazione dell’immagine

Stefano Arienti presenta esclusivamente opere inedite. Sono frutto della sua attuale ricerca che prevede la stampa di immagini, prodotte dallo stesso artista, su materiali di uso comune, come tappetini in ciniglia o carta da manifesto lavorata fino a ottenere una resa quasi scultorea.

In altra serie di lavori la superficie fotografica è cucita a macchina, l’ordito della trama costituisce il codice-segno impresso dall’artista sulla propria opera. Arienti trasforma gli oggetti in veicolo e supporto di forme e colori, a un primo sguardo non riconducibili alla realtà.

art city bologna 2020 Maurizio Mercuri
Maurizio Mercuri, Ho perso tempo, 2019, legno, rame elettroeroso e patinato, cm 26 x 20 x 18; courtesy l’artista

Pierpaolo Campanini, tra affreschi e tessuti

Le opere realizzate da Pierpaolo Campanini dialogano con affreschi, tessuti e carte da parati che decorano gli ambienti di Palazzo Vizzani. La pittura diviene quasi “araldica” e infonde carica simbolica al percorso espositivo. Gli interventi di Campanini rifuggono dalla classificazione di “dipinti” o di “oggetti”: l’artista accentua la dimensione mimetica delle opere.

Suoni, luce e fotografia per Maurizio Mercuri

Il suono, la luce e la fotografia sono gli elementi che qualificano la presenza in mostra di Maurizio Mercuri (che presenta un consistente numero di lavori inediti). Artista dotato di un talento cristallino che gli permette di formalizzare con immediatezza la sorgente concettuale delle sue intuizioni artistiche.

art city bologna 2020 Pierpaolo Campanini
Pierpaolo Campanini, Senza titolo, 2001, olio su tela, cm 190 x 140; ph. Roberto Marossi, courtesy Kaufmann Repetto

Filigrana
DovePalazzo Vizzani, via Santo Stefano 43, Bologna
Quando24 gennaio – 7 marzo 2020
OrariVenerdì 24 gennaio: ore 18-22.30
Sabato 25 gennaio (Art City White Night): ore 10-24
Domenica 26 gennaio: ore 10-20
Nei giorni successivi, tutti i venerdì e sabato: ore 16-20
Gli altri giorni la mostra è visitabile su appuntamento: tel. 340 4700468
Ingresso libero
Info www.alchemilla43.it


The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com
spot_img

MARIO DE BIASI - TRE OCI VENEZIA

spot_img