fbpx

Mostre in provincia e fuori provincia

-

Nella Bassa, l’ospedale Civile San Sebastiano (via Circondaria 5) di Correggio ospita “Da un groviglio comunicativo a una comunicazione efficace”, mostra realizzata dall’Atelier del Centro Salute Mentale di Correggio per riflettere sull’importanza dello sguardo e dell’ascolto dell’altro. Sempre a Correggio: al Convitto Nazionale Corso, Integrabili Correggio realizza “Essenzial-Mente Insieme”; mentre La Galera di Corso Cavour 19/a propone le foto di Maurizio Ligabue sui “Buskers… tra finzione e realtà”. Al Teatro del fiume di Boretto (via Roma 11), c’è la collettiva“Piazza d’uomo”. A Fabbrico, al Teatro Pedrazzoli (via Roma 64) il Circolo Fotografico Scattomatto offre “Evoluzioni?”. “Arti e mestieri a Boretto oggi” è il nome della proposta che viene fatta al Circolo ricreativo La Bottega del tempo libero (via Trieste 2): in mostra le foto dei ragazzi delle scuole primaria e secondaria di Boretto. In Piazza Prampolini a Castelnovo Sotto, il Gruppo Fotografico Prisma realizza “Cambia-Mente”. All’Ufficio Turistico di BrescelloErmes Lasagna propone “Un po… di padania”, focus sul grande fiume.

Pure in montagna diversi sono i paesi che aderiscono. A Casina: al Castello di Sarzano, di scena James Bragazzi e il suo progetto “Iltempo che noi siamo”, oltre ai Fotografi Sarzanesi con un’analisi del territorio dal titolo “Fra la via Emilia e l’Appennino”; mentre nella Chiesa di Pianzo Loretta Costi offre un insieme di immagini su “La prima neve”. All’Istituto Istruzione Superiore di Castelnuovo Monti “Com’era, com’è…e qualcosa rimane” è l’esito del Laboratorio Creativo Progetto Integrabili.

In Val d’Enza. A Taneto di Gattatico, il Circolo Arci Fuori Orario, ospita Daniele Buraia con “Cambiarsi e cambiare”, mostra dedicata ai tatuaggi; così pure la collettiva del Circolo Fotografico Tannetum “Si cambia!”.La Sala parrocchiale di Praticello (via Libertà) ospita il progetto del Circolo Fotografico Tannetum “Una Convivenza difficile”. I “Parchi di Roma” sono i protagonisti alla Cantina Garibaldi di Cavriago (piazza Garibaldi) grazie alle foto di Antonio Capurso. Sempre a Cavriago, in via Melloni 1 (ufficio privato) viene gettato uno sguardo sui graffiti, attraverso il lavoro di Annamaria Piras ed Elena Barchi “Urban Design”. A Montecchio: alla Tenuta la Piccola di via Casoni c’è la Collettiva Refoto “Decanto” dedicata al vino; nella Sala dei Gravi al Castello c’è “Sguardi diversi” di Giulio Gilli.

In Zona Ceramiche. Ad Albinea, in via Vittorio Emanuele II, Canelli Auto S.r.l. ospita le foto di Giovanni Fornaciari con “Assenza Essenza” e di Margherita Stacchi “Behind Her Eyes”. Al Matterello di RubieraVirginia Malavasi propone “People from Turkey”. Si propone di mettere in evidenza le emergenze del territorio in maniera“non convenzionale” la mostra “C-tag: cities through the artists’ glass” alla biblioteca comunale “Salvemini” di Scandiano realizzata dai partecipanti a diversi progetti di Life-long Learning (llp).

Da fuori provincia, del circuito fa parte anche Mantova. All’ex convento di Santa Maria, a Gonzaga, il collettivo Diecixdieci ha realizzato gli scatti della mostra “People”. 

The Mammoth's Reflex
The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

Italia in attesa

spot_img

NUOVA FUJI X-H2s

spot_img

Ultimi articoli

Italia In-Attesa: 12 racconti fotografici di un Paese sospeso

Italia In-attesa, 12 racconti fotografici è il titolo della mostra che, fino all’8 gennaio, sarà ospitata a Palazzo da...

Festival della Fotografia Etica 2022 a Lodi: oltre 20 mostre da vedere

Dal 24 settembre al 23 ottobre, il Festival della Fotografia Etica 2022 torna a Lodi per raccontare il nostro...

Gianni Berengo Gardin: l’occhio come mestiere e la mostra a Roma

Con oltre 200 fotografie, la mostra fotografica "L’occhio come mestiere" al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo...

You might also like
- potrebbero interessarti -