fbpx
techHow toNotte delle stelle cadenti: come fare foto perfette!

Notte delle stelle cadenti: come fare foto perfette!

-

spot_img

Agosto è il mese delle stelle cadenti. Durante la notte di San Lorenzo – periodo dello sciame meteorico delle Perseidi – tanti si mettono con il naso all’insù alla ricerca di questi meravigliosi astri lucenti.

Immagini di stelle si vedono ovunque, ma riuscire a cogliere l’attimo perfetto e fotografare le stelle in caduta non è affatto semplice. Dunque, come fotografare le stelle cadenti? Quali sono i luoghi in cui si possono scorgere al meglio e realizzare foto perfette? Quali accorgimenti occorre considerare? Vediamo insieme alcuni consigli.

Dove guardare le stelle cadenti

Potrebbe essere banale, ma non lo è: per prima cosa bisogna infatti sempre considerare il luogo in cui si va a fotografare e guadar le stelle. Dove è meglio, quindi, guardare le stelle cadenti? Di certo in luoghi lontani dai centri abitati e dalle loro luci.

Anche il meteo va considerato nella scelta. Per vedere le stelle cadenti, infatti, serve un bel cielo terso senza nuvole, avendo cura di evitare i giorni di luna piena. La luna piena, infatti, con la sua brillantezza potrebbe limitare la visibilità delle stelle cadenti.

Le stelle cadenti possono presentarsi da ogni direzione. Un buon consiglio, però, è quello di posizionare lo sguardo verso Nord Est perché tante delle comete provengono da lì. L’ora migliore per vedere le comete? Verso l’alba.

fotografare stelle cadenti

L’attrezzatura per foto delle stelle perfette

Fotografare le stelle cadenti, però, non è semplice. Tutto è questione di un attimo e non bisogna distrarsi. Non solo. Servono strumenti adatti e adeguatamente “settati”. Qual è, quindi, l’attrezzatura adeguata per realizzare foto alle stelle perfette?

Dovendo realizzare foto alle stelle si capisce subito che ci troviamo in una situazione diversa dal solito, con mancanza di luce. Per realizzare scatti perfetti al buio senza perdere qualità, quindi, puoi portare con te la tua reflex o la mirrorless (meglio se hanno una funzione Time Lapse).

Meglio ancora se possiedi un obiettivo grandangolare. Questo obiettivo particolare, infatti, ti consente di ricoprire una zona più ampia e quindi aumenta le possibilità di riuscire a fare lo scatto perfetto e foto alle stelle cadenti. Se non lo possiedi scegli un obiettivo molto luminoso.

Se non ce l’hai puoi dotarti anche di un intervallometro. Si tratta di un dispositivo che permette di realizzare una sequenza automatica di esposizioni distanziate fra loro; immagini che vengono scattate in un lasso di tempo programmabile.

Un buon cavalletto, infine, ti permette di realizzare foto alle stelle perfette e se hai un telecomando in grado di azionare lo scatto meglio portarlo con sé: oltre alla comodità eviterà vibrazioni inutili.

fotografare stelle cadenti

Immagini cielo stellato: come settare la macchina

Per prima cosa prendi la tua macchina fotografica e setta gli ISO a 800 o 1600, in base al tuo strumento. Se la tua macchina ha lenti molti luminose gli ISO possono anche essere minori. Il consiglio è fare qualche scatto di prova per scegliere i giusti ISO.

Se la foto è buia occorre alzare gli Iso; al contrario, occorre abbassarli se la foto è troppo chiara.

Per le foto notturne alle stelle imposta la tua macchina su scatto con priorità di tempi (Tv / S a seconda di marca e modello). Il tempo di esposizione? Meglio se di 30 secondi. 

Per quanto riguarda l’autofocus è preferibile la messa a fuoco manuale, con portata su “infinito”; mentre se la tua macchina è una reflex e dispone della funzione “blocco dello specchio” meglio attivarla.

Ora devi scegliere se usare la funzione Time Lapse o se usare l’intervallometro o un telecomando per effettuare il tuo scatto. In caso contrario, occorre attivare l’autoscatto per un tempo di posa di massimo 30 secondi.

fotografare stelle cadenti

App per le stelle: quali sono e a cosa servono

Se ami le immagini del cielo stellato e vuoi realizzarne al meglio almeno una oppure se vuoi vedere le stelle cadenti puoi usare anche le app per le stelle. Si tratta di strumenti appositamente studiati per chi non vuole perdersi questo spettacolare fenomeno.

Vediamo quindi quali sono e come usarle.

Sky Map è una app per le stelle tra le più scaricate. Disponibile sia per smartphone Android che iPhone, questa app usa il GPS del telefono per capire dove si sta guardando. In questo modo fornirà una mappa in tempo reale per capire stelle, pianeti e altri corpi celesti.

Star Tracker, nella versione gratuita, mostra 88 costellazioni e 8000 stelle mappate mentre Star Walk 2 traccia l’utente e la direzione in cui punta lo smartphone al fine di offrire una mappatura del cielo.

Disponibile solo per iPhone è l’app Night Sky. Interessante perché usa la realtà aumentata per osservare il cielo. Occorre guardarlo direttamente attraverso la fotocamera dello smartphone per assistere ad uno spettacolo unico.

Infine, Stellarium Mobile, è un simulatore celeste a pagamento. Permette di osservare le stelle a 360° e monitorare i cambiamenti del cielo.

The Mammoth's Reflexhttps://www.themammothreflex.com
Tutte le news sulla fotografia condivise dalla redazione. Contact: redazione@themammothreflex.com

CASTELNUOVO FOTOGRAFIA 2021

spot_img

FESTIVAL RIAPERTURE 2021

spot_img