Fabio Itri e Gemma Rossi hanno vinto l’11° Portfolio Jonico

0
237
Fabio Itri - Scomparsi
A path in the core of Aspromonte. Reggio Calabria (Italy) 2016

Fabio Itri e Gemma Rossi hanno vinto l’11° Portfolio Jonico sesta tappa di “Portfolio Italia 2018 – Gran Premio Lumix”.

La tappa si è svolta a Corigliano Calabro (CS) lo scorso 25 e 26 agosto all’interno del festival Corigliano Calabro Fotografia e i vincitori sono stati resi noti da FIAF – Federazione Italiana Associazioni Fotografiche.

I lavori dei due autori saranno esposti al Cifa di Bibbiena, in una grande mostra che sarà inaugurata il 24 novembre 2018. 

The back of a postcard of Brancaleone (1970s). In Brancaleone (1977) was kidnapped Mariangela Passiatore, wife of Sergio Paoletti, a business man from Milan. They were in Calabria on vacation. Her body will never be found.

Immagine 1 di 26

The back of a postcard of Brancaleone (1970s). In Brancaleone (1977) was kidnapped Mariangela Passiatore, wife of Sergio Paoletti, a business man from Milan. They were in Calabria on vacation. Her body will never be found.

Fabio Itri ‘Scomparsi’

Fabio Itri, di Reggio Calabria, ha presentato un portfolio composto da 26 immagini a colori realizzate nel 2014.

Si è aggiudicato il premio: “per l’originale esposizione di un dramma tanto difficile da percepire con gli occhi, il sequestro di persona, tanto facile da considerare socialmente.

Ricorrendo ad immagini del territorio, a documenti d’epoca, a suggerimenti iconici, il fotografo riprende le fila di una narrazione che ritorna ad essere denuncia, consapevole conoscenza del fenomeno.


Rossi Gemma - Ora et labora

Gemma Rossi ‘Ora et Labora’

Gemma Rossi, di Taranto, ha presentato un portfolio composto da 9 immagini a colori realizzate nel 2018.

Il progetto si è classificato al secondo posto e ha convinto la giuria per il racconto di “una perdita drammatica e la vita cambia drasticamente: dalla condivisione alla solitudine, dalla campagna alla città.

Le esperienze e i ricordi si affastellano e si sovrappongono, dando una dimensione emozionale forte e coinvolgente”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here