Una mostra, a Jesi, per scoprire Tina Modotti, una delle più grandi fotografe del Novecento celebrandone il mito ma raccontando anche gli aspetti più privati.

E’ questa la mostra ‘Tina Modotti fotografa e rivoluzionaria‘, in esposizione alla Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi dal 13 aprile al 1° settembre.

Da vedere sessanta fotografie provenienti dalla Galerie Bilderwel di Berlino di Reinhard Schultz, che ne è anche il curatore, per un progetto espositivo, ideato da Francesca Macera, utile a ripercorrere le affascinanti vicende biografiche di Tina Modotti.

L’intento è infatti quello di far scoprire la sua grande abilità di fotografa e le passioni che ne condizionarono in maniera determinate l’esistenza.

Questo attraverso un percorso che si snoda in sei tappe, che ripercorrono i luoghi, le immagini, gli amici, gli amanti che fecero parte dell’affascinante universo di Tina.

mostra tina modotti jesi
Edward Weston, Ritratto di Tina Modotti, Messico, 1923

Di origini friulane, giovanissima emigrò negli Stati Uniti per poi trasferirsi in Messico, dove partecipò attivamente alla fervida vita culturale e politica che negli anni Venti del Novecento animava il paese.

mostra tina modotti jesi
Anonimo, Tina Modotti e Frida Kahlo, Messico D.F., 1928

Tina Modotti, fotografa e rivoluzionaria

Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, Palazzo Bisaccioni, Jesi (AN)

13 aprile – 1 settembre 2019

Comments

comments