Arriva a Parigi, al Jeu de Paume, The Map and the Territory la prima retrospettiva di Luigi Ghirri.

Dal 12 febbraio, quindi, dopo l’ultima tappa a Madrid, la mostra arriva nella sede del museo parigino, in place de la Concorde.

La mostra si concentra sugli anni ’70. Copre un decennio in cui Luigi Ghirri produceva un corpus di fotografie a colori ineguagliabile in Europa in quel periodo.

Questa mostra si basa sulla mappa poetica della mostra del 1979, che presentava sia progetti altamente strutturati come Atlante (1973) – fotografie di pagine da atlanti -, e Colazione sull’erba (1972-1974), in cui l’artista aveva osservato e ha esaminato l’interfaccia tra artificio e natura nei minuscoli giardini di Modena.

Così come Diaframma 11, 1/125, luce naturale (1970-1979), che trattava i modi in cui le persone fotografavano e venivano fotografate o il paesaggio dell’Italia provinciale in Italia Ailati e Vedute (1970-1979).

L’esposizione, curata da James Lingwood, è stata realizzata in collaborazione con Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, Madrid; Jeu de Paume, Paris, e il Museum Folkwang, Essen.

Tutte le info sul sito del Jeu de Paume

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here