fbpx
MeteImmacolata, 5 mostre (aperte) e da vedere

Immacolata, 5 mostre (aperte) e da vedere

-

spot_img

Chi ha voglia di rilassarsi andando in giro per mostre anche nella giornata dell’8 dicembre trova qui qualche suggerimento utile.

Nella nostra piccola guida abbiamo inserito qualche esposizione fotografica per cui vale la pena alzarsi, prendere l’auto o il treno e mettersi in viaggio. Inoltre, dopo la mostra un’idea può essere quella di andare a scoprire le bellezze di ogni città che la ospita.

Kleine Scheidegg Switzerland 1994 Martin Parr Magnum Photos
Kleine Scheidegg, Switzerland, 1994 © Martin Parr / Magnum Photos

1.Martin Parr a Torino

Per l’Immacolata a Torino hanno detto che nevicherà. E il capoluogo del Piemonte deve essere davvero bellissimo innevato. Uno spettacolo di certo da non perdere, magari da intervallare con una sosta a Camera Centro per la Fotografia per vedere la mostra di Martin Parr dedicata allo sport. Esposte 150 fotografie in cui Parr ha ritratto la società contemporanea con spietata e divertita ironia.

E dopo la mostra un giro in centro è perfetto. L’ideale per vedere la Mole Antonelliana, la Reggia di Venaria, i portici liberty e fermarsi in una delle caffetterie storiche di Torino.

Robert Doisneau Be bop en cave Saint Germain des prés 1951 Atelier Robert Doisneau
Robert Doisneau, Be bop en cave, Saint Germain des prés 1951 © Atelier Robert Doisneau

2.Robert Doisneau a Rovigo

Piccola, ma ricca di tesori. La città di Rovigo può essere una meta da non perdere per il giorno una gita fuori porta nel giorno dell’Immacolata. Qui, a Palazzo Roverella, vi aspetta la mostra di Robert Doisneau. 133 le fotografie esposte per ammirare il lavoro di uno dei padri fondatori della fotografia umanista francese e del fotogiornalismo di strada.

E dopo la mostra? Un giro in città per scoprire i piccoli tesori cittadini come Piazza Garibaldi e Piazza Vittorio Emanuele Secondo, Palazzo Roncale, le torri del castello medievale e la chiesa della Seconda, con la sua pianta ottagonale.

robert capa modena
Robert Capa, Skier sunbathing in front of the Matterhorn, Zermatt, Switzerland

3.Robert Capa a Modena

Una gita in Emilia, a Modena, è perfetta per passare una giornata diversa dal solito e vedere la mostra di Robert Capa alle Gallerie Estensi.

Esposte oltre 150 foto a colori a cui si aggiungono lettere personali, appunti dalle riviste, per una straordinaria immersione in un mondo diverso, che spazia dalle guerre alla vita comune.

E dopo la mostra si possono fare due passi lungo la via Emilia, salire sulla Ghirlandina e ammirare Piazza Grande.

mario de biasi guardarobiera new york
Guardarobiera, New York, 1956 © Archivio Mario De Biasi / courtesy Admira, Milano

4.Mario De Biasi a Venezia

Regalarsi una giornata a Venezia? Per l’Immacolata è bellissimo, meglio ancora se si fa tappa a Casa dei Tre Oci dove trova spazio la mostra di Mario De Biasi. I tre piani del palazzo ospitano 256 fotografie, di cui metà inedite e vintage, per un viaggio alla scoperta del fotografo e dei suoi lavori.

Da qui si può poi tornare in centro a Venezia e passeggiare tra le calle oppure dirigersi verso le belle isole di Burano o Murano.

Montana, 1936. © Images by Margaret Bourke-White. 1936 The Picture Collection Inc. All rights reserved
Montana, 1936. © Images by Margaret Bourke-White. 1936 The Picture Collection Inc. All rights reserved

5.Margaret Bourke-White a Roma

Infine, che ne dite di passare una bella giornata nella Capitale? Al Museo di Roma in Trastevere dedica c’è la mostra di Margaret Bourke-White, una tra le figure più rappresentative ed emblematiche del fotogiornalismo.

Una splendida esposizione in 100 immagini da vedere e rivedere prima di tuffarsi in centro a Roma e fare un giro per vedere (o rivedere) il Colosseo, la Fontana di Trevi e le altre mille bellezze di Roma, magari facendo sosta nelle fornitissime birrerie del Trastevere.