Saudade Moon, il progetto di Paolo Marchetti a Lucca

0
1292
Saudade Moon

LUCCA. Fino al 14 dicembre a Palazzo Ducale torna la fotografia d’autore “marchiata Leica” che quest’anno vede protagonista Paolo Marchetti, il vincitore della scorsa edizione del prestigioso concorso fotografico Leica Photographers Award.

Le foto del suo lavoro – dedicato al Brasile – sono state raccolte nella mostra dal titolo Saudade Moon che, come dicevamo, sarà ospitata a Palazzo Ducale in concomitanza con il World Press Photo, la mostra di fotogiornalismo più famosa al modo che, per il decimo anno consecutivo grazie a Photolux, si fermerà a Lucca.

 

Saudade Moon
Saudade Moon

 

SAUDADE MOON. BRAZIL FEEL, 2009 – 2013. Ho viaggiato questa terra per cinque anni, dall’ipnotica Amazzonia alle fattorie dell’800 nello stato del Minas Gerais, visitando le isole a nord della costa fino al deserto nello stato del Maranhao. Ho fotografato la cultura delle spiagge, ma anche, il Natale nelle favelas delle grandi città sulla costa e nell’entroterra. Ho cercato di restituire la voce dell’arte e dell’architettura di Brasilia, e ho raccontato le cerimonie rituali del Condomblè, poi ho viaggiato nei villaggi coloniali e ho fotografato le realtà più povere, quelle dimenticate da questo isterico processo economico in corso. Ho raccolto immagini aeree e ho cercato di restituire la musicalità di questa vasta terra e della sua profonda cultura, cambiando la mia andatura narrativa, la mia vocalità fotografica e l’ho fatto ascoltando la mia distanza emotiva da questo paese incredibile, definitivo.

“Saudade Moon” non è un diario di viaggio, ma il mio passaggio emozionale nel mio “invisibile” Brasile, dunque il mio tentativo di cambiare sguardo sulla nazione leader dei prossimi anni. Ho raccontato il “non detto”, oltre la pacificazione delle favelas, oltre la febbrile preparazione per gli eventi sportivi, che in parte, hanno innescato questa nevrotica reazione economica. “Saudade Moon” è la mia visione lunare del Brasile, il pretesto per riconoscere me stesso negli occhi di un uomo qualunque e rivendicare la mia cittadinanza, ovunque io sia, perché voglio ricordarmi di essere figlio e rimanere fertile alla vita.

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here